Seguici su

Calciomercato

Chi è Aleksandr Kokorin, il bad boy russo vicinissimo alla Fiorentina

Rocco Commisso presidente Fiorentina
violachannel.tv

Alla scoperta di Aleksandr Kokorin, vecchio talento del calcio russo. Tra carcere e classe, una nuova soluzione offensiva per la Fiorentina

Serve nuova linfa in attacco per la Fiorentina dopo una partenza un po’ a rilento. L’attacco della Fiorentina è un reparto che mischia l’esperienza alla freschezza di giovani promettenti. Al momento la Viola sembra essersi leggermente rialzata dopo le prime partite disastrose, ma non ha ancora trovato la continuità. La classifica non è esaltante, la squadra di Prandelli si trova nella seconda metà del tabellone con soli 18 punti conquistati. I gol fatti sono pochi per una squadra come la Fiorentina, solo 18, è il secondo peggior attacco della Serie A assieme al Genoa.

Dati questi problemi sorge la necessità di acquistare un attaccante per completare un reparto che non sta rendendo come si voleva. Il titolare dell’attacco viola, come già confermato più volte da Prandelli, è Vlahovic, ma ciò non toglie che un centravanti in più possa far comodo alla squadra. Spunta così il nome di Kokorin, dallo Spartak Mosca, che sembra essere vicino al trasferimento a Firenze. La trattativa è a buon punto, l’accordo col giocatore c’è già, manca quello col club che è da definire. Aleksandr Kokorin è il primo obiettivo per l’attacco della Fiorentina.

Chi è Aleksandr Kokorin

Aleksandr Kokorin è un centravanti il cui ruolo principale è la prima punta. L’attaccante può giocare anche sulla destra o da supporto alla punta centrale. Kokorin nasce il 19 marzo 1991 a Valujki, una città della Russia sudoccidentale, dove muove i suoi primi passi accompagnato dal padre. Lo stesso padre, patito della boxe, gli impone di praticarla assieme al calcio. La prima squadra ad interessarsi a lui è lo Spartak Mosca, che però non lo ingaggia subito, avendo ancora nove anni. Si muove così la Lokomotiv Mosca, che lo ingaggia da bambino, ed in cui fa parte delle giovanili per ben sei anni. Nel freddo inverno russo del 2008, Kokorin si trasferisce alla Dinamo Mosca, in cui ha l’onore di debuttare tra i professionisti a soli 17 anni, siglando il gol decisivo contro il Saturn. È diventato il giocatore più giovane a segnare un gol per Dinamo nel campionato russo.

Nel 2013 ha una parentesi poco felice all’Anzhi, che lo acquista a luglio, ma nell’agosto seguente lo restituisce alla Dinamo Mosca a causa del ridimensionamento economico. Dopo otto anni a Mosca, è il momento di cambiare per Kokorin, vuole il riscatto dopo qualche stagione non al top. Nel 2016 passa allo Zenit San Pietroburgo, con la quale gioca fino al gennaio 2020 . I suoi anni allo Zenit sono fatti di alti e di bassi, tra gol e qualche esuberanza di troppo. Kokorin vince il suo primo trofeo in carriera nel 2016, la Coppa di Russia , ma nel 2018, nella gara di Champions League contro il Lipsia, subisce un grave infortunio al crociato che lo tiene out per sei mesi.

Nello stesso anno giunge il punto più basso della carriera di Aleksandr, l’arresto. Il giovane russo viene arrestato dopo aver aggredito fisicamente un funzionario di un pub, e nel 2019 viene condannato ad un anno e sei mesi di carcere. Dopo 345 giorni in gattabuia, il classe 91′ torna a vestire la maglia dello Zenit, che lo presta subito al Sochi, dove segna sette gol in dieci presenze. Nell’estate del 2020 passa a parametro zero allo Spartak Mosca, in cui milita attualmente ed ha realizzato due gol in dieci partite.

Ruolo e caratteristiche di Aleksandr Kokorin

Aleksandr Kokorin è un attaccante di movimento, che fa del ruolo di prima punta il suo principale, ma può adattarsi anche sulla destra o da seconda punta. Quando gioca dietro ad una punta di peso tira fuori tutte le sue qualità, e nonostante sia alto ben 184 cm, è davvero veloce ed abile nello stretto. Non è un bomber d’area, bensì un centravanti mobile che ama spaziare.  Il numero 9 dello Spartak Mosca in questa stagione ha realizzato due gol ed un assist in otto presenze. Fisicamente è imponente e difende bene palla, infatti vince molti contrasti e vanta il 61% di palle contese vinte.

L’attaccante ha ormai 29 anni, è un ex astro nascente del calcio russo, ma non ha tanti margini di miglioramento, non è più un ragazzino. Caratterialmente è un tipo acceso, dal carisma forte e spesso troppo esuberante. Nella Fiorentina potrebbe far da supporto a Vlahovic nel 3-5-2 firmato Prandelli. Viste le poche garanzie fisiche di Ribery, e Kouame che sembra fuori dal progetto, Kokorin potrebbe piazzarsi da seconda punta a supporto di Vlahovic in caso di assenza del francese, tra i due si formerebbe una bella staffetta.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Igor, Pezzella, Milenkovic; Caceres , Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic, Ribery (Kokorin). All. Prandelli

 

 

 


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Calciomercato

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati