Seguici su

Coppa Italia

Atalanta-Cagliari 3-1, le pagelle: Muriel imprendibile, Vicario uomo-ragno

Esultanza gol Muriel Gosens Atalanta
atalanta.it

I bergamaschi battono il Cagliari 3-1 in una partita a senso unico: Muriel imprendibile, Vicario limita i danni. Le pagelle del match di Coppa Italia

La prima settimana degli ottavi di finale di Coppa Italia – che ha visto disputarsi sei partite su otto – si conclude con la vittoria per 3-1 dell’Atalanta sul Cagliari. La formazione di Gasperini si qualifica così ai quarti di finale dove incontrerà la vincente della sfida Lazio-Parma che si giocherà giovedì 21 gennaio alle ore 21:15. I bergamaschi hanno dominato praticamente incontrastati per oltre 70 minuti, controllando nei 20 finali. Forse addirittura bugiardo e troppo stretto per gli orobici il risultato finale.

L’Atalanta parte subito in avanti e va vicina alla rete del vantaggio con tre conclusioni nei primi dieci minuti: Muriel e Malinovskyi vengono bloccati da Vicario, mentre gol annullato a Miranchuk per fuorigioco. Al 24′ bellissima triangolazione tra Muriel e Miranchuk, con quest’ultimo che va al tiro dal limite ma trova sempre un ottimo Vicario sulla sua strada. Un minuto dopo è di nuovo protagonista il portiere sardo che blocca – di faccia – il potente tiro ravvicinato di Gosens. La pressione dei bergamaschi è premiata al 43′ con la splendida girata di Miranchuk che viene ottimamente servito in mezzo all’area da Muriel.

La ripresa parte sempre con la formazione di Gasperini in avanti che sfiora il raddoppio con Muriel – traversa su punizione – e Miranchuk che viene bloccato da Vicario. Al 54′ clamorosamente è il Cagliari a trovare il gol con un bel contropiede di Sottil sulla sinistra e calciando trova un ottimo angolo per il pareggio. L’Atalanta si ributta in avanti e in quattro minuti trova le due reti che chiudono l’incontro: al 60′ è Muriel che con un bel sinistro da dentro l’area di rigore trova il 2-1 – assist delizioso di Gosens – mentre al 64′ il 3-1 arriva col colpo di testa di Sutalo sugli sviluppi di calcio d’angolo. La partita si avvia verso la conclusione con l’ultimo sussulto della traversa ravvicinata colpita da Sottil al 79′.

Ottima partita per Muriel che è imprendibile per la difesa cagliaritana, insieme a lui splendida anche la gara di Miranchuk con Gasperini che sorride per aver ritrovato il russo in vista della seconda parte di stagione. Il peggiore dell’Atalanta è stato Sportiello colpevole insieme a Sutalo in occasione della rete del momentaneo pareggio di Sottil. Nel Cagliari un ottimo Vicario limita il passivo per la squadra di Di Francesco. Buonissima anche la partita di Sottil che è l’unico a lottare nell’attacco dei sardi. Disastroso il centrocampo con Nandez, Caligara e Marin, anche peggio forse Pavoletti che non tocca quasi mai la palla.

Atalanta-Cagliari 3-1, le pagelle del match

Atalanta

Sportiello 5,5: inattivo per 54 minuti, ma al primo tiro in porta degli avversari prende gol con anche qualche colpa perchè va giù con un po’ di ritardo e la palla gli passa sotto il braccio.

Sutalo 6: le maggiori colpe sul gol subìto sono sue e permette al Cagliari di segnare su un contropiede che sembrava innocuo. Si fa perdonare col gol del 3-1 che chiude praticamente la partita.

Romero 6,5: partita di ordinaria amministrazione per lui che in fase difensiva deve semplicemente controllare gli avversari quasi mai pericolosi. Nel finale contiene bene il forcing cagliaritano.

Djimsiti 6,5: quasi mai realmente impegnato in fase difensiva, infatti insieme a tutta la linea gioca con i piedi sulla linea di centrocampo a dimostrazione del gioco ultra-offensivo di Gasperini.

Maehle 6,5: ottimo l’esordio da titolare con la maglia orobica da parte dell’esterno belga che garantisce finalmente al tecnico bergamasco di avere a disposizione una valida alternativa sulla destra.

Pessina 6: schierato a centrocampo per far rifiatare de Roon, però viene sostituito in via precauzionale a causa di un problema fisico.

dal 46′ de Roon 6: mette in scena la sua classica partita di quantità e qualità nella partenza dell’azione. Gasperini voleva concedergli un turno di riposo ma l’infortunio di Pessina glielo impedisce.

Freuler 6,5: gioca praticamente da secondo regista centrale anche perchè il Cagliari è completamente schierato a difesa della propria porta.

dal 75′ Depaoli sv

Gosens 7: delizioso il suo assist in occasione del secondo gol che libera Muriel al tiro grazie al quale trova immediatamente il gol del nuovo vantaggio. È in uno stato di grazia che gli permette di fare cose inimmaginabili per gli altri calciatori.

dal 68′ Hateboer 6: anche entrando in campo – comunque sul 3-1 – cerca di risparmiare energie preziose per la prossima partita di domenica. Ordinaria amministrazione.

Malinovskyi 6: dei tre davanti è sicuramente quello che gioca la partita peggiore. Infatti è impreciso sotto porta anche perchè davanti si trova uno splendido Vicario che riesce a limitare notevolmente il passivo.

Miranchuk 7,5: ritorna dal primo minuto dopo tantissimo tempo e segna il gol del vantaggio al termine di un primo tempo dominato. La sua ritrovata verve sarà un’arma in più per l’Atalanta in questa seconda parte di stagione.

dal 68′ Ilicic 5,5: paga il fatto di entrare a partita praticamente in cassaforte. È comunque pericoloso ma impreciso sotto porta, inspiegabilmente anche nervoso incassa un cartellino giallo che potrebbe essere pesante in ottica dei prossimi turni.

Muriel 8: imprendibile in attacco da parte dei difensori del Cagliari. L’unico che riesce a contenerlo è Vicario senza il quale avrebbe portato a casa almeno una doppietta. Un gol ed un assist per lui a suggellare una partita completamente dominata in attacco.

dall’88’ Palomino sv

All. Gasperini 7: ormai la sua squadra gioca a memoria a prescindere dagli interpreti. L’esempio lampante è Maehle che alla prima da titolare sembra che stia giocando da un paio di anni con la squadra. Non rinunciando a tutti i titolari, dimostra quanto tenga alla competizione.

Cagliari

Vicario 7,5: il portiere titolare in Coppa Italia fa vedere tutte le sue capacità mettendo in scena una partita eccellente. È solo grazie a lui se il Cagliari non esce dallo Gewiss Stadium con almeno cinque o sei reti subite. Compie almeno sei-sette parate miracolose. Ennesimo portiere di ottime prospettive sfornato dai cagliaritani.

Zappa 5,5: ha dalla sua parte Gosens che lo costringe ad una partita da terzo centrale, limitando moltissimo il suo gioco offensivo. Appena il tedesco abbandona il campo riesce a spingersi in avanti e il Cagliari diventa più pericoloso

Ceppitelli 5: problematica la sua partita contro gli attaccanti bergamaschi. Non riesce a contenere la strapotenza atletica di Muriel che lo salta costantemente.

Walukiewicz 5: stessa partita del compagno di reparto, infatti subisce costantemente le sortite offensive di Muriel, Malinovskyi e Miranchuk.

Tripaldelli 5,5: pensava di avere maggiore possibilità di gioco visto che dalla sua parte c’era Maehle alla prima assoluta da titolare. Invece è costretto a difendere costantemente ma è uno dei pochi della difesa cagliaritana a salvarsi.

dall’82’ Lykogiannis sv

Marin 5: anche lui schiacciato clamorosamente sulla linea dei difensori a causa del gioco esclusivamente nella metà campo avversaria dell’Atalanta.

Nandez 5: quasi non pervenuto l’uruguaiano che forse frustrato commette un bruttissimo fallo a piedi uniti su Ilicic nel momento dell’ennesimo tentativo di saltarlo dello sloveno. Graziato dall’arbitro visto che la partita era ormai sul risultato ormai consolidato.

Caligara 5: è inutile dire che la partita del giovane cagliaritano è quasi esclusivamente difensiva, infatti viene sostituito da Joao Pedro quando il risultato è di 3-1 e lui non è quasi mai riuscito a superare la linea di centrocampo.

dal 66′ Joao Pedro 4,5: pessimo il suo ingresso in campo, tocca pochissimi palloni e sembra quasi arreso nei confronti di un’Atalanta dominante. Sbilenchi anche i suoi tentativi di conclusione verso la porta.

Tramoni 5: difficile giudicare la sua partita visto che tocca pochissimi palloni ed è quasi non pervenuto in fase offensiva.

dal 72′ Pereiro 6,5: il suo ingresso vivacizza il settore offensivo destro del Cagliari che riesce a rendersi maggiormente pericoloso anche a causa del controllo maggiore che mette in atto l’Atalanta già avanti di due reti.

Sottil 7: il migliore del Cagliari tra i giocatori di movimento. È l’unico che cerca di farsi vedere in fase offensiva con un gol e una traversa colpita. Inventa praticamente da solo il gol del momentaneo pareggio che però non scuote la sua squadra che sembra intorpidita.

dall’82’ Ounas sv

Pavoletti 4,5: inconsistente la sua prova, quasi inesistente in fase offensiva. Non riesce mai a tirare verso la porta di Sportiello e addirittura forse non riesce mai a giocare col pallone nei piedi e lo sguardo verso la porta avversaria.

dal 66′ Cerri 6: entra nel momento peggiore della partita, ma riesce a dare maggiore peso in mezzo all’area rispetto a quanto fatto da Pavoletti.

All. Di Francesco 5: effettua un turnover più ampio rispetto al collega bergamasco e infatti paga le scelte troppo conservative in vista delle partite – più importanti per la squadra sarda – di campionato. Molto probabilmente anche con la formazione al completo avrebbe avuto serie difficoltà ad avere la meglio dell’Atalanta.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Coppa Italia

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati