Seguici su

Fantaschede

Torino, alla scoperta di Mandragora: statistiche e consigli per il fantacalcio

Mandragora ufficiale Torino
torinofc.it

La fantascheda di Rolando Mandragora, nuovo acquisto del Torino. Tutto per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

L’arrivo di Nicola – che ha rilevato l’esonerato Giampaolo – sulla panchina del Torino ha costretto la società a dover intervenire sul mercato per dare al nuovo tecnico i giocatori necessari per esprimere il suo calcio. Tra questi serviva un centrocampista centrale dai piedi buoni che potesse garantire quantità e qualità in mezzo al campo, cose che al Torino sono mancate nella prima parte della stagione. Dalla Juventus – via Udinese – arriva Rolando Mandragora in prestito gratuito per 18 mesi (fino al 30 giugno 2022) e con obbligo di riscatto al raggiungimento di determinate condizioni legate alle prestazioni fissato a nove milioni di euro più uno di bonus.

La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus, malus, infortuni e consigli per il fantacalcio. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno all’asta di riparazione.

Consulta tutte le fantaschede dei nuovi acquisti della Serie A

Chi è Rolando Mandragora

Rolando Mandragora è nato a Napoli – e cresce nel quartiere di Scampia – il 29 giugno 1997. Fin da piccolissimo inizia a giocare a calcio tra i vicoli del quartiere, fino all’età di 14 anni quando viene notato e tesserato dal Genoa. Nel grifone dopo pochi anni esordisce in Serie A il 29 ottobre 2014 a soli 17 anni giocando da titolare contro la Juventus nella partita vinta dal Genoa per 1-0. Al termine del campionato porta a casa cinque presenze, alternandosi con tra la Primavera e la prima squadra.

Nell’estate 2015 viene ceduto in prestito al Pescara in Serie B e qui disputa 28 presenze mettendo a referto due assist. Al termine dell’anno ritorna al Genoa, ma viene notato e acquistato dalla Juventus che lo inserisce nella sua formazione Primavera. La sua stagione è condizionata da un infortunio ma riesce comunque ad esordire con la maglia bianconera il 23 aprile 2017 subentrando a Marchisio nella vittoria per 4-0 contro il Genoa.

Per la stagione successiva passa in prestito al Crotone in Serie A, giocando la sua prima stagione da protagonista nel massimo campionato italiano. Il 24 settembre 2017 mette a segno la prima rete in Serie A – prima anche da professionista – nella vittoria per 2-0 contro il Benevento. Termina il campionato con 36 presenze e due reti, ma non riesce ad evitare la retrocessione in B dei pitagorici.

Dopo essere ritornato alla Juventus, nel luglio 2018 viene ceduto all’Udinese per 20 milioni di euro con i bianconeri che mantengono la possibilità di riacquistarlo al termine della stagione 2019/20. Gioca un campionato e mezzo da protagonista con sei reti segnate tra Serie A e Coppa Italia, ma nel giugno 2020 è vittima di un infortunio grave che lo lascia lontano dai campi per oltre sei mesi.

In questo periodo viene riacquistato dalla Juventus, ma resta in prestito in Friuli. Nel gennaio 2021 passa in prestito con obbligo di riscatto – al raggiungimento di determinate condizioni sportive – al Torino.

Nella selezione Under-21 italiana sono ben 26 le presenze con l’esordio che risale al 12 agosto 2015 – a soli 18 anni di età – nella partita amichevole contro l’Ungheria terminata 0-0. Diventa capitano nel nuovo ciclo e disputa i campionati europei di categoria nel 2019. Dopo tante convocazioni sotto la guida di Mancini nella Nazionale maggiore, esordisce l’1 giugno 2018 nell’amichevole contro la Francia persa 3-1 dagli azzurri, e diventa così il primo calciatore nella storia del Crotone ad aver vestito la maglia della Nazionale italiana.

Ruolo e caratteristiche di Rolando Mandragora

È un centrocampista centrale di piede mancino, che solitamente viene schierato da mediano davanti alla difesa ma in qualche occasione ha anche ricoperto il ruolo di interno di centrocampo. In caso di emergenza può essere anche schierato come difensore centrale, ruolo che ha occupato però in pochissime partite. Ha però quasi sempre giocato da mediano in un centrocampo a cinque sia nell’Udinese che nel Crotone.

Indice titolarità di Rolando Mandragora al Torino

Nel centrocampo a cinque di Nicola dovrebbe essere uno dei titolari. Vista la sua adattabilità potrebbe ricoprire sia il ruolo di mediano al posto di Rincon e sia quello di interno prendendo il posto di Lukic o di Linetty considerando le scarse prestazioni di questi nella prima parte di campionato. Qualora il tecnico granata decidesse di passare al 4-4-2 Mandragora sarà sempre uno dei punti fermi del centrocampo del Torino facendo coppia con uno dei precedenti.

Inclinazione bonus di Rolando Mandragora al fantacalcio

Il giocatore è a secco di reti da più di quasi due stagioni, infatti il suo ultimo gol risale al 2018/19. È stata proprio questa l’annata nella quale ha segnato il maggior numero di reti, ben tre con la maglia dell’Udinese che si aggiungono alle due messe a segno con il Crotone. Quindi in totale sono solo cinque i gol realizzati in carriera da Mandragora, a cui si aggiungono anche sette assist.

Inclinazione malus di Rolando Mandragora al fantacalcio

Vista la sua posizione in campo incappa spesso in sanzioni disciplinari che nell’annata in Serie B al Pescara hanno raggiunto anche la doppia cifra (11). Sono stati otto i gialli nella stagione al Crotone e si sono ripetute l’anno successivo all’Udinese. C’è però da dire che nonostante le tante ammonizioni che colleziona, solo in una occasione è stato espulso.

Frequenza infortuni di Rolando Mandragora

Purtroppo la sua breve carriera è stata costellata da tanti infortuni gravi. Il primo in ordine temporale è avvenuto ai tempi della Juventus nel 2015 che lo costrinse a restare lontano dai campi per quasi un anno e mezzo a causa della frattura del metatarso e conseguente operazione chirurgica. Nella passata stagione ha subìto la rottura le legamento crociato del ginocchio che hanno fatto terminare anzitempo l’annata, facendolo rientrare nel mese di dicembre dopo oltre sei mesi fermo ai box.

Prendere Rolando Mandragora al fantacalcio?

In termini di presenze potrebbe diventare una garanzia, anche in virtù dell’investimento che il Torino è pronto a fare per assicurarsi definitivamente le sue prestazioni. Purtroppo però non è uno dei migliori in termini di bonus che riesce a portare alla causa e infatti sono solo cinque le reti messe a segno da professionista in campionato. Quindi potrebbe essere uno dei centrocampisti da acquistare per completare il reparto, sfruttando uno degli ultimi due posti disponibili nel ruolo. In questo modo si avrebbe la certezza di avere un giocatore sempre titolare e da utilizzare quando i top-player sono fuori causa.

La fantascheda di Rolando Mandragora per il fantacalcio

Rendimento: 5,5

Titolarità: 6

Bonus: 5,5

Malus: 5

Infortuni: 5

Fantavalore: 5,4

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
presentazione Guida fantacalcio calciodangolo
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Fantaschede

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati