Seguici su

Serie A

Inter-Juventus: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

cristiano-ronaldo-de-vrij-inter-juventus
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Inter-Juventus, partita della 18^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Domenica 17 gennaio, tutti gli occhi saranno puntati sul Meazza, per il derby d’Italia tra Inter e Juventus. I nerazzurri sono reduci dal pareggio in campionato per 2-2 contro la Roma e dal successo in extremis ai tempi supplementari contro la Fiorentina durante gli ottavi di finale di Coppa Italia. Ottimo momento di forma, invece, per la Juventus, che arriva da ben quattro vittorie consecutive tra campionato e Coppa Italia. Nell’ultimo turno di Serie A, successo contro il Sassuolo, mentre, cosi come l’Inter, ha ottenuto il pass per i quarti di finale ai tempi supplementari, contro un buon Genoa. Tutto quello che c’è da sapere sul match della 18^ giornata tra Inter-Juventus.

Come arriva l’Inter

Dopo ben otto vittorie consecutive, incanalate tra fine novembre e inizio gennaio, l’Inter ha trovato nelle ultime due partite, solo un punto, rispettivamente contro Sampdoria (2-1) e Roma (2-2). Beffardo, il pari ottenuto all’Olimpico, dopo che i nerazzurri avevano rimontato alla grande il gol iniziale di Pellegrini, grazie alle reti di Skriniar e Hakimi; nel finale, risultato messo in equilibrio dall’incornata di Mancini.

La squadra di Conte, però, si è potuta rifare già in settimana con l’ottenimento del passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia, grazie al 2-1 rifilato alla Fiorentina, con marcatura decisiva di Lukaku al minuto 119. In classifica, l’Inter insegue i cugini del Milan, a quota 37 punti (Diavolo a 40).

Dal punto di vista numerico, i nerazzurri appaiono una squadra alla ricerca di un equilibrio difensivo. Infatti, ai 43 gol messi a segno (miglior attacco del torneo), si contrappongono le 23 reti subite (seconda peggior difesa, tra le prime sei della classe).

Come arriva la Juventus

La Juventus di Pirlo sembra essersi rimessa in careggiata, dopo un breve periodo certamente non positivo. Dopo, infatti, la doppia batosta di fine anno, con le sconfitte in e fuori contro Fiorentina e Napoli, la formazione bianconera ha iniziato il 2021 con il piede premuto sull’acceleratore. Le ultime tre gare di campionato hanno dato riscontri ottimi, con tre vittorie consecutive, contro Udinese, Milan e Sassuolo, in cui la Juventus ha anche segnato 10 gol.

Bene anche in Coppa Italia, dove ha raggiunto i quarti di finale della competizione dopo aver battuto ai tempi supplementari il Genoa per 3-2. In graduatoria, i bianconeri si trovano quarti, con 33 punti all’attivo (una partita da giocare), a -7 dal Milan capolista.

Quanto ai numeri, l’undici di Pirlo appare a prima vista una squadra più quadrata rispetto all’Inter. Infatti, in 16 gare di campionato, ha segnato 35 gol (quarto miglior attacco del torneo), subendo solo 16 reti (miglior difesa al pari di Napoli e Verona).

Orario di Inter-Juventus e dove vederla in tv o in streaming

Il derby d’Italia tra Inter-Juventus si svolgerà domenica 17 gennaio alle ore 20:45. La gara del Meazza si svolgerà regolarmente a porte chiuse, a causa del diffondersi della pandemia di coronavirus. Il match sarà tramesso in diretta ed in esclusiva su Sky e precisamente su Sky Sport Uno (canale 201 del satellite), Sky Sport Serie A (canale 202 del satellite) e Sky Sport Calcio Uno (canale 251 del satellite). Inoltre, per gli abbonati Sky, sarà possibile assistere al big-match tramite le piattaforme streaming Sky Go e Now TV.

Probabili formazioni Inter-Juventus

Per il derby d’Italia contro la Juventus, Conte dovrebbe fare a meno degli infortunati D’Ambrosio, Pinamonti e Vecino. In campo andrà l’undici ormai collaudato dal tecnico salentino, ovvero Handanovic tra i pali, terzetto difensivo composto da Skriniar, de Vrij e Bastoni. A centrocampo, la freccia Hakimi inamovibile a destra, mentre a sinistra Young dovrebbe superare nel ballottaggio Perisic; in mezzo Brozovic, coadiuvato da Barella e Vidal. In attacco, presente la LuLa, Lukaku-Lautaro.

Nella Juventus, Pirlo dovrebbe fare a meno dei positivi al coronavirus Alex Sandro, Cuadrado e de Ligt, nonché dell’infortunato Dybala. Tra i pali, ritorna Szczesny dopo il turno di riposo in Coppa Italia, difesa a quattro composta da Danilo, Demiral (in vantaggio su Chiellini), Bonucci e Frabotta. A centrocampo, l’unico sicuro del posto sembra essere Ramsey, mentre sono vivi i ballottaggi Arthur-Rabiot, Bentancur-McKennie e Chiesa-Kulusevski (in tutti e tre i casi, in vantaggio i primi). In avanti, spazio alla coppia Morata-Ronaldo.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal; Young; Lautaro, Lukaku. All. Conte

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Demiral, Bonucci, Frabotta; Chiesa, Arthur, Bentancur, Ramsey; Morata, Ronaldo. All. Pirlo

Tutte le probabili formazioni della 18^ giornata di Serie A

Precedenti Inter-Juventus

Quello tra Inter e Juventus sarà il derby d’Italia numero 202 in Serie A. I precedenti sono a favore della Juventus che ha vinto ben 92 volte, contro le 58 dell’Inter; 51, invece, i pareggi. Sempre tanti, peraltro, i gol durante questo tipo di match, con i bianconeri che hanno messo a referto 287 gol, mentre i nerazzurri si attestano sui 247. Pur non essendo un derby vero e proprio, in quanto non si tratta di due squadre che fanno parte della stessa città o regione, questa gara ha preso l’ormai famoso appellativo, poiché mette a confronto le due formazioni più, sostenute, titolate e con maggior tradizione sportiva, oltreché col maggior fatturato e valore borsistico d’Italia.

L’espressione derby d’Italia è stata coniata dal grande Gianni Brera nel 1967, per indicare appunto l’incontro, in quel momento storico, tra i due club più ricchi di titoli nel paese. La Juventus, infatti, aveva vinto fin ad allora ben 13 scudetti, mentre l’Inter 10. Inter-Juventus è stata quasi sempre una partita scudetto, come avvenne nel famoso 26 aprile 1998, quando i bianconeri vinsero 1-0 a Torino, partita che non solo permetterà alla squadra dell’allora mister Lippi di allungare a +4 sull’Inter seconda, ma darà al via a tutte le polemiche arbitrali, da lì in avanti.

Gli ultimi cinque incontri di campionato, hanno visto la Juventus avere la meglio in quattro occasioni. Lo scorso anno, i bianconeri vinsero sia all’andata a Milano per 2-1, che al ritorno a Torino per 2-0. Mentre l’ultimo successo nerazzurro è datato 18 settembre 2016, Inter-Juventus 2-1, con reti di Lichtsteiner per la Juventus e rimonta interista costruita da Icardi e Perisic.

Inter-Juventus: i consigli per il fantacalcio

Passando al fantacalcio, il derby d’Italia è sempre una partita abbastanza delicata, con possibili outsider, capaci di trasformarsi in protagonisti. Comunque, se si parla di Inter, bisogna sempre tenere d’occhio la Lu-La. Lukaku è il capocannoniere della formazione di Conte, con 12 reti all’attivo e una fantamedia pari al 9,07 e contro la Juventus potrà regalare qualche gioia ai propri fantallenatori. Il belga vuole anche zittire le critiche, che lo vedono un bomber con le piccole, ma quasi mai con le grandi.

Ok anche Lautaro, che in queste partite è sicuramente l’uomo in più dell’Inter. La sua fantamedia è risalita all’8,21, grazie ai quattro gol segnati nelle ultime quattro partite (ma a secco nelle ultime due di Serie A contro Sampdoria e Roma). Ovviamente da inserire anche Hakimi, a dir poco devastante sulla fascia destra, tant’è che le sue reti in campionato sono addirittura sei, con tre assist all’appello. Fantamedia da urlo, pari al 7,83, contro il giovane Frabotta potrebbe fare ferro e fuoco.

Tra i nerazzurri, meglio evitare Young a sinistra, che dovrà vedersela contro un Chiesa in formato on fire, nonché il giovane Bastoni, che seppur sia ormai un veterano della difesa nerazzurra, potrebbe soffrire e non poco la velocità e il talento bianconero in avanti.

Tra le fila juventine, attenzione alla premiata coppia CR7-Morata. Il portoghese è devastante, con le sue 15 reti in 13 partite di campionato, ha una fantamedia pari al 9,85. In queste partite, la sua firma c’è quasi sempre, dunque metterlo sembra essere qualcosa di veramente scontato. Ok anche Morata, che ha bisogno di ritrovare la via del gol, dopo qualche settimana altalenante fra infortuni e panchine. Per adesso, lo spagnolo è fermo a quattro reti e tre assist, con fantamedia pari al 7,55.

Da inserire anche Chiesa, ormai pupillo di Pirlo e pedina fondamentale dello scacchiere bianconero. L’ex giocatore della Fiorentina ha segnato cinque gol in campionato (quattro con la maglia della Juventus) e ha fornito anche due assist, che gli hanno garantito una fantamedia pari al 7,65. Sa come segnare sia all’Inter che al Mezza, visto che ha già timbrato il suo cartellino ben tre volte in questa stagione: alla prima giornata con la maglia viola e il giorno della Befana con una doppietta ai danni del Milan.

Infine, da evitare, invece Frabotta in difesa, che dovrà vedersela con il treno Hakimi, nonché Arthur, che potrebbe soffrire la fisicità del centrocampo nerazzurro ed è anche in ballottaggio con Rabiot.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati