Seguici su

Pagelle

Genoa-Cagliari 1-0, le pagelle: Destro ancora in gol, muro Perin

esultanza Mattia Destro Genoa
© imagephotoagency.it

La sfida della 19^ giornata di Serie A tra Genoa-Cagliari giocata allo stadio Ferraris finisce 1-0. Ballardini sorride, Di Francesco sempre più giù

Lo scontro salvezza tra Genoa e Cagliari finisce 1-0 a favore del Genoa di Ballardini, che può esultare contro la sua ex Squadra. Pesantissima la vittoria del Genoa in ottica salvezza, con un Cagliari troppo fragile e mai davvero pericoloso in avanti, il gol di Destro dopo 11 minuti abbatte i sardi e li lascia ancora secco di vittorie.

Primo tempo con il Genoa che parte aggressivo e che prova a fare la partita, il Cagliari prova a giocare di rimessa e con lanci lunghi dalle retrovie. La partita si fa subito in salita per il Cagliari che dopo 11 minuti si fa punire da Destro, imbeccato splendidamente da Strootman, fattura del gol splendida con due tunnel e due no look, che spengono immediatamente le velleità della squadra di Di Francesco. Dalla mezz’ora Cagliare che cresce, ma grazie alle due super parate di Perin negano la gioia del gol prima a Joao Pedro e poi a Simeone, il primo tempo finisce con il Genoa in vantaggio di un gol.

Nel secondo tempo il Cagliari entra in campo con più convinzione alla ricerca del pari, alzando la pressione e migliorando la fase di pressing, cercando più volte la via del pareggio ma peccando spesso di imprecisione. Il Cagliari non è mai davvero pericoloso in avanti nonostante mantenga il pallino del gioco per tutto il secondo tempo, anzi rischia due volte il colpo del ko sui contropiede di Zajc e Zappacosta che sprecano le occasioni. Al 90′ Cerri ha il colpo del pareggio in canna ma non gli riesce la magia e condanna i suoi all’ennesima sconfitta.

Genoa-Cagliari le pagelle del match

Genoa

Perin 7: doppio miracolo nel primo tempo su Joao Pedro e Simeone, per il resto è ordinaria amministrazione.

Masiello 6,5: recupero d’oro al 40′ che toglie palla a Joao Pedro per il tap-in del pareggio, tiene bene la posizione per tutta la partita.

Radovanovic 7: ottava presenza consecutiva da difensore centrale compiti di copertura a controllare Simeone, e di impostazione con lanci lunghi dalla retroguardia. Se la cava ottimamente in entrambe le fasi.

Criscito 6: messo pochissimo in difficoltà, con il suo piede educato prova qualche sortita offensiva senza successo però.

Zappacosta 6: sprinta sulla fascia mettendo in difficoltà Lykogiannis, recupera qualche buon pallone. Buona prestazione sotto il profilo atletico e tattico: Sbagli il gol del ko, ma esultare lo stesso.

Zajc 6: buona partita in mezzo al campo, non sbaglia nulla e gioca palloni facili. Unico neo della sua partita è l’errore sulla pala del 2-0 davanti a Cragno.

dal 77′ Melegoni: s.v.

Badelj 6: gioca quasi a uomo su Marin, non lasciandogli toccare palla, svolge ottimamente il suo ruolo di copertura.

Strootman 6,5: recupera palloni e disegna l’assist vincente al bacio con il mancino per Destro. La qualità c’è e si vede, si spegne alla distanza, ma il suo valore non è mai messo in discussione. Fondamentale.

dal 61′ Behrami 6: entra per far legna a centrocampo, non delude le aspettative.

Czyborra 6: partita diligente, ha il merito di annullare Zappa insieme al suo capitano Criscito. Esce a inizio ripresa per permettere ai suoi di gestire il vantaggio.

dal 55′ Onguene 6: famoso per essere il sosia di Adebayor, entra e si piazza nei tre di difesa, gara diligente e senza affanni, ottimo debutto in Serie A.

Destro 7: primo pallone toccato e subito gol, mette sempre in apprensione la difesa sarda, cala fisicamente nel secondo tempo ma rimane una pedina fondamentale. Macchia di una buona partita, l’ammonizione ingenua al 17′.

dal 61′ Pandev 6: entra per tenere palla e far ripartire l’azione, lo fa alla grande a dispetto dei suoi 37 anni. Infinito.

Shomurodov 6,5: grande merito nel gol del vantaggio rossoblu, mette a sedere Godin e da palla a Strootman che inventa per Destro. Giocate illuminanti, sbaglia un gol da zero metri a fine primo tempo. Lotta e si prende tanti falli aiutando i suoi ad allentare la pressione del Cagliari.

dal 76′ Pjaca 6: entra bene, offre la palla del ko a Zappacosta che non la sfrutta, buon impatto.

All. Ballardini 7: mette in scacco la squadra di Di Francesco non permettendogli di sviluppare il gioco a centrocampo, ma costringendolo ad affidarsi a lanci lunghi inutili. La sua squadra tiene botta quando il Cagliari preme sull’acceleratore, e riesce a trovare tre punti d’oro.

Cagliari

Cragno 6: incolpevole sul tiro ravvicinato di Destro. Tiene in vita i suoi con la parata su Zappacosta a cinque minuti dalla fine, ma non basta.

Zappa 5,5: richiamato spesso da Di Francesco, non riesce a incidere in fase offensiva nonostante ci provi, soprattutto nel secondo tempo.

Ceppitelli 5,5: vicino al gol alla mezz’ora con un colpo di testa a lato di pochissimo, partita senza sussulti la sua, ma alla fine ad esultare sono gli avversari.

Godin 5: si fa beffare troppo facilmente da Shomurodov, in occasione del gol, prova a sistemare le cose sulle palle inattive ma non è giornata.

Lykogiannis 4,5: spesso in difficoltà, conferma il trend negativo delle ultime partite e paga le tante scelte sbagliate sulle potenziali ripartenze dei suoi.

Nandez 5,5: si conferma giocatore falloso, ammonito dopo 19 minuti. Potrebbe fare di più, crossa tanto ma senza precisione.

Marin 5: mai nel vivo del gioco, il Cagliari preferisce giocare con lanci lunghi anziché farsi illuminare dai suoi piedi. Non riesce mai ad incidere.

Duncan 6: fedelissimo di Di Francesco tocca pochi palloni, ma difficilmente perde palla o sbaglia decisione, subisce la poca intesa con Lykogiannis. Rimane uno dei migliori dei suoi.

dal 69′ Sottil 5,5: entra per mettere in difficoltà la difesa del Genoa con le sue accelerate, ma non ci riesce mai.

Nainggolan 5: spesso impreciso sia sugli appoggi che sui tiri dalla distanza, cerca di entrare nel vivo nel gioco ma non riesce a cambiare marcia alla sua stagione e a quella del Cagliari.

dal’85’: Pereiro: s.v.

Joao Pedro 4,5: partita sottotono, costretto a prendersi palle a centrocampo, viene stoppato da Perin a metà primo tempo. Si vede poco e male, doveva fare di più.

Simeone 4,5: nessun pallone giocabile per lui fino al 37′ quando scarica un bellissimo tiro ben parato da Perin, per il resto è spettatore non pagante, prestazione negativa quella dell’argentino.

dal 69′ Cerri 5,5: al 90′ all’unico pallone giocabile tira alto, poteva essere l’eroe di giornata ma non ci riesce.

All. Di Francesco 5: si presenta al Ferraris con cinque sconfitte consecutive in campionato, dopo 11 minuti è già sotto. La sua squadra gioca a folate, nel secondo tempo ha sempre il pallino del gioco in mano, ma non riesce a fare male. Adesso la sua panchina comincia a traballare fortemente.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
presentazione Guida fantacalcio calciodangolo
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati