Seguici su

Coppa Italia

Fiorentina-Inter 1-2, Conte: “Qualificazione meritata. Eriksen? Deve crederci”

Antonio Conte Inter
© imagephotoagency.it

Le parole del tecnico dell'Inter dopo la vittoria in extremis contro la Fiorentina. Ottima prestazione in vista della Juventus

Ad aprire la seconda giornata della fase a eliminazione diretta della Coppa Italia: Fiorentina-Inter è il secondo match valido per gli ottavi di finale della competizione. I viola perdono amaramente ai supplementari con Lukaku che guadagna la qualificazione con un gol al 119′. Passati in vantaggio al 40′ del primo tempo con Vidal su rigore, i nerazzurri si sono fatti recuperare da Kouame ma la Fiorentina non riesce comunque ad arrivare ai rigori. Antonio Conte, tecnico dell'Inter, analizza la vittoria e il passaggio agli ottavi di finale, con uno sguardo al derby d'Italia di campionato.

Il gruppo ha dato buoni segnali grazie anche alle prestazioni dei singoli: “Qualificazione meritata che poteva arrivare prima, abbiamo avuto occasioni importanti per legittimare il successo. Però va bene così, i ragazzi hanno giocato 120 minuti con un buon ritmo e con una buona organizzazione. Sono soddisfatto, sono contento per i calciatori come Kolarov, Ranocchia, hanno risposto bene: ho un gruppo di ragazzi seri che hanno a cuore l’Inter. Sono contento di allenarli. Ho avuto risposte positive, c’era anche stanchezza fisica: in tanti venivano da un tour de force importante”.

Le condizioni di Lukaku, autore del gol vittoria, e Hakimi: “Lukaku sta cercando di smaltire un problema, dopo la Roma ha lavorato a parte, Hakimi aveva 38 di febbre ieri. Abbiamo messo giù una formazione per passare, le risposte sono positive: tutti devono essere coinvolti con un obiettivo, quello di dare il meglio.

Parole dolci anche per Eriksen, utilizzato oggi nel ruolo di play: “E’ un ragazzo positivo, si è allenato tutta la settimana e l’ho provato in un ruolo dove non siamo coperti. Da parte nostra cerchiamo di coinvolgerlo in tutto e per tutto, poi ovviamente devo fare delle scelte. Spero che questa gara possa servire anche a lui per credere di più in se stesso”.

Archiviato il passaggio di turno in Coppa Italia, c'è da pensare alla Serie A. Domenica sera c'è Inter-Juventus, in programma alle ore 20:45 a San Siro: “Abbiamo passato il turno su un campo difficile, quando vinci è energia allo stato puro. Nelle ultime dieci partite i ragazzi hanno vinto otto partite di fila: spesso si rischia di bruciare energie nervose perché non basta mai quello che fai. Era importante qualificarci, ci sarà tempo per recuperare. Con la Juve la partita ha stimoli, misurerà le nostre ambizioni e se il gap è ridotto: recuperiamo e poi la prepareremo al meglio”.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Coppa Italia