Seguici su

Serie A

Lazio-Fiorentina: orario, probabili formazioni dove vederla in tv

esultanza gol giocatori Lazio
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c'è da sapere su Lazio-Fiorentina, partita della 16^ giornata della Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Terminato il week end di Serie A è tempo di tornare subito in campo nel turno infrasettimanale: la 16^ giornata di campionato inizia mercoledì 6 gennaio con l'anticipo tra Cagliari e Benevento. Nel pomeriggio di mercoledì scenderanno in campo poi altre dodici squadre, una delle sfide più interessanti di giornata è quella tra Lazio e Fiorentina in programma alle 15:00 allo Stadio Olimpico di Roma.

A Roma si affrontano due squadre che hanno deluso le relative aspettative fino ad ora. La Lazio di Simone Inzaghi è reduce da un'inaspettato pareggio per 1-1 contro il Genoa, penultimo in classifica. I biancocelesti sono attualmente al nono posto con 22 punti, lontani dalla zona Champions dopo aver lottato lo scorso anno per lo scudetto. La Fiorentina di Prandelli viene dallo sterile pareggio casalingo contro il Bologna per 0-0. I viola non si sono allontanati molto dalla zona retrocessione e ad inizio anno avevano ben altre ambizioni: con 15 punti si trovano attualmente al quattordicesimo posto in campionato. Tutto quello che c'è da sapere sul match tra Lazio e Fiorentina

Come arriva la Lazio

La Lazio non arriva da un buon momento in campionato. I ragazzi di Inzaghi dopo aver vinto e convinto nella sfida all'Olimpico contro il Napoli di Gattuso per 2-0, nella gara valevole per la 13^ giornata, hanno incontrato il Milan contro cui hanno perso 3-2 incassando lo svantaggio nei minuti finali di partita e chiudendo l'anno solare con una sconfitta. Nell'ultimo turno i biancocelesti hanno pareggiato 1-1 in casa del Genoa, penultimo in classifica e confermando il periodo non proprio positivo della squadra. La Lazio ha attualmente 22 punti in classifica e si trova al nono posto in campionato. Fino a qui hanno ottenuto sei vittorie, quattro pareggi e cinque sconfitte, queste ultime rimediate con Atalanta, Sampdoria, udinese, Verona e Milan. Con la partita contro la Fiorentina il laziali vorranno cancellare la falsa partenza di domenica a Marassi per tornare a vincere in campionato.

Come arriva la Fiorentina

La Fiorentina di Prandelli viene dal pareggio casalingo contro il Bologna, partita terminata con il risultato di 0-0. I viola avevano chiuso bene l'anno – dopo un inizio stagione da incubo – vincendo in casa della Juventus per 3-0. La partita contro il Bologna però ha fatto riapparire i vecchi fantasmi di inizio anno, evidenziando le mancanze dei gigliati nel gioco e soprattutto in fase realizzativa. In quindici partite i viola hanno segnato 16 reti, peggio dei gigliati hanno fatto solo Parma, Genoa, Crotone e Udinese. Attualmente la il club fiorentino si trova al quattordicesimo posto con 15 punti. La Fiorentina ha vinto fin qui solo tre partite, pareggiandone sei e perdendo in altrettante occasioni. serve approcciare meglio il nuovo anno se non si vuole rischiare di trovarsi nella zona calda di bassa classifica, quella della retrocessione che dista solo quattro punti dai viola.

Orario di Lazio-Fiorentina e dove vederla in tv

Lazio-Fiorentina si gioca mercoledì 6 gennaio alle ore 15:00 allo Stadio Olimpico di Roma. La gara sarà disputata a porte chiuse come da regolamento viste le restrizioni dovute al Coronavirus in Italia. Il match sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma streaming DAZN e sarà visibile tramite qualsiasi dispositivo che supporti l’app di DAZN o in tv per gli abbonati Sky che abbiano sottoscritto l’offerta Sky-DAZN, sul canale satellitare DAZN1 (209).

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 16^ giornata

Probabili formazioni Lazio-Fiorentina

Inzaghi per la sua Lazio riproporrà il modulo che ormai ha cucito addosso alla squadra biancoceleste: un 3-5-2 in cui però dovrà fare a meno dello squalificato Lucas Leiva a centrocampo. Al suo posto pronto a farne le veci dal 1′ Escalante. In porta ancora Reina preferito a Strakosha, nella difesa a tre insieme all'ormai recuperato Acerbi e a Radu potrebbe tornare tra i titolari Luiz Felipe, che era entrato nel secondo tratto di gara a Marassi contro il Genoa al posto di Patric. Nei restanti reparti, a centrocampo il tecnico laziale non si priverà della qualità di Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Sulle fasce laterali sicuri di giocare Lazzari e Marusic che ha rilevato l'infortunato Fares ancora alle prese con uno stiramento muscolare. Sempre ai box Lulic e Parolo. In attacco al fianco di un insostituibile Immobile è sfida aperta a tre tra Caicedo, Muriqi e Pereira con il primo in leggero vantaggio sui restanti compagni di reparto. Ancora fuori Correa per l'infortunio al polpaccio.

In casa Fiorentina Prandelli pronto a riproporre il 3-5-2 già utilizzato in più di un uscita da quando è tornato sulla panchina viola. Gli interpreti del modulo dovrebbero essere gli stessi che hanno affrontato il Bologna la domenica precedente. Da evidenziare il ritorno di Biraghi dalla squalifica che si riprende la fascia sinistra rilevando Venuti. Per il resto confermato Igor nella difesa a tre con Milenkovic e Pezzella, Caceres sull'out di destra e Valero in cabina di regia con Amrabat e Castrovilli ai suoi lati. davanti confermata la coppia di attacco formata da Ribery e Vlahovic, che però è insidiato da Kouame e da Cutrone che ha recuperato dalla lombalgia.

Lazio (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Caceres, Amrabat, Valero, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Vlahovic. All. Prandelli

Consulta tutte le probabili formazioni della 16^ giornata di Serie A 

Precedenti di Lazio-Fiorentina

la Lazio ha vinto le ultime dopo sfide contro la Fiorentina all'Olimpico. L'ultimo pareggio tra le due squadre risale infatti alla stagione 2017/2018, quando la Fiorentina riprese la partita – che vedeva la Lazio in vantaggio per 1-0 con il gol di De Vrij – al 93′, grazie al rigore realizzato da Babacar. L'ultima vittoria viola invece risale alla stagione 2015/2016: Lazio-Fiorentina finì 2-4 in quella occasione, a Lulic e Klose risposero Bernardeschi, Tello e due volte Vecino. In generale le statistiche della partita sono a favore della Lazio, che ha 35 vittorie all'attivo, 22 pareggi mentre sono 14 le vittorie fuori casa da parte della della Fiorentina. Anche il confronto delle reti tra le due compagini è impietoso, in questa particolare sfida la Lazio ne ha segnate 122, mentre la Fiorentina solo 66.

Lazio-Fiorentina: i consigli del fantacalcio

I biancocelesti che pure non stanno brillando in questo momento della stagione si aggrappano alla luce e al piede magico di Luis Alberto. Lontano dall'essere il giocatore determinante dell'anno passato per ora ha collezionato tre reti in 13 partite. Il dato che stupisce riguarda gli assist, Luis Alberto l'anno scorso ne ha confezionati ben 14, per ora è a quota zero, ma il piede è sempre caldo: va premiato in questa partita. Così come Milinkovic-Savic, il centrocampista serbo sa essere un fattore determinate per la squadra di Inzaghi: per lui in 12 partite tre gol a quattro assist: assolutamente da schierare. Altro giocatore imprescindibile al fantacalcio è Immobile, lui si mette sempre perché da lui ci si aspetta il bonus da un momento all'altro. L'attaccante biancoceleste è a quota 10 reti in 13 presenze. Vorrà tentare di riconquistare il titolo di capocannoniere anche quest'anno: da schierare.

Nella Fiorentina che fatica a segnare brilla sempre la luce di Ribery, il francese è l'ultimo a mollare e dai suoi piedi iniziano tutte le azioni pericolose della squadra viola. Non ha ancora segnato quest'anno in campionato ma nessuno si è dimenticato la sua prodezza per il vantaggio viola nell'ultima gara all'Olimpico tra le due squadre: per chi crede nel destino. Qualcuno si chiede che fine abbia fatto Castrovilli dopo un buonissimo inizio di stagione condito da quattro gol e un assist nelle prime cinque giornate, il centrocampista classe '97 si è un po' smarrito come tutta la squadra ma sa accendersi nelle partite che contano e questa è una di quelle: da premiare.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A