Seguici su

Pagelle

Cagliari-Napoli 1-4, le pagelle: Zielinski MVP, pendolino Di Lorenzo

Zielinski Cagliari-Napoli
twitter.com/sscnapoli

Finisce 1-4 tra Cagliari e Napoli: decidono la doppietta di Zielinski e i gol di Lozano ed Insigne. Le pagelle per il fantacalcio

Il Napoli torna alla vittoria, sbarazzandosi per 4-1 del Cagliari nella 15^ giornata di Serie A. I partenopei partono alla grande nel nuovo anno dominando la partita per tutti i 90 minuti. Decisive per il successo la doppietta di Zielinski e i gol di Lozano e Insigne su rigore. L’ unica nota negativa della gara giocata dagli uomini di Gattuso è stata la momentanea rete pareggio di Joao Pedro, bravo a sfruttare una dormita della difesa avversaria. Notte fonda nel finale però per la squadra di Di Francesco, che rimane anche in dieci per l’espulsione di Lykogiannis. I sardi cominciano così il nuovo anno da dove aveva chiuso il 2020, rimediando un’altra sconfitta al termine di una prestazione negativa.

Partita a senso unico nel primo tempo, con il Cagliari lascia spesso il pallino del gioco al Napoli. La squadra di Gattuso arriva spesso a farsi vedere dalle parti di Cragno con diversi tiri da fuori. Al 25′ è Zielinski a trovare la conclusione vincente, raccogliendo con un potente esterno destro l’ottima sponda di Petagna. Dopo il gol del vantaggio, Insigne e compagni continuano ad attaccare, facendo ciò che vogliono nella metà campo avversaria. Nel Cagliari l’unico che prova a mettersi in luce è Pereiro, principale sorpresa nell’undici di Di Francesco. Un incomprensibile passaggio orizzontale di Manolas intercettato da Simeone al limite dell’area rischia di rendere più complicata del previsto una partita fino a quel momento dominata dagli ospiti. Per fortuna di Ospina il tiro del cholito finisce largo sul fondo e il Napoli rientra negli spogliatoi in vantaggio per 1-0.

Il secondo tempo ricomincia sulla falsa riga del primo, col Napoli a condurre la partita. Il raddoppio partenopeo però non arriva e Joao Pedro al 60′ è scaltro ad anticipare Maksimovic su un cross di Sottil dalla destra e fa 1-1. Pronta ed immediata la reazione della squadra di Gattuso, che nell’azione successiva alla rete del pareggio trova il 2-1 ancora con Zielinski, bravo a farsi trovare pronto in area sul bel traversone di Di Lorenzo. La partita si complica ancora di più per i padroni di casa, quando Lykogiannis atterra Lozano e si fa espellere per doppia ammonizione al 65′. Gara in discesa dunque per il Napoli, che dieci minuti dopo trova il gol del 3-1. La firma, meritatissima, porta il nome di Lozano. La squadra di Gattuso gestisce il finale di partita con il possesso, con il Cagliari che non riesce praticamente mai a reagire dopo esser rimasto in dieci uomini. All’85’ Insigne trasforma il rigore del definitivo 4-1, che mette il punto esclamativo sull’ottima prestazione del Napoli.

Cagliari-Napoli 1-4: le pagelle del match

Cagliari

Cragno 6,5:  È il portiere che compie più parate in Serie A e anche oggi è chiamato ad un duro lavoro. Risponde bene alle tante conclusioni da fuori del Napoli ma deve piegarsi di fronte al destro vincente di Zielinski. Nel secondo tempo la squadra avversaria dilaga ma senza Cragno il passivo per il Cagliari sarebbe potuto essere addirittura maggiore.

Zappa 5,5: Solito grande lavoro in fase di spinta. Qualche passaggio sbagliato però quando c’è da eludere il pressing del Napoli. Insigne è sempre molto vivace dalle sue parti e l’ex Pescara lo soffre in più di un’occasione.

Walukiewicz 5,5: Ha l’incarico di marcare Petagna, che vince alla lunga il duello fisico con il difensore polacco. Nel finale affonda insieme a tutto il reparto difensivo rossoblù.

Ceppitelli 5,5: Bravo ad opporsi sulla conclusione a botta sicura di Insigne nel primo tempo, salvando di fatto un gol. Lascia troppo spazio ai trequartisti avversari in fase di conclusione e Zielinski ne approfitta al 25′. Non riesce ad impedire invece la gioia personale a Lozano in occasione del 3-1.

Lykogiannis 5: Deve vedersela con un cliente difficile come Lozano ma sa far valere la sua stazza nettamente maggiore rispetto al messicano.  Tenta di accompagnare l’azione dei suoi in avanti ma è spesso chiuso bene da Di Lorenzo. Ammonito, viene messo in crisi da Lozano e un intervento troppo irruento gli costa la seconda ammonizione e dunque l’espulsione al 65′.

Nandez 6: Un’ infinità di chilometri percorsi in mezzo al campo. Contenuto bene quando prova ad accendersi con le sue cavalcate palla al piede. A sua volta impedisce però spesso anche al Napoli di ripartire, giocando la solita partita da guerriero.

Marin 5,5: Ha il compito di impostare l’azione rossoblù ma non prova mai la giocata verticale per mettere in moto i trequartisti. Subisce la fisicità di Bakayoko in mezzo al campo

Pereiro 6: È la principale sorpresa dell’undici messo in campo da Di Francesco. La prima azione pericolosa del Cagliari nasce nasce da una sua bella giocata sulla sinistra, con il cross che non è però sfruttato a dovere da Joao Pedro. Rimane comunque l’unica giocata degna di nota dell’uruguaiano che lascia il campo dopo 10 minuti del secondo tempo.

Dal 55′ Tramoni 5,5: Entra per portare idee nuove in fase offensiva ma fallisce nel tentativo.

Joao Pedro 6,5: Impatta di testa un bel crosso di Pereiro ma spedisce alto sopra la traversa. Non illumina come al solito in avanti ma guadagna tanti calci di punizione. Nel secondo tempo tira fuori dal nulla il gol del pareggio, anticipando Maksimovic in mezzo all’area avversaria. Nono gol del suo ennesimo grande campionato.

Dal 82′ Caligara 5: Impiega 3 minuti dal suo ingresso per causare il rigore poi trasformato da Insigne.

Sottil 6: Cestina una delle poche azioni pericolose del Cagliari e risulta spesso falloso in fase di ripiegamento nel primo tempo. Si fa ammonire al 52′ dopo essersi fatto anticipare da un Di Lorenzo. Spostato a destra trova il cross decisivo per il gol dell’1-1 di Joao Pedro.

Simeone 5,5: Fatica a farsi trovare dai compagni in mezzo a due giganti come Maksimovic e Manolas. Prova a sfruttare una sbavatura difensiva avversaria fiondandosi sul pallone come un avvoltoio ma non riesce a trovare il gol. Generoso come al solito nel pressing, non riesce però mai a rendersi pericoloso in attacco.

Dal 82′ Pavoletti sv

All. Di Francesco 5: Il suo Cagliari concede troppo al Napoli fin dalle prime battute e al 25′ Zielinski trasforma dopo diversi tentativi partenopei disinnescati da Cragno. I giocatori offensivi non riescono mai ad entrare in partita e l’1-0 al termine del primo tempo è un risultato che poteva essere più largo. Timida la reazione della sua squadra nel secondo tempo, che riesce però a pareggiare con Joao Pedro. I successivi gol di Zielinski e Lozano, uniti all’espulsione di Lykogiannis tagliano definitivamente le gambe ai suoi giocatori. Il definitivo 4-1 di Insigne affonda un Cagliari nettamente inferiore all’avversario di oggi.

Napoli

Ospina 6: Praticamente mai chiamato all’intervento nel primo tempo. Subisce gol da Joao Pedro sul primo palo nella ripresa ma la conclusione del brasiliano era potente e ravvicinata.

Di Lorenzo 7: Sempre molto aggressivo e puntuale negli interventi. Chiude qualsiasi attacco offensivo del Cagliari, anche quando Lykogiannis prova a farsi vedere con pericolosità in avanti. Reattivo e pimpante anche in fase di spinta. Dal suo destro parte il traversone indirizzato a Zielinski in occasione del 2-1. Dopo il polacco probabilmente il migliore in campo.

Manolas 5,5: Con l’assenza di Koulibaly ha l’incarico di guidare la difesa partenopea. Alla mezz’ora si rende protagonista di un incomprensibile passaggio orizzontale che per poco non costa il pareggio del Cagliari. Riprende in mano la sua retroguardia dopo il gol di Joao Pedro.

Maksimovic 5,5: Chiamato al duro compito di sostituire Koulibaly non corre particolari pericoli nel primo tempo. Al 60′ si perde però Joao Pedro sul primo palo. Il brasiliano vince un rimpallo ed è libero di segnare.

Dal 87′ Rrahmani sv

Mario Rui 6,5: Perde in modo superficiale un pallone che poteva costare caro alla sua squadra nei primi minuti. Meglio quando prova a farso vedere in avanti con diversi cross pericolosi che partono dal suo mancino. Forma la solita ottima catena di sinistra con Insigne.

Dal 87′ Ghoulam sv

Ruiz 5,5: Errori banali e non da lui nei primi minuti di partita. Prova a reagire scaricando un bel mancino in porta, disinnescato però da Cragno. Sale in fase di impostazione, ma nel secondo tempo è troppo molle al limite dell’area quando perde il contrasto che porta al gol dell’1-1 del Cagliari. Ancora insufficiente.

Bakayoko 6: Perde qualche contrasto in mezzo al campo, dove di solito ci ha abituato giganteggiare. Meglio nel secondo tempo quando è una vera e propria diga davanti alla difesa. Non è certo un giocatore appariscente ma è fondamentale nell’undici di Gattuso.

Dal 87′ Lobotka sv

Lozano 7: Troppo fumantino nei primi minuti di partita. Da sottolineare però il suo atteggiamento positivo anche in fase difensiva. È comunque un pericolo costante sulla fascia destra del Napoli ed è furbo nel farsi atterrare da Lykogiannis in occasione del secondo giallo del greco. Mette il punto sull’ottima prestazione trovando il gol del 3-1 ad un quarto d’ora dalla fine.

Zielinski 7,5: scalda subito i guantoni di Cragno con una bella conclusione da fuori. Trova il gol al 25′ con un fantastico tiro di esterno destro da fuori. Il primo a prendersi la responsabilità della giocata nel Napoli. Trova addirittura la doppietta due minuti dopo il gol del pareggio del Cagliari. L’ammonizione rimediata al 70′ non gli nega assolutamente la palma di migliore in campo.

Dal 76′ Elmas sv

Insigne 6,5: riesce sempre a creare qualcosa di pericoloso quando parte da sinistra ed entra dentro al campo. Prezioso il suo contributo anche in fase di ripiegamento. Cerca spesso la conclusione senza trovare mai la porta nel primo tempo. Il suo destro sembra essere particolarmente  caldo quest’oggi e all’85’ firma la vittoria dei suoi trasformando il rigore del definitivo 4-1.

Petagna 6,5: Fa fatica a trovare la giusta posizione in campo nei primi minuti ma serve un’ottima sponda a Zielinski che è libero di scaricare in porta l’1-0. Fa ciò che gli chiede il suo allenatore, dando sempre un appoggio ai suoi compagni in avanti.

Dal 76’Politano 6: Entra subito in partita portando la solita vivacità in avanti. Con un Lozano così la sua titolarità diventa però sempre più difficile.

All. Gattuso 6: Zielinski gioca alla grande sulla linea dei trequartisti e Petagna fa molto lavoro per i compagni da unica punta. Nonostante le pesanti assenze di Mertens e Osimhen il suo Napoli riesce sempre a trovare le giuste combinazioni in avanti. Ha il solo rimpianto di non tornare negli spogliatoi senza aver trovato il raddoppio. Nel secondo tempo non ha nemmeno il tempo di arrabbiarsi con i suoi per il gol del pareggio subito , che subito Zielinski fa 2-1. Dopo l’espulsione di Lykogiannis il Napoli trova ampi spazi da sfruttare nella metà campo avversaria ed è libero di scatenarsi con altri due gol. Prestazione convincente e vittoria ritrovata.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati