Seguici su

Approfondimenti

Come cambia il Crotone con Cosmi: tanta grinta in mezzo e probabile tridente

Serse Cosmi

L’esonero di Stroppa è arrivato dopo la sconfitta nello scontro diretto contro il Cagliari ed è arrivato Serse Cosmi per tentare l’ennesimo miracolo

Le ultime prestazioni deludenti del Crotone hanno indotto la dirigenza pitagorica ad esonerare Giovanni Stroppa per cercare di provare a dare una svolta alla stagione per raggiungere una salvezza che equivarrebbe ad un vero e proprio miracolo sportivo. Appena tre punti conquistati – vittoria contro il Benevento – nelle ultime dieci giornate, è questo il ruolino pessimo che ha portato alla decisione dell’esonero.

L’ufficialità è arrivata nella giornata di lunedì 1 marzo e nelle ore immediatamente successive alla sconfitta – la sesta di fila – contro il Cagliari in casa per 0-2. Contemporaneamente è stata diramata anche la notizia dell’accordo con Serse Cosmi che ritorna ad allenare in Serie A a distanza di oltre otto anni dall’ultima volta che risale al dicembre 2012 quando venne esonerato dal Siena.

Il comunicato ufficiale del Crotone

Anche in vista della sfida di mercoledì 3 marzo contro l’Atalanta, l’accordo è stato chiuso rapidamente ed è arrivato anche il comunicato ufficiale della società pitagorica:

“Il Football Club Crotone comunica di aver affidato a Serse Cosmi la guida tecnica della Prima squadra. Il neo tecnico rossoblu ha firmato un contratto che lo legherà al club pitagorico fino al 30 giugno 2021.

Nato a Perugia il 5 maggio 1958, la carriera da allenatore di Cosmi inizia in serie D, prima nel Pontevecchio e poi all’Arezzo, dove in 3 anni ottiene 2 promozioni portando i toscani in C1. Nel 2000 arriva la chiamata del Perugia in Serie A e nel 2003 conduce la squadra alla vittoria della Coppa Intertoto e alla qualificazione alla Coppa UEFA. Successivamente guiderà il Genoa – con il quale otterrà la promozione in A – e poi Udinese, Brescia, Livorno, Palermo, Lecce, Siena, Pescara, Trapani, Ascoli, Venezia e di nuovo Perugia nella stagione 2019-20. In totale il nuovo condottiero rossoblù può vantare oltre 700 panchine da professionista, ben 230 in A.

Caratterialmente forte, è conosciuto come gran motivatore, dotato di istinto, impulso e temperamento. Insieme al tecnico umbro approdano in rossoblu il suo vice Michele Tardioli, il preparatore atletico Manuel De Maria e il match analyst Salvatore Pollino.
Al mister ed al suo staff il più caloroso benvenuto e un grosso “in bocca al lupo” da parte di tutta la famiglia rossoblu!

La presentazione è in programma per domani, martedì 2 marzo, a partire dalle ore 12:30 e si svolgerà con la modalità della videoconferenza”.

L’idea tattica di Cosmi e i cambi per il fantacalcio

Il nuovo allenatore si è subito messo al lavoro, dirigendo il primo allenamento della squadra già nella serata di lunedì 1 marzo per preparare la partita di mercoledì contro l’Atalanta. Il Crotone si trova in ultima posizione in classifica con soli 12 punti ed ha una distanza dal quartultimo posto attualmente occupato dal Torino di otto lunghezze, ma deve anche considerare la risalita del Cagliari che ha appena cambiato tecnico con l’arrivo di Semplici.

Il credo tattico dell’allenatore perugino è sempre stato il 3-5-2, ma ha dimostrato spesso di sapersi adattare ai calciatori presenti nella rosa però restando sempre fedele alla difesa a tre. Considerando anche i punti da recuperare, potrebbe giocare con un tridente atipico costituito da Messias ed Ounas alle spalle della prima punta che vedrà il ballottaggio tra Di Carmine e Simy.

Comunque l’obiettivo principale è quello di ritrovare la via della rete – appena due gol realizzati nelle ultime sei partite – e cercare di difendere meglio la propria porta anche perchè sono 16 quelli incassati sempre negli ultimi sei turni. Proprio per questo schiererà un centrocampo molto arcigno con tantissima grinta e corsa.

In mezzo al campo dovrebbe avere un posto privilegiato – e assicurato – Zanellato che già con Stroppa ha saputo imporsi e conquistare la maglia da titolare. Al suo fianco è aperto il ballottaggio tra Vulic e Petriccione, con Eduardo prontissimo a subentrare a partita in corso.

Stesso credo tattico anche sugli esterni dove si cercherà tantissima corsa e resistenza a discapito della qualità – che dovrà essere garantita dai tre davanti – infatti i favoriti sono Molina a destra e Reca a sinistra, con Rispoli che darà vita al ballottaggio a tre per i due posti disponibili.  A farne le spese sarebbero soprattutto Pereira e Cigarini – comunque poco utilizzato – che verrebbero relegati in panchina.

In difesa è difficile dire chi potrebbero essere i tre titolari, infatti l’unico che dovrebbe avere la maglia garantita potrebbe essere Golemic. Per gli altri due posti è vivissima la lotta tra Magallan, Luperto, Marrone e Djidji che si giocano costantemente la possibilità di venire schierati dall’inizio in ogni partita.

Probabile formazione Crotone

3-4-2-1: Cordaz; Magallan, Golemic (Marrone), Luperto; Molina, Zanellato, Vulic (Petriccione), Reca; Messias, Ounas; Di Carmine (Simy). All. Cosmi


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Approfondimenti

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati