Seguici su

Coppa Italia

Roma-Spezia, Italiano contento: “Saponara ci da qualità e personalità”

Vincenzo Italiano allenatore Spezia
© imagephotoagency.it

Le dichiarazioni dell’allenatore dello Spezia Vincenzo Italiano al termine della partita vinta contro la Roma negli ottavi di finale di Coppa Italia

Le dichiarazioni di Italiano dopo la sorprendente vittoria per 4-2 ottenuta dopo i tempi supplementari contro la Roma che ha permesso agli spezzini di qualificarsi al turno successivo della Coppa Italia, dove incontrerà il Napoli che ha eliminato l'Empoli. Determinante è stato Saponara che ha trascinato i suoi alla vittoria con una splendida doppietta. Ottimo anche il rientro di Galabinov che dopo  oltre tre mesi ha ritrovato il gol. Le parole del tecnico ligure al termine del match.

Grande impresa nonostante il turnover: “Sono partite nelle quali bisogna dare spazio ai giocatori che hanno giocato meno. Oggi tutti hanno fatto benissimo, anche con nove cambi siamo stati in grado di dimostrare che soffrendo è possibile raggiungere sempre i risultati. Siamo stati fortunati con la doppia espulsione all'inizio dei supplementari e siamo stati bravi a portare a casa la partita”.

Nelle ultime cinque partite ha raggiungo risultati eccellenti: “Precedentemente abbiamo vissuto un periodo non bello per quanto riguarda i risultati, ma le prestazioni c'erano. Non abbiamo mai mollato cercando di portare avanti quello che stiamo proponendo dall'inizio e nelle ultime partite è venuta fuori la compattezza della squadra. Abbiamo difeso bene contro il Napoli e contro il Torino siamo stati bravissimi a rimanere compatti e a non subire niente nonostante fossimo in dieci dall'ottavo minuto. E poi stasera una gioia indescrivibile, i ragazzi hanno la testa giusta, sanno soffrire e reagire con grandissimi gol come quello di Saponara”.

Cosa pensa del cambio in più effettuato dalla Roma: “Sentivo parlare in panchina, ma io sinceramente non me ne sono accorto. Alla fine c'è anche stato questo errore, quindi la vincevamo lo stesso anche al di fuori del campo”.

La posizione di Saponara come esterno a sinistra: “È la posizione che lui ha chiesto nel momento in cui l'abbiamo contattato. Vuole giocare in quella zona per sfruttare il destro quando si accentra e andare al tiro. In avanti abbiamo bisogno di personalità e qualità, queste era la sua prima partita dopo tanto tempo ma è riuscito a tenere bene fisicamente per tutti e 90 i minuti e non me lo aspettavo”.

Giocate sempre a calcio senza indietreggiare. Come fa a mantenere tutti sulla corda: “Allenare 30 calciatori è un po' complicato, stiamo cercando di rendere l'organico più funzionale nel corso del mercato. Però si deve sempre cercare di dare a tutti i concetti base e sfruttarne le caratteristiche. Durante la settimana si lavora bene e sono tutti a disposizione e questo ci permette di fare queste partite e superare il turno. Devo dire che i ragazzi finora sono stati bravissimi perchè sono tutti al primo anno di Serie A, tutti debuttanti e stiamo facendo un ottimo lavoro. Speriamo di riuscire a continuare così perchè la strada imboccata è quella giusta”.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Coppa Italia