Seguici su

Serie A

Serie A 2020/21, curiosità e statistiche sulle gare della 13^ giornata

Ciro-Immobile-Kalidou-Koulibaly-Lazio-Napoli

Tutte le curiosità e le statistiche dell’13^ giornata di Serie A: da Fiorentina-Verona fino al match di domenica sera tra Lazio e Napoli

Il turno infrasettimanale è già da archiviare: una giornata piena di pareggi e qualche vittoria ma è di nuovo il weekend e la Serie A scende di nuovo in campo. Si comincia dalla sfida pomeridiana Fiorentina-Verona fino ad arrivare al big match fra Lazio e Napoli di domenica sera. La Sampdoria sarà impegnata contro il Crotone mentre il Genoa sarà ospite del Benevento. La Juventus giocherà contro il Parma sabato sera mentre il Torino aprirà la domenica di campionato giocando contro il Bologna. Le due milanesi saranno impegnate con Spezia (Inter) e Sassuolo (Milan) e alle 18:00 ci sarà il grande scontro fra Atalanta e Roma.

Fiorentina-Verona (sabato 19 dicembre ore 15:00)

Giornata difficile quella della Fiorentina: il match contro il Verona è insidioso e i viola cercano quei tre punti che non arrivano dal 25 ottobre. Da quel giorno, quattro sconfitte e tre pareggi sono il bottino dei fiorentini che cercano di tornare alla vittoria al Franchi contro i gialloblù, quella che manca dal 2013. La Fiorentina è la vittima preferita del Verona: gli scaligeri hanno vinto il maggior numero di partite in Serie A (14) e contro la quale ha segnato più gol (64).

La squadra di Juric deve tenere d’occhio José Callejon: il Verona è la vittima preferita dell’esterno viola quando si gioca in casa. Il numero 77 ha infatti segnato ben cinque gol ai veneti con la maglia del Napoli, quattro di questi al San Paolo.

Sampdoria-Crotone (sabato 19 dicembre ore 18:00)

I precedenti in Serie A fra Sampdoria e Crotone sono cinque: due vittorie per i calabresi, una per i genovesi e un pareggio. I blucerchiati hanno preso i tre punti solamente una volta ma l’hanno fatto pesantemente: nel 2017 la squadra di Giampaolo ha rifilato un 5-0 netto ai rossoblù.

Voglia di riscatto per la Sampdoria: la vittoria tra le mura di casa del Marassi manca dal 17 ottobre quando la squadra ha battuto la Lazio di Inzaghi per 3-0 e da inizio novembre ha incassato solo un punto. Stessa voglia di vittoria in trasferta per il Crotone che quest’anno ancora non è arrivato: i calabresi hanno accumulato solo due punti lontani dall’Ezio Scida.

Parma-Juventus (sabato 19 dicembre ore 20:45)

Le sfide fra Parma e Juventus risalgono al 1990 e sono andate in scena fra Serie A, Europa League, Coppa Italia e Supercoppa. Da quando il Parma è risalito in Serie A, nel 2018, non ha mai vinto contro la Juventus: i biancoblu hanno sempre perso ad eccezione di un pareggio. I bianconeri invece hanno collezionato 24 vittorie e 16 pareggi; sono solo dieci i trionfi dei ducali.

Il risultato più frequente quando gioca in casa il Parma è 1-0: le sfide sono finite così cinque volte. La Juventus ha perso solo una delle ultime cinque sfide di Serie A contro i parmensi. Molto bilanciato il rapporto di gol realizzati finora da entrambe le squadre: 27 per la squadra di Pirlo e 23 per quella di Liverani.

Torino-Bologna (domenica 20 dicembre ore 12:30)

Torino e Bologna si sono già incontrare per 124 volte in Serie A: il Torino la spunta di poco con 44 vittorie, 43 sono quelle del Bologna e 37 sono i pareggi. Bilancio molto positivo per la squadra di Giampaolo: imbattuti in 12 delle ultime 14 sfide casalinghe contro il Bologna, seconda squadra contro cui i torinesi hanno raccolto il maggior numero di vittorie interne in Serie A (32). I granata vanno sempre in gol: il Torino ha sempre segnato almeno una rete in 26 delle ultime 27 partite casalinghe e non rimane senza dal 1980.

Curiosi numeri per i due allenatori: Sinisa Mihajlovic è il grande ex del match perché ha guidato i granata dal 2016 al 2018, totalizzando 57 partite e una media punti di 1,37 a partita. Sono dieci le volte che il serbo e Giampaolo si incrociano in campionato: due le vittorie per parte e sei pareggi. L’ultima è stata proprio vinta dal Bologna per 3-0 contro la Sampdoria però, allora allenata da Giampaolo.

Benevento-Genoa (domenica 20 dicembre ore 15:00)

Benevento e Genoa si sono incontrate solo due volte in Serie A e hanno conquistato un successo per parte, terminati entrambi per 1-0 con la squadra di casa vincitrice. I genoani hanno un ottimo rendimento contro le neopromosse perché hanno vinto quattro delle ultime sette partite contro squadre di Serie B.

Il ritorno di Lapadula: l’attaccante ritrova il Genoa, sua ex squadra dal 2016 al 2018 con la quale ha disputato 38 partite e messo a segno otto reti. Uno di quei gol segnati con la maglia rossoblù è stato realizzato proprio contro il Benevento, al primo anno in Serie A.

Cagliari-Udinese (domenica 20 dicembre ore 15:00)

Sono 51 gli incontri in Serie A fra Cagliari e Udinese: i bianconeri hanno vinto 25 volte mentre i rossoblù solo 11 volte mentre i pareggi sono 14. Striscia negativa per i cagliaritani che hanno perso le ultime quattro gare contro i friulani: il record negativo è stato raggiunto tra il 1996 e il 2005 quando le sconfitte sono salite a sette.

Il Cagliari è una delle vittime preferite dell’Udinese per tutte le vittorie racimolate in Serie A: i rossoblù sono dietro solo all’Atalanta. Dicembre inoltre è particolarmente favorevole per la squadra di Gotti: le due squadre si sono già scontrate cinque volte in questo mese e l’Udinese ha sempre vinto, segnando almeno due gol.

Inter-Spezia (domenica 20 dicembre ore 15:00)

Primo incontro in assoluto in Serie A: l’unica sfida più recente fra le due squadre risale al 1989, nel primo turno di Coppa Italia. In quella partita i nerazzurri, capeggiati da Trapattoni, hanno vinto grazie al gol di Klinsmann.

Ottimo trend interista contro le squadre neopromosse: nelle ultime 19 sfide giocate a San Siro, i nerazzurri hanno vinto ben 15 volte. Questione di regione: lo Spezia è la quinta avversaria ligure che affronta l’Inter nel massimo campionato contro cui ha vinto 12 delle ultime 13 sfide disputate.

Sassuolo-Milan (domenica 20 dicembre ore 15:00)

E’ la dodicesima volta che Sassuolo e Milan si incontrano in Serie A: sei sono le vittorie dei rossoneri, quattro quelle neroverdi e c’è un solo pareggio. Molti i gol realizzati dalle due squadre: 22 sono quelli milanesi e 18 quelli emiliani. Sassuolo a secco: in quattro delle ultime sette gare contro il Milan, la squadra di De Zerbi non ha mai realizzato nemmeno un gol. Piccolo stop invece per la squadra di Pioli che è reduce da due pareggi di fila: questo non accadeva da gennaio 2020.

Pericolo Domenico Berardi: il Milan è la vittima preferita dal numero 25 del Sassuolo che ha segnato otto gol in 12 presenze in Serie A.

Atalanta-Roma (domenica 20 dicembre ore 18:00)

Una partita fatta da tanti gol quella fra Atalanta e Roma che vede i bergamaschi aver messo a segno 132 reti in Serie A, almeno due segnati in ognuno degli ultimi cinque incontri. La squadra di Fonseca è quindi la vittima preferita dell’Atalanta, imbattuta nei match contro i capitolini in dieci delle ultimi 11 partite, con cinque vittorie e cinque pareggi. Voglia di tornare a vincere in casa: la squadra di Gasperini ha vinto solo due delle cinque partite giocate fra le mura del Gewiss Stadium, fra cui la sfida contro la Fiorentina, e vuole continuare la striscia positiva casalinga.

Edin Dzeko uomo a tutto campo: il numero 9 della Roma ha preso parte a sei gol (cinque reti e un assist) nelle ultime sette sfide contro l’Atalanta. Occhio anche a Mkhitaryan che in dodici partite ha già messo a segno sette reti, realizzando cinque assist.

Lazio-Napoli (domenica 20 dicembre ore 20:45)

Speranza biancoceleste: la Lazio ha vinto solo una delle ultime dieci sfide di Serie A contro il Napoli, con otto sconfitte e un pareggio. Il fattore campo poi dice molto: i capitolini hanno vinto pochissimo in casa da inizio stagione, solo una vittoria contro il Bologna, con tre sconfitte e due pareggi. Lo Stadio Olimpico senza tifosi sta pesando sulla squadra di Inzaghi che non riesce più a spingere. Dalla stagione 2010/11, il Napoli è la squadra che ha segnato il maggior numero di gol alla Lazio: sono ben 46 le palle mandate in rete, con una media di 2.3 a partita e ha miglior difesa in trasferta del campionato.

Irresistibile Ciro Immobile: il numero 17 biancoceleste ha segnato in tutte le ultime quattro gare giocate conto la squadra di Gattuso. Meglio del partenopeo ha fatto solo Francesco Totti che è andato in contro il Napoli ben sei volte tra il 1998 e il 2009.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati