Seguici su

Pagelle

Genoa-Bologna 2-0, le pagelle: ancora in gol Destro e Mihajlovic ko

esultanza Mattia Destro Genoa
© imagephotoagency.it

Termina 2-0 Bologna-Genoa, apre Zajc e chiude Destro. Per i felsinei è notta fonda, Schouten un disastro. Le pagelle per il fantacalcio

Game over a Marassi con il Genoa che ha battuto 2-0 il Bologna, con le reti di Zajc e Destro. Il Grifone sale a quota 14 punti in graduatoria, trovando la seconda vittoria nelle ultime quattro partite. Malissimo, invece, la squadra di Mihajlovic, che non vince una gara da fine novembre contro il Crotone. Nelle ultime sei gare sono arrivati, cinque pareggi e un ko.

Primo tempo equilibrato a Marassi tra un Genoa che gioca di rimessa e un Bologna, costantemente nella meta campo avversaria. Quando riparte, il Grifone è abbastanza pericoloso e al minuto 10 impensierisce la retroguardia felsinea con Criscito, che supportato da un velo di Destro, arriva alla conclusione, respinta bene da Da Costa. Quattro minuti più tardi, è la volta del Bologna, che tira per la prima volta verso la porta avversaria, con un diagonale di Vignato, bloccato facilmente da Perin.

Lo scorrere delle lancette non regala ulteriori occasioni da gol, con un Bologna in grande pressione, ma poco pericoloso quando è l'ora di offendere. Bisogna, infatti, aspettare il minuto 33, per rivedere un'altra palla-gol, questa volta con Orsolini, la cui conclusione trova la buona respinta in corner di Perin. Al 43 esimo, però, arriva la fiammata vincente di stampo genoano: ripartenza in velocità di Shomurodov, palla a rimorchio per Zappacosta, il cui tiro viene respinto da Da Costa, che a sua volta non può far nulla sul secondo tap-in di Zajc.

Pronti-via al decimo minuto della ripresa, il Genoa raddoppia: Schouten si addormenta a 15 dalla sua porta, facendosi portare via il pallone dal neo-entrato Ebongue, palla a Destro, che freddissimo batte Da Costa per il 2-0. Il Bologna prova a proiettarsi in avanti alla ricerca del gol per riaprire la gara, ma fatica a costruire palle-gol, importanti, infrangendosi continuamente contro la retroguardia genoana. Nel finale, pericolosi Tomiyasu e Barrow, ma le loro conclusioni non trovano l'acuto vincente.

Nel Genoa, buone le prestazioni di Destro, Shomurodov e Badelj, che sono stati tra i principali protagonisti del match. L'uzbeko ha, per certi versi, collezionato la rete del vantaggio di Zajc; mentre l'ex di turno è stato freddissimo nel portare i suoi sul 2-0. Un muro, invece, il croato davanti la difesa. Nel Bologna, si salvano Tomiyasu e Vignato, bravi e intraprendenti rispettivamente sulla fascia destra e sinistra.

Genoa-Bologna, le pagelle del match

Genoa

Perin 6: attento sul pericoloso tiro dalla distanza di Orsolini nel primo tempo. Nella ripresa, quasi normale amministrazione e in più prende una fondamentale porta inviolata al fantacalcio.

Masiello 6,5: ha dovuto affrontare un cliente non proprio soft come Orsolini, ma ha difeso molto bene, giocando molto sulla sua esperienza.

Radovanovic 6: si adatta da difensore centrale nella difesa a tre e lo fa con ordine e diligenza. Si becca un cartellino giallo per fermare una ripartenza avversaria, negativa per il malus al fantacalcio.

Zappacosta 6: cambia fascia durante la stessa partita, facendo ala destra nel primo e quella sinistra nella ripresa. Sempre attivo e intraprendente, importante il suo recupero per la formazione di Ballardini.

Behrami 5,5: soliti muscoli e quantità in mezzo al campo, ma dal punto di vista qualitativo lascia un po' a desiderare. Non entra durante la ripresa, sostituito dal giovane francese Eboa Ebongue.

dal 46′ Eboa Ebongue 6,5: da una sua pressione alta che comporta l'errore di Schouten, arriva la rete di Destro. Esce dopo 27 minuti per dare spazio all'esperienza di Lerager.

dal 73′ Lerager 6: entra al posto del giovane francese, dando quantità ed esperienza, per portare a casa i tre punti.

Badelj 6,5: solita sostanza in mezzo al campo, utile in fase di interdizione e di impostazione. Rischia un giallo nel primo tempo su fallo in ripartenza di Vignato, graziato dall'arbitro. Nella ripresa, sale in cattedra per presenza e qualità nel recuperare i palloni.

Zajc 6,5: ha il merito di sbloccare la gara, ribadendo in rete la parata di Da Costa sull'iniziale tap-in di Zappacosta. Per il resto non si fa vedere molto durante il secondo tempo, dando più quantità che qualità.

Criscito 5,5: è apparso abbastanza bloccato durante la prima frazione di gioco, costantemente pressato dal giapponese Tomiyasu, nonché dagli strappi di Orsolini.

dal 46′ Ghiglione 6: entra e fa il suo sulla fascia destra, non esaltandosi in fase offensiva, ma non dispiacendo in quella difensiva.

Shomudorov 6,5: la gran parte del merito per il gol del vantaggio genoano è proprio dell'attaccante uzbeko. Straordinario il suo strappo a seminare Paz, nonché la palla a rimorchio per l'arrivo dei propri compagni. Il ragazzo ha qualità e colpi veramente interessanti.

dall'80' Pjaca sv

Destro 7: trova il quinto gol nelle ultime sei partite, confermandosi una pedina fondamentale per il Genoa e una bella sorpresa al fantacalcio. Molto freddo e lucido sul gol, per battere Da Costa.

dall'85' Melegoni sv

All. Ballardini 7: la sua cura ha portato buonissimi frutti all'orto di Preziosi, ben sette punti in quattro partite, tra cui due vittorie fondamentali contro Bologna e Spezia.

Bologna

Da Costa 5,5: un po' goffo nel gol del vantaggio genoano, con il tiro di Zappacosta respinto centralmente, che ha favorito il tap-in di Zajc.

Tomiyasu 6,5: da terzino gioca meglio, forse perché è il suo ruolo più congeniale. Ha dato grande spinta sulla fascia destra, mettendo in difficoltà l'avversario di turno, Criscito.

Paz 5,5: ha sofferto l'ottima qualità dell'uzbeko Shomurodov, che nel primo tempo gli va via, dando vita la gol del vantaggio genoano.

dall'81 Poli sv

Danilo 5: il peggiore della retroguardia felsinea, non è riuscito a garantire organizzazione ed esperienza davanti Da Costa, dimostrandosi a tratti anche un po' impacciato soprattutto nel primo tempo.

Hickey 5,5: bloccato rispetto a Tomiyasu, che invece, è apparso molto più dinamico e intraprendente. Il giovane ragazzo scozzese ha avuto sicuramente uscite migliori.

dal 59′ Dijks 6: da più dinamicità alla fascia sinistra, mettendo dei buoni cross in mezzo, causando anche il giallo a Ghiglione.

Dominguez 5,5: in fase di supporto del gioco, non dispiace, accompagnando anche l'azione dei suoi, ma paga la lentezza nel respingere la parata di Da Costa, causando l'anticipo e il gol di Zajc.

Schouten 4,5: clamoroso errore del centrocampista svedese, che si fa soffiare palla a 15 metri dalla sua porta, su pressione del giovane ebongue, causando la rete di Destro.

dal 59′ Barrow 6: prova a dare imprevedibilità e velocità al reparto offensivo bolognese, non riuscendo a cambiare il risultato.

Orsolini 5,5: può e deve fare di più con la sua qualità. Infatti in 73 minuti di gioco, si fa vedere solo una volta nel primo tempo con un tiro dalla distanza.

dal 73′ Skov Olsen sv

Soriano 5,5: è mancata la sua qualità sulla trequarti, che è fondamentale per la squadra di Mihajlovic. Senza i suoi colpi, i suoi fanno fatica a segnare e ad essere pericolosi.

Vignato 6,5: intraprendente sull'out di sinistra, cercando anche il tiro verso la porta di Perin. La qualità non gli manca e anche in un campo, più simile ad una tenuta di patate, che ad un rettangolo verde adibito al gioco del calcio, si è destreggiato positivamente.

Palacio 6: solito impegno e tanta sostanza in avanti, dove a volte si trova a fare a botte contro la retroguardia avversaria, ma manca ancora il gol.

dall' 81 Rabbi sv

All. Mihajlovic 5,5: non vince da fine novembre e la maledizione continua. Nelle ultime sei partite sono arrivati solo cinque punti. Deve assolutamente intervenire per risalire la china.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Pagelle