Seguici su

Pagelle

Inter-Juventus 2-0, le pagelle: Barella stellare, Ronaldo invisibile

Ronaldo-Barella Inter-Juventus
© imagephotoagency.it

Termina 2-0 Inter-Juventus, Barella elettrico, Vidal con il più classico dei gol dell'ex. Ronaldo non pervenuto. Le pagelle per il fantacalcio

Game over Inter-Juventus 2-0, con le marcature di Vidal e Barella. Il derby d'Italia va dunque ai nerazzurri, che salgono a quota 40 punti in classifica, al pari del Milan, che deve giocare contro il Cagliari.

Dopo un piccolo spettacolo pirotecnico fuori dallo stadio in versione capodanno posticipato, il match inizia con un canovaccio abbastanza prevedibile: la Juventus fa la parta, mentre l'Inter compatta gioca velocemente in ripartenza. La prima palla-gol arriva subito al nono minuto con Rabiot, che ricevuta palla in area, calcia in porta trovando la buona respinta di Handanovic. Praticamente la conclusione del francese rimane l'unico tiro in porta del primo tempo bianconero. Da lì in avanti, i nerazzurri iniziano a prendere campo e alla prima occasione, trovano il vantaggio: minuto 12, cross di Barella dalla destra e preciso inserimento di Vidal per l'1-0.

L'Inter gestisce la gara, con la Vecchia Signora che macina gioco, ma non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Handanovic. Tra il minuto 24 e il 31 esimo, è la squadra di Conte a sfiorare il raddoppio, entrambe le volte con Lautaro, che spreca avendo poca precisione. Nel finale, ancora Inter pericolosa con Lukaku, che da pochi passi strozza un invitante pallone messo a rimorchio da Barella.

La ripresa si apre come si era chiuso il primo tempo, ovvero la Juventus fa gioco ma non punge, l'Inter ordinata e organizzata riparte velocemente, rimanendo molto pericolosa.  Al minuto 58, i nerazzurri si portano sul 2-0: lascio meraviglioso di Bastoni, buco impressionante della difesa bianconera, con Frabotta fuori posizione e Chiellini tagliato in mezzo, inserimento di Barella che sotto porta buca Szczesny per il raddoppio interista. La Juventus non riesce a reagire, se non con qualche corner più o meno velenoso, ma praticamente l'unico tiro in porta, arriva al minuto 85, con Chiesa che riscalda i guantoni di Handanovic. Il match termina dopo cinque minuti di recupero.

Inter-Juventus, le pagelle del match

Inter

Handanovic 6,5: si fa vedere realmente al minuto 85′ con una reazione poderosa sul tiro molto pericoloso di Chiesa.

Skriniar 6,5: ormai è ritornato quello di un tempo, ovvero un difensore arcigno e difficilmente superabile, stasera aveva contro un cliente niente male come Ronaldo.

de Vrij 6,5: concentrazione allo stato puro del padrone dell'area difensiva interista, che non sbaglia un colpo bloccando al meglio gli attacchi bianconeri.

Bastoni 7: sembra un veterano della difesa nerazzurra, destreggiandosi benissimo nel schermare gli attacchi dei vari Chiesa e Morata. Poi nella ripresa sale in cattedra con un assist al bacio per Barella.

Hakimi 6,5: solito martello a pressione, che semina chilometri sulla fascia destra, portando a spasso un Frabotta in grande difficoltà

Barella 7,5: centrocampista sempre più totale di questa Inter, che vede nel giocatore sardo una risorsa assolutamente imprescindibile. Che assist per il gol del vantaggio di Vidal e poi si fa 50 metri per fare il 2-0 su gran lancio di Bastoni

Brozovic 6,5: comandante del centrocampo interista, che in mezzo al campo detta legge, vincendo assolutamente il duello con l'omonimo di ruolo Bentancur.

Vidal 7: esce finalmente la versione guerriera del cileno, proprio contro la sua ex squadra. Da copione fa il più classico del gol dell'ex, grazie ad un inserimento preciso a battere l'incolpevole Szczesny.

dal 77′ Gagliardini sv

Young 6: ha l'arduo compito di limitare Chiesa e lo fa molto bene, mezzo punto in meno per il giallo inutile nella ripresa, negativo al fantacalcio.

dal 72′ Darmian 6: entra e fa il suo compito in maniera diligente e corretta, come gli capita in ogni partita.

Lukaku 6,5: fa a botte con Chiellini, in versione Tyson vs Foreman, ma non riesce a trovare il suo timbro, nonostante qualche importante palla-gol creata.

Lautaro 6,5: si destreggia bene in avanti, mettendo in difficoltà la retroguardia bianconera, ma i gol mancati sono stati tanti. Deve avere maggior precisione sotto porta per mangiarsi le partite.

dal 85′ Sanchez sv

All. Conte 7: da una lezione di tattica al suo discepolo, costruendo una partita a dir poco impeccabile, battendo il ferro in ogni istante di partita. Prima vittoria sulla panchina contro la sua ex Juventus.

Juventus

Szczesny 6: non può far nulla sui gol dell'Inter, ma cerca di parare alcuni importanti palle-gol, che avrebbero portato il risultato verso cifre più considerevoli.

Danilo 5,5: si mette a destra come terzino ma non trova la prestazione che aveva regalato nelle ultime gare. In difficoltà come tutta la Juventus

Bonucci 5,5: soffre la velocità e la tecnica del Toro Martinez, non facendo vedere la sua solita maturità in difesa. Partita inoltre condizionata da un giallo a primo tempo.

Chiellini 6: che lotta con Lukaku, ma molto corretta e rispettosa. Sul secondo gol, non ha tanta colpa, visto il buco clamoroso lasciato da Frabotta.

Frabotta 5: lascia un clamoroso buco inspiegabile sul gol del 2-0, in cui si inserisce l'elettrico Barella. Da dimenticare la seconda uscita a San Siro

dal 57′ Bernardeschi 5,5: non riesce a pungere, anche se si muove su una linea di campo molto arretrata.

Chiesa 6: l'unico che nella ripresa prova a rendersi pericoloso per la Juventus, con un tiro al minuto 85′, parato benissimo da Handanovic.

Bentancur 5,5: prestazione non all'altezza dell'uruguagio, che da playmaker è molto nel gestire il gioco e non tiene i ritmi e i muscoli del centrocampo nerazzurro.

Rabiot 5,5: gioca al piccolo trotto nel primo tempo, dove non si accende mai con le sue consuete sgroppate. Fa fatica nel centrocampo tutti muscoli e velocità dei nerazzurri.

dal 57′ McKennie 6: da brio e pressione al gioco bianconero, ma non riesce a sfondare, anche perché i compagni giocano abbastanza male.

Ramsey 5,5: deve dar qualità ed imprevedibilità ad un centrocampo che risulta molto statico, ma rimane ancorato tutte sulle sue, non rendendosi mai pericoloso.

dal 57′ Kulusesvki 5,5: non strappa come aveva fatto qualche settimana contro il Milan, ma anche lui paga un supporto molto sibillino da parte dei suoi.

Morata 5,5: si fa vedere pochissimo in fase offensiva, anche se rispetto al partner portoghese, prova ad allungare la squadra, cercando di creare qualcosa.

Ronaldo 4,5: come contro il Milan non si fa vedere tanto, anzi fa peggio perché fa un tiro in porta e un altro in curva. Gara disastrosa di un giocatore che clamorosamente è mancato in due partite-scudetto. In una, però, hanno risolto i compagni.

All. Pirlo 5,5: contro il Milan aveva vinto grazie ai cambi, in questo caso invece, la serata è proprio negativa. Male in centrocampo, malissimo in attacco.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Pagelle