Seguici su

Approfondimenti

Cagliari, il crollo di Nainggolan che è ancora a zero bonus in stagione

Nainggolan-Cagliari

La deludente annata del centrocampista belga coincide anche con l’andamento negativo della formazione sarda, in piena lotta per non retrocedere

Il centrocampista belga di origini indonesiane era arrivato a Cagliari per la sua terza esperienza in terra sarda per cercare di risollevare le sorti di una squadra che dopo un buonissimo inizio di stagione, stava attraversando un momento di appannamento che la stava facendo precipitare in classifica.

Nella prima parte di stagione Conte aveva voluto trattenere in nerazzurro Radja Nainggolan per cercare di avere a disposizione un’arma in più che però si è rivelata spuntata e da quì è nata la decisione del calciatore di ritornare in Sardegna per ritornare protagonista e per la gioia dei fantallenatori che avevano deciso di puntare su di lui ad inizio anno, i quali non erano stati ripagati.

Da acquisto di lusso a zavorra

Nel luglio 2018 e dopo gli ottimi quattro anni passati con la maglia della Roma, l’Inter aveva deciso di fare l’investimento importante versando nelle casse dei giallorossi ben 38 milioni di euro per regalare al tecnico Spalletti il suo pupillo. Il campionato 2018/19 non è stato eccellente per Nainggolan ma comunque è riuscito a difendersi bene portando alla causa nerazzurra sei reti – tra cui quella decisiva contro l’Empoli per la qualificazione alla Champions League – e tre assist.

Poi in estate con l’arrivo di Antonio Conte – e il conseguente allontanamento di Luciano Spalletti – fu maturata la decisione di cedere il calciatore. Il primo ritorno in prestito al Cagliari è stato spettacolare con sei gol e cinque assist, una mediavoto di 6,40 e una fantamedia di 7,19. Questi numeri hanno fatto la fortuna dei fantallenatori che hanno deciso di puntare su di lui e anche del Cagliari che dopo un avvio strepitoso si è fermato riuscendo a conseguire la salvezza con l’arrivo di Zenga al posto dell’esonerato Maran.

Arriva la pandemia e viene annullato il precampionato, con le squadre che hanno a disposizione un solo mese tra la fine dell’anno precedente e l’inizio di quello successivo. Tempo che si riduce ulteriormente per l’Inter che arriva in finale di Europa League – perdendo contro il Siviglia – e per questo Conte decide di tenerlo in rosa. L’altro motivo che si è saputo dopo è stato la mancanza di mercato dei nerazzurri, visti i problemi economici della proprietà Suning.

Nella prima parte della stagione 2020/21 mette insieme solo cinque apparizioni con appena 45 minuti giocati, e la nuova decisione di ritornare a Cagliari. Purtroppo anche con i rossoblu le cose non vanno benissimo e infatti è ancora a secco di bonus nelle prime otto presenze con la maglia dei sardi.

Il rendimento di Radja Nainggolan al fantacalcio

A dare segnali evidenti del calo del rendimento di Radja Nainggolan sono i suoi numeri al fantacalcio che sono vistosamente crollati considerando la seconda parte della scorsa stagione, fino ad arrivare a quella in corso.

L’esplosione del giocatore è arrivata nelle prime stagioni al Cagliari: dal 2010/11 fino al dicembre del 2013 mette insieme 124 presenze con sette reti messe a segno. Lo acquista la Roma e dopo una prima annata di ambientamento diventa uno dei punti di riferimento della formazione giallorossa. È il 2016/17 la sua stagione migliore con 14 gol – 11 in campionato – sei assist e una fantamedia di 7,33. Questo lo fa diventare un pezzo pregiato del fantamercato con gli appassionati che fanno di tutto pur di averlo in rosa.

Negli anni successivi non riesce più a toccare questi numeri in termini di marcature, però la sua fantamedia è sempre buonissima: 6,77 nel 2017/18, 6,91 nel 2018/19 – primo anno all’Inter – e 7,19 nel 2019/20 passata in prestito al Cagliari.

I numeri però crollano considerando la stagione in corso (2020/21): sono appena 12 le presenze – di cui quattro in nerazzurro e otto con il Cagliari – con zero gol e zero assist messi a referto, una fantamedia di 5,90 e una mediavoto di 5,95. Mai in questa annata è riuscito ad andare sopra il sei come voto di giornata, e considerando le ultime otto partite giocate in sole due occasioni non è stato sostituito ed ha potuto completare l’intera gara.

Svincolarlo o tenerlo? Come comportarsi in vista del finale di stagione

Ad inizio anno l’investimento fatto dai fantallenatori per accaparrarsi le prestazioni di Nainggolan potrebbe essere stato abbastanza importante, anche perchè col mercato ancora in corso si sperava che venisse ceduto prima della fine della sessione. Questo non è avvenuto quindi ci si è ritrovati in rosa un calciatore panchinaro, con poche possibilità di scendere in campo e pagato anche tanto.

Proprio per questi motivi la cessione al Cagliari è stata vista come una manna dal cielo per i fantallenatori, senza però considerare che le cose potevano addirittura peggiorare con le sue prestazioni deludenti. Nainggolan è in prestito fino al 30 giugno 2021 e in caso di retrocessione dei sardi ritornerà all’Inter anche perchè la società non potrebbe permettersi più il suo oneroso stipendio.

Quindi il giocatore deve impegnarsi per cercare di evitare questa possibilità e restare un altro anno a Cagliari in vista della scadenza del contratto con l’Inter datato giugno 2022. Questo poi darebbe la possibilità al belga di accasarsi con la formazione che preferisce ed evitare di restare sotto la dirigenza interista, scegliendo il proprio futuro in maniera autonoma.

Per tutti questi motivi è consigliabile tenere in rosa il calciatore e sperare in una “resurrezione” non solo sua ma di tutta la squadra, anche in virtù dell’imminente cambio di allenatore con l’allontanamento di Di Francesco e l’arrivo molto probabilmente di Semplici col suo 3-5-2 – con un vertice basso – che potrebbe essere la svolta decisiva per la stagione di Nainggolan e di tutto il Cagliari.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Approfondimenti

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati