Seguici su

Serie A

Cagliari-Benevento 1-2, Inzaghi: “Non dobbiamo montarci la testa, ma sono orgoglioso di quanto fatto”

Filippo Inzaghi Benevento
© imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Inzaghi al termine della sfida vinta in rimonta contro il Cagliari e valida per la 16^ giornata di Serie A

La 16^ giornata di Serie A si è aperta con l’anticipo delle ore 12:30 che ha visto protagoniste Cagliari e Benevento. Alla Sardegna Arena la squadra di Filippo Inzaghi ribalta i rossoblù, vincendo la partita per 2-1. Decisive le reti di Sau e Tuia, alla prima gioia in carriera nel massimo campionato. Quattro risultati utili nelle ultime cinque gare, secondo successo di fila in trasferta per i giallorossi che blindano il decimo posto in classifica, portandosi a quota 21 punti. L’allenatore del Benevento ha commentato quanto accaduto sul rettangolo di gioco ai microfoni di Sky Sport al termine del match.

La classifica del Benevento: “Dobbiamo salvarci, sarà difficilissimo e non dobbiamo montarci la testa. I ragazzi stanno andando oltre ogni più rosea aspettativa. Faccio fatica a trovare aggettivi per la squadra, venire in questi campi e vincere per una neopromossa è motivo di grande soddisfazione. Se pensiamo al Parma o al Cagliari degli anni passati non dobbiamo illuderci: a inizio anno tutti ci davano per retrocessi e noi abbiamo trovato la rabbia per poter fare ciò che stiamo facendo”.

La prestazione di Sau: “Per come si allenano posso pescare ad occhi chiusi. Il Cagliari ha giocatori forti in attacco, ma noi ci siamo presentati con un attaccante (Improta) nel ruolo di terzino destro. Sau è una garanzia, l’anno scorso ci ha fatto vincere il campionato e so che quando lo chiamo in causa risponde sempre presente“.

Sul calciomercato: “Dobbiamo salvaguardare quel gruppo che ha fatto tanti record in Serie B e che sta facendo cose incredibili adesso. Abbiamo perso Letizia, che è un calciatore importante: se ci saranno occasioni, la società saprà coglierle“.

Il rendimento del Benevento in trasferta: “Ho cercato di dare quest’impronta alla squadra, sapevo che rischiavo di prendere qualche gol di troppo. Conosco la Serie A, se giochi per difendere le partite le perdi. Dobbiamo renderci pericolosi su ogni palla, pressare alto e i risultati ci danno ragione. La squadra sa gestire i momenti della gara, e questo mi rende molto orgoglioso. Abbiamo fatto il salto di qualità che speravo“.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati