Seguici su

Pagelle

Sampdoria-Inter 2-1, le pagelle: Audero muro, Sanchez disastroso

Alexis Sanchez-Morten Thorsby Sampdoria-Inter
© imagephotoagency.it

I blucerchiati vincono 2-1 contro l'Inter al termine di una partita combattutissima: Audero è un muro, Sanchez disastroso. Le pagelle per il fantacalcio

La Sampdoria si porta a casa una preziosa vittoria per 2-1 contro l'Inter nella gara valida per la 16^ giornata del campionato di Serie A. I nerazzurri restano quindi al secondo posto e sempre ad un punto dal Milan capolista – in attesa del big match serale – i blucerchiati invece risalgono in classifica allontanando la zona retrocessione e con un risultato prestigioso. A condannare la formazione di Conte sono stati i gol di due ex: Keita e Candreva.

Parte subito in avanti l'Inter che si rende pericolosa al 7′ con Young che calcia verso l'incrocio ma trova un attento Audero sulla sua strada, sugli sviluppi del calcio d'angolo fallo di mano di Thorsby con l'arbitro che assegna il rigore per i nerazzurri: Sanchez però calcia malissimo e Audero respinge sui piedi di Young che colpisce la traversa. La Sampdoria si sveglia ed è pericolosissima al 15′ con la traversa colpita di testa da Tonelli e al 23′ va in vantaggio col rigore di Candreva concesso in seguito al fallo di mano di Barella. Bellissima azione di Damsgaard al 37′ che salta mezza difesa dell'Inter e mette una bellissima palla in mezzo all'area che Keita mette in rete per il raddoppio blucerchiato. Ritorna in avanti l'Inter con Lautaro che manda di poco al lato a pochi secondi dal termine del primo tempo.

L'Inter parte fortissimo anche nella ripresa per cercare di riaprire la partita, ma si scopre troppo per il contropiede doriano che arriva al 54′ con la triangolazione Damsgaard-Candreva-Jankto con il bell'intervento di Handanovic. I nerazzurri rientrano in partita col gol di de Vrij al 65′ che sugli sviluppi di calcio d'angolo batte Audero per il 2-1. Audero sempre sugli scudi al 72′ con una grandissima parata sul colpo di testa ravvicinato di Lukaku. Nel finale l'Inter prova il forcing ma non riuscendo a trovare il pareggio.

Bellissima prestazione corale della Sampdoria. Sugli scudi il portiere Audero che para il rigore in avvio a Sanchez (peggiore in campo) e si ripete con altri interventi ottimi. A colpire i nerazzurri sono stati due ex Candreva e Keita, ottima anche la gara di Damsgaard che col suo strepitoso dribbling ha dato il via all'azione del 2-0. In ombra Lautaro e Barella, impalpabile come sempre la prestazione di Eriksen che non riesce ad incidere sul match. Di seguito le nostre pagelle per anticipare i voti del fantacalcio.

Sampdoria-Inter 2-1: le pagelle del match

Sampdoria

Audero 7,5: ottimo inizio di partita con la parata su Young e il rigore respinto a Sanchez che cambiano verso alla gara. Non molla e continua ad effettuare ottimi interventi anche nel resto del match difendendo ottimamente il risultato. Eccezionale l'intervento su Lukaku a dieci minuti dal termine.

Yoshida 6: in difficoltà nei primissimi minuti della partita, poi trova le contromisure contro Young che viene praticamente annullato. terzino destro a causa dell'emergenza difensiva della Sampdoria.

Tonelli 6,5: pericolosissimo con la traversa colpita nel primo tempo sugli sviluppi di palla ferma. Nel primo tempo è quasi insuperabile, ma con l'ingresso di Lukaku inizia ad andare in difficoltà e viene subito sostituito.

dal 68′ Bereszynski 6: viene inserito per cercare di limitare la velocità di Perisic e ci riesce spesso, però ne risente nel gioco aereo e viene sovrastato dall'impreciso croato.

Colley 5,5: in mezzo concede pochissimo spazio agli attaccanti nerazzurri che però riescono comunque a sfiorare spesso il gol. Perde de Vrij in occasione del gol del 2-1.

Augello 6: dalla sua parte ha Hakimi che quando riesce ad affrontarlo nell'uno contro uno lo mette in grave difficoltà, ma lui limita i danni anche aiutato da Audero e dalle occasioni fallite dagli attaccanti interisti.

Candreva 7: molto voglioso di dimostrare il suo valore contro la sua ex squadra. Segna il gol del vantaggio per i blucerchiati e sono sempre precise e pericolose le sue punizioni verso l'area avversaria.

Thorsby 5,5: in occasione del rigore – suo il fallo di mano – viene graziato da Sanchez e deve ringraziare il suo portiere. Corre tantissimo in mezzo al campo per limitare le offensive nerazzurre.

Silva 6,5: molto più funzionale per la partita che Ranieri aveva preparato rispetto al compagno di reparto, infatti copre bene e fa ripartire ottimamente il gioco.

dal 74′ Askildsen 6: nel finale mette anima e corpo per difendere il prezioso vantaggio e continua il compito del compagno.

Jankto 6,5: molto attento in copertura contro il velocissimo Hakimi. Poi sulle ripartenze ha tanto campo libero ma per arrivare alla zona pericolosa ne deve percorrere troppo. Esce stremato ma dopo aver lasciato tutto sul terreno di gioco.

dal 74′ Leris 5,5: entra per dare man forte ad Augello nel raddoppio ad Hakimi e ci riesce ottimamente. Bruttissimo l'intervento nel finale di gara su D'Ambrosio.

Damsgaard 7: stupenda l'azione solitaria in occasione del raddoppio della Sampdoria con la quale salta mezza difesa dei nerazzurri.

Keita 7: tocca pochissimi palloni però si fa trovare al posto giusto e mette a segno il 2-0 alla prima stagionale da titolare. ed è anche ex del match.

dal 92′ La Gumina sv

All. Ranieri 7,5: imbriglia l'Inter nel primo tempo, e dopo il rigore fallito da Sanchez sale in cattedra il suo tatticismo. È costretto a rivoluzionare l'attacco viste le incessante voci di mercato riguardanti Quagliarella, ma non risente delle assenze portando a casa tre punti preziosissimi e che daranno coraggio per le prossime partite.

Inter

Handanovic 5,5: incolpevole sul rigore di Candreva, ha però più di qualche colpa sul raddoppio di Keita sul quale cade troppo lentamente. Bella parata su Jankto, ma l'errore sul gol è più grave.

Skriniar 5,5: molto attento e preciso in fase difensiva ed è uno dei più pericolosi sulle palle inattive. Paga a caro prezzo l'unica volta nella quale è in ritardo sul gol del raddoppio di Keita.

dall'80' D'Ambrosio sv

De Vrij 6: la Sampdoria è pericolosissima nelle poche occasione che ha nel corso del match. Soffre le rapide ripartenze avversarie e il fatto di giocare con una linea altissima. Si fa perdonare mettendo a segno il gol del momentaneo 2-1.

Bastoni 5,5: viene saltato troppo facilmente da Damsgaard in occasione del raddoppio degli avversari. Come nella prima parte di stagione va in difficoltà quando ha tanto campo da coprire dietro di lui. Nella ripresa gioca quasi da esterno alto e migliora la sua prestazione.

Hakimi 6: le sue accelerazioni sono micidiali e il suo cross sul finire del primo tempo per la testa di Lautaro è preciso. Però la Sampdoria gioca schiacciata dietro e non riesce ad incidere con la sua velocità.

Barella 5,5: commette il fallo di mano che apre le porte al vantaggio della Sampdoria, in più è troppo nervoso e rischia anche l'espulsione. Va meglio nel secondo tempo ma è ben chiuso dai centrocampisti blucerchiati.

dall'80' Vidal sv

Brozovic 6: l'unico a salvarsi nel centrocampo dell'Inter, ma Thorsby e Damsgaard si alternano nel marcarlo ad uomo concedendogli pochissima libertà. Nella ripresa gioca molto più alto e riesce a trovare più spazi liberi.

Gagliardini 5,5: difficile la sua partita perchè costretto spesso ad inseguire gli avversari che ripartono in contropiede. Poca la sua spinta nella fase offensiva.

dal 62′ Lukaku 6: il suo ingresso mette in ansia la retroguardia blucerchiata che va subito in difficoltà. Trova sulla sua strada un insuperabile Audero, ma si vede che la sua condizione non è al top.

Young 5,5: molto mobile e pericoloso in fase offensiva nel primo quarto d'ora – è suo il primo tiro verso la porta e colpisce anche una traversa – poi la sua azione si spegne e l'Inter cambia fascia preferendo Hakimi sulla destra.

dal 46′ Perisic 5,5: entra per aumentare la spinta sulla sinistra ed è molto più pericoloso di Young. Cerca di saltare sempre l'uomo per trovare la superiorità numerica sull'esterno, però i suoi cross sono spesso imprecisi.

Sanchez 5: calcia malissimo il rigore – respinto da Audero – che tocca a lui vista l'assenza di Lukaku. È comunque più pericoloso rispetto a Lautaro riuscendo a trovare le giocate giuste ma sbaglia sempre la scelta finale.

dal 70′ Eriksen 5: sicuramente ormai la sua testa è altrove, ma l'ingresso in campo è davvero disastroso e non riesce mai ad entrare nel vivo del match. Nemmeno con il calcio di punizione che è la sua specialità.

Martinez 5,5: gioca nel ruolo che solitamente viene occupato da Lukaku e pare spesso spaesato. A fine primo tempo il suo colpo di testa si spegne di poco al lato. ammonito ad inizio partita.

All. Conte 5,5: conferma quasi interamente la stessa formazione che ha vinto domenica scorsa contro il Crotone, ad eccezione di Vidal sostituito da Gagliardini. Paga a caro prezzo l'assenza di Lukaku, e la sua striscia si interrompe dopo otto vittorie consecutive.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Pagelle