Seguici su

Serie A

Verso Milan-Torino, Giampaolo preoccupato: “Troppi impegni ravvicinati”

Giampaolo Torino

Conferenza stampa pre partita per Giampaolo, in vista della sfida contro il Milan. Il tecnico lamenta i troppi impegni ravvicinati e parla del possibile arrivo di Krunic

Il tecnico del Torino, Marco Giampaolo, ha parlato della partita Milan-Torino che si giocherà sabato 9 gennaio alle ore 20:45 presso lo stadio di San Siro. Gara delle forti motivazioni quella per mister Gianpaolo, esonerato proprio dal Milan, lo scorso anno, scenderà in campo con la voglia di rivalsa e la necessità di continuare sul trend positivo intrapreso: il Torino non perde da quattro partite, per togliersi il prima possibile dalla lotta salvezza. Nella conferenza Giampaolo ha lamentato i troppi impegni ravvicinati, e anche della situazione di alcuni giocatori. Tutto quello che ha detto Gianpaolo nel pre partita di Milan-Torino.

Giampaolo, polemico sul calendario

Marco Giampaolo non lascia spazio ad interpretazioni criticando deliberatamente il calendario che starebbe togliendo fiato e energia ai suoi, impedendogli di esprimersi al meglio in campo: “Mi preoccupa invece come è combinato il calendario. Il Torino è l’unica squadra che gioca in modo così ravvicinato con 5 partite in 13 giorni”, e poi aggiunge: “I giocatori non bisogna farli morire di fatica, perderli per mancanza di lucidità o di prestazione fisica. Dovrò necessariamente in queste partite capire chi sta meglio e chi sta peggio, chi deve recuperare eccetera”. Parole che potrebbero far pensare a un mini turnover obbligato in vista delle prossime partite che il Torino affronterà.

Giampaolo, sui singoli

Giampaolo si sbottona su alcune indiscrezioni di formazione, anche in ottica fantacalcio, parlando di singoli giocatori, a cominciare da Belotti: “Belotti, insieme a Rincon, credo sia il giocatore con il più alto minutaggio nel Toro. Quando dico che mi preoccupano gli impegni così ravvicinati mi riferisco anche a questo. Poi sento dire che Belotti è insostituibile: se lo si dice nel senso che non dobbiamo sostituirlo anche questa è una grande bugia”, nonostante le parole di mister Giampaolo sottolineino il momento di stanchezza del bomber del Torino, sembra difficile che potrà a rinunciare al suo capitano, che quando vede rossonero si infiamma.

Altro giocatore che sembra insostituibile ma appare stanco è Linetty: “E’ un giocatore forte. Poi può anche riposare, può anche stare fuori ma è un giocatore forte”. 

Infine Giampaolo non chiarisce la situazione di Meite, Nkoulou e Zazza, che sono scesi in campo poco e niente nelle ultime giornate: “Sono forti e si allenano con professionalità, ma come ho sempre detto il Toro è al di sopra di ognuno di noi e ognuno deve partecipare al raggiungimento degli obbiettivi“. Parole che lasciano spazio a varie interpretazioni sulla situazione dei tre giocatori.

Giampaolo, su Krunic

A domanda precisa sul probabile approdo di Krunic, attuale giocatore del Milan, in maglia granata il tecnico del Torino è stato chiaro: “Ha forza e qualità ma è un giocatore che non verrà a giocare al Toro”, concludendo così la sua conferenza stampa in ottica calcio mercato.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A