Seguici su

Ligue 1

Ligue 1 2020/21, il programma della 23^ giornata: trasferte per Lilla e Lione

Squadra Lione Ligue 1
ol.fr

Come arrivano le squadre, orario e dove vedere le partite della 23^ giornata di Ligue 1: apre Bordeaux-Lille, chiude il Psg che ospita il Nimes

Sarà un turno infrasettimanale molto compatto quello della Ligue 1 e si giocherà tutto mercoledì 3 febbraio. Saranno due le fasce orario che divideranno questa interessantissima giornata: cinque partite alle 19 e cinque match alle ore 21. Ci sarà la capolista Lille che sarà ospite del Bordeaux nella prima parte di giornata, nella seconda tranche invece giocheranno sia il Lione che il Psg. Tra le altre spicca lo scontro salvezza tra il St. Etienne e il Nantes sempre alle ore 21.

Bordeaux-Lille (mercoledì 3 febbraio ore 19:00)

La sconfitta contro il Lione ha fermato la corsa di un lanciatissimo Bordeaux che aveva conquistato ben 10 punti nelle quattro precedenti sfide. Quest’ottimo bottino aveva rilanciato i biancoblu fino alla decima posizione a sole quattro lunghezze dalla zona Europa. I girondini avevano cominciato molto male la stagione ma stanno via via provando a riprendere le redini del loro campionato e ora ambiscono ad un piazzamento tra le prime sei del campionato. Ottimo anche il bilancio tra reti segnate e quelle subite, 26 i gol messi a segno contro i 24 degli avversari nelle prime 22 partite giocate.

Sono ben quattro le vittorie consecutive per il Lille che si trova da solo in vetta alla classifica con 48 punti. La squadra di Galtier ha due punti di vantaggio sul Lione di Garcia e tre sui campioni del Psg. I rossoblù sono sicuramente una squadra molto quadrata come dimostrano i soli 15 gol subiti in questa stagione, dietro solamente alla squadra della capitale con 14. La squadra della Francia settentrionale ha dimostrato anche molto cinica, infatti tutte e quattro le ultime vittorie sono arrivate con un solo gol di scarto rispetto agli avversari.

Dove vedere Bordeaux-Lille: DAZN

Metz-Montpellier (mercoledì 3 febbraio ore 19:00)

Il Metz sta vivendo un grande momento in questa stagione. Sono cinque le partite senza sconfitte e 11 i punti conquistati. La formazione di Antonetti è al momento in sesta posizione insieme al Lens e ha nel mirino il Rennes che dista solamente due punti e che occupa la quinta e ultima posizione utile per raggiungere un posto in nella futura Conference League che inizierà proprio nella prossima stagione. I biancorossi hanno la terza migliore difesa del campionato insieme al Lione con 20 reti mentre sono 27 quelle messe a segno con un attacco che è molto migliorato nell’ultimo periodo.

Il Montpellier è in piena crisi. Un solo punto nelle ultime cinque partite conquistato in casa contro il Nantes il 9 di gennaio. Le quattro sconfitte sono arrivate tutte contro squadre sicuramente di maggior valore rispetto alla squadra dell’Occitania ma i 12 gol subiti in queste quattro partite devono far molto riflettere il tecnico armeno Dar Zakarian. La classifica comunque rimane buona con i 28 punti e l’11esima piazza in classifica molto lontano dalle zone più calde del campionato. Serve comunque una svolta anche se contro questo Metz appare difficile.

Reims-Angers (mercoledì 3 febbraio ore 19:00)

Partita importante per il Reims che ha conquistato 10 punti nelle ultime cinque partite perdendo soltanto con la capolista Lille per 2 a 1. Nelle ultime due partite sono arrivati altrettanti successi contro Brest e Strasburgo sempre per 1 a 0. La registrazione della difesa nelle ultime partite ha migliorato molto una squadra che ha subito ben 31 reti in questo campionato e deve migliorare ancora in questo fondamentale. Il tecnico Guion ha lavorato molto su questo aspetto e se ne sono visti i benefici. La fase offensiva va abbastanza bene come dimostrano le 30 realizzazioni nelle prime 22 sfide di questo campionato.

Vittoria scaccia crisi quella contro il Nimes per l’Angers nell’ultima giornata dopo tre sconfitte consecutive. I bianconeri sono all’ottavo posto in classifica con 33 punti e si sono riaccodati per centrare un posto in Europa. Tra le prime 10 del campionato, la squadra di Moulin è la peggior difesa del campionato con 34 reti subite e questo è il più grande problema di una squadra che sta comunque disputando un ottimo campionato fin qui. La mancanza di un bomber è stata sopperita con una cooperativa del gol: sono infatti ben 12 i giocatori andati a segno in questa stagione con Bahoken che è il capocannoniere della squadra con cinque gol messi a referto.

Rennes-Lorient (mercoledì 3 febbraio ore 19:00)

Brucia un po’ la sconfitta rimediata nell’ultima giornata contro la capolista Lille per 1 a 0 in casa dopo aver giocato un’ottima partita per la squadra momentaneamente al quinto posto in classifica. Il Rennes ha conquistato ben 36 punti e ha ancora una partita da recuperare. Sono 30 i gol fatti, 1,42 a partita e 23 quelli subiti. La formazione di Stephan ha comunque un rendimento molto costante che può essere molto utile per raggiungere un grande risultato come la qualificazione in una delle tre competizioni europee della prossima stagione. Questa partita può essere molto utile per rilanciare le ambizioni anche se affronterà una squadra in salute.

Ottimo il momento per il Lorient che ha vinto le ultime due partite che ha disputato in campionato. Sei i punti conquistati contro il Dijon e soprattutto fondamentale lo scalpo ai danni del Psg sul terreno amico per 3 a 2. Essere riusciti a fermare la corazzata guidata da Pochettino è sicuramente un vanto per Pelissier e i suoi uomini che vogliono provare a confermarsi per rilanciare le ambizioni di salvezza. Al momento è in 18esima posizione in coabitazione con il Nantes che sarebbe salvo solo per la differenza reti. Questa è una sfida complicata ma la squadra ha tutte le potenzialità per dare fastidio ad un’altra grande del campionato.

Strasburgo-Brest (mercoledì 3 febbraio ore 19:00)

La sconfitta contro il Reims ha fermato la corsa dello Strasburgo che è prepotentemente uscito dalla zona retrocessione con 10 punti nelle ultime quattro partite. La squadra allenata da Laurey ha trovato lo slancio giusto e ora ha sei punti di vantaggio sulla zona calda della classifica. Il momento è sicuramente buono e questa può essere la partita della svolta definitiva per una squadra che ha iniziato la stagione nel peggiore dei modi. Da registrare ancora un po’ la fase difensiva che ha subito 34 gol complessivi, 1,54 reti a match, troppi per una squadra che vuole salvarsi nel minor tempo possibile.

Campanello d’allarme in casa Brest dopo le ultime quattro sconfitte consecutive. I biancorossi sono al 14esimo posto a quota 26 e ancora molto tranquilli rispetto alla zona salvezza ma sicuramente devono recuperare certezze per conquistare i punti che servono per raggiungere la salvezza. Sono solo tre i gol segnati in queste ultime partite contro i dieci subiti. Molto male la difesa che con i 41 gol è la terza peggiore di tutto il campionato, ben 1,86 le reti subite a partita. Le condizioni per migliorare la situazione ci sono tutte e questa sfida può dire chi tra le due squadre può quasi considerarsi salva a più di 15 giornate dal termine della Ligue 1.

Dijon-Lione (mercoledì 3 febbraio ore 21:00)

Brutto momento per il Dijon che ha conquistato solo tre punti nelle ultime cinque partite e vede allontanarsi la zona salvezza a tre punti. I biancorossi sono penultimi in campionato e nelle ultime due partite hanno raccolto solamente sconfitte contro Lorient e Lille. Il grande problema della formazione di Linares è sicuramente l’attacco. Davvero troppo pochi i 15 gol segnati fino a questo punto della stagione con una media addirittura di 0,68 a match. Neanche a dirlo è il peggior attacco del campionato con il Nimes staccato di due reti rispetto alla squadra della Borgogna.

Vittoria in extremis quella del Lione nell’ultima partita contro il Bordeaux in casa a dimostrazione del grande carattere della formazione di Rudi Garcia. L’Olympique ha fin qui fatto una grande stagione e si trova a soli due punti dalla capolista Lille. L’ex allenatore della Roma ha plasmato la sua squadra ad immagine e somiglianza e sta continuando il grande lavoro della scorsa stagione che gli permise di arrivare fino alla semifinale della Champions League. Con 46 reti siglate fin qui, ben 2,1 a partita, la squadra della Francia del Sud è il secondo migliore attacco della manifestazione dietro solamente al Psg. Una trasferta certamente insidiosa ma anche la possibilità di conoscere già il risultato della capolista Lille che gioca due ore prima.

Dove vedere Dijon-Lione: DAZN

Lens-Marsiglia (mercoledì 3 febbraio ore 21:00)

Momento altalenante per i giallorossi che hanno raccolto sette punti nelle ultime cinque sfide frutto di due vittorie, un pareggio e due sconfitte. L’ultima giornata è stata una gioia conquistata contro il Montpellier per 2 a 1 dopo lo stop subito in casa contro il Nizza. La formazione di Haise è comunque sesta in questo campionato a soli due punti dalla zona Europa e sta facendo un campionato al di sopra di tutte le aspettative. La prospettiva futura appare rosea per una squadra che ora crede in obiettivi che sembravano utopistici ad inizio del campionato. Quasi perfetto anche il bilancio tra reti segnate e subite: sono 32 i gol messi a segno contro i 31 subiti.

Momento tormentato quello del Marsiglia. La partita dello scorso weekend è stata rinviata per motivi di sicurezza dopo la dura contestazione alla squadra da parte dei tifosi. La formazione di Villas-Boas ha collezionato solamente un punto nelle ultime quattro partite ed è reduce da ben tre sconfitte consecutive. Ora si trovano in nona posizione con 32 punti e la zona Europa a quattro lunghezze anche se deve recuperare ancora due partite rispetto alle avversarie. Sicuramente questa può essere una partita spartiacque, un eventuale vittoria può migliorare molto la situazione per una formazione che ha comunque una rosa davvero molto importante e in grado di poter inanellare molte vittorie in fila.

Dove vedere Lens-Marsiglia: DAZN

Monaco-Nizza (mercoledì 3 febbraio ore 21:00)

Momento davvero d’oro per la squadra del Principato che ha conquistato sei vittorie nelle ultime sette partite. La formazione allenata da Kovac sembra al momento un rullo compressore capace di vincere contro chiunque. La classifica si è fatta molto interessante con i 42 punti e il quarto posto a sole tre lunghezze dal Psg che al momento occupa l’ultimo posto utile per la Champions League. I biancorossi possono godere del terzo miglior attacco del campionato con ben 44 gol, 2 a partita, che può sopperire anche alle problematiche difensive e i 31 gol subiti, tanti per una squadra che punta molto in alto. Questa sarà una partita molto importante perchè potrebbe permettere ai biancorossi di allungare sulla concorrenza e tenere in vita la lotta per i primi tre posti.

Sconfitta nell’ultima uscita per il Nizza che ha perso tre delle ultime cinque sfide e ne ha vinta solamente una. La sfida contro il St.Etienne si è decisa solamente a due minuti dalla fine con i rossoneri che sono rimasti fermi a quota 26 con comunque otto punti di vantaggio sulla terz’ultima in campionato. Problemi principalmente in attacco per una squadra che segna 1,05 gol a partita, non molti fino a questo momento. Nonostante questo la classifica per ora non è un grande problema per una formazione che vuole salvarsi nel minor tempo possibile e godersi in tranquillità la finale di questo campionato e ricostruirsi in vista della prossima stagione.

Dove vedere Monaco-Nizza: DAZN

Psg-Nimes (mercoledì 3 febbraio ore 21:00)

Sconfitta a sorpresa e pesante in casa del Lorient per la formazione di Pochettino. La squadra della capitale si trova ora a tre punti dalla capolista Lille e si è vista sorpassare anche dal Lione di Garcia. Per i campioni di Francia è necessaria una vittoria in questa partita per rilanciare le ambizioni di campionato e rimettersi in moto anche in vista degli ottavi di finale di Champions League. Il tecnico, ex giocatore proprio della formazione parigina, ora sta ritrovando anche tutti i suoi uomini a disposizione e ha l’imbarazzo della scelta soprattutto in attacco con il ritorno di Neymar e Icardi che possono togliere il posto a Kean e Sarabia come già accaduto nelle ultime partite. Il Psg rimane comunque il miglior attacco con 50 gol segnati e solo 14 subiti in 22 partite.

Partita molto complicata per il Nizza che è ultimo in classifica e ha vinto solamente quattro partite in campionato. L’ultima vittoria è arrivata nella penultima giornata disputata in trasferta sul campo del Marsiglia. I numeri però sembrano non lasciare scampo a una squadra che ha conquistato solo 15 punti fino a questo momento e si trova in ultima piazza insieme al Dijon. Sono solamente 17 le reti segnate, penultimo attacco del campionato e 44 quelle subite, la peggiore di tutta la Ligue 1. Leggendo questi dati la sfida che si giocherà al Parco dei Principi sembra davvero molto complicata per una squadra che ha necessariamente bisogno di punti per provare a migliorare una classifica che appare molto complicata.

Dove vedere Psg-Nimes: DAZN

St. Etienne-Nantes (mercoledì 3 febbraio ore 21:00)

Scontro salvezza quello che si giocherà allo stadio Geoffroy-Guichard e che chiude la 23esima giornata. Il St. Etienne si è ripreso dopo la vittoria sul campo del Nizza per 1 a 0 e ha allungato proprio sul Nantes portandosi a 22 punti. I biancoverdi arrivavano da tre sconfitte consecutive che avevano minato un po’ di certezze per una squadra che ha come obiettivo la salvezza senza passare per i play out. Saranno ben otto le assenze per Puel che dovrà quindi schierare una formazione di emergenza. Mancano ancora un po’ di gol per migliorare la situazione, sono infatti solamente 21 le reti siglate con una media inferiore al gol ogni partita. La difesa ha subito 35 reti ed è la migliore tra le ultime sei del campionato.

Partita fondamentale per il Nantes che non vince da ben 13 partite dove ha conquistato il misero bottino di sette punti. La situazione per i gialloverdi è molto grave e la classifica si comincia a fare davvero preoccupante con il Lorient che li ha agganciati a quota 18 e sarebbe ai play out solamente per una peggior differenza reti. L’ultima vittoria arrivò proprio contro il Lorient nel lontano ormai 8 novembre, sono quasi tre mesi che la squadra della Loira non esce dal campo con i tre punti. Davvero complicato capire come la formazione attualmente allenata dall’ex Ct della Francia Raymond Domenech possa uscire da questo guado che sembra risucchiare sempre di più verso il basso la squadra che è sicuramente quella più in crisi dell’intero campionato.

Dove vedere St. Etienne-Nantes: DAZN


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
presentazione Guida fantacalcio calciodangolo
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Ligue 1

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati