Seguici su

Pagelle

Atalanta-Juventus 1-0, le pagelle: Malinovskyi decisivo, Alex Sandro sfortunato

Esultanza gol giocatori Atalanta
© imagephotoagency.it

I bergamaschi si portano a casa il successo dopo una partita sporca e poco spettacolare. Decisivo Malinovskyi, male Morata: le pagelle per il fantacalcio

L’Atalanta vince 1-0 lo scontro diretto contro la Juventus valido per la 31^ giornata del campionato di Serie A e per la corsa alla Champions League. I bergamaschi con questo successo scavalcano i bianconeri in classifica e sono momentaneamente terzi, mentre la formazione di Pirlo deve iniziare a guardarsi le spalle dalle rimonte di Lazio e Napoli che con una partita in meno possono puntare all’aggancio.

Inizio molto frizzante da entrambe le parti con l’Atalanta che reclama un rigore per contatto di Muriel con Cuadrado e la Juventus che va vicina al gol con Dybala che al 7′ – lanciato sulla profondità – viene ottimamente chiuso dall’uscita di Gollini. I bergamaschi iniziano a macinare gioco e al 24′ è Pessina ad andare ad un passo dal vantaggio con una bella azione in mezzo all’area juventina col tiro che viene deviato da Chiellini.

Il difensore – e capitano – bianconero è pericoloso nell’area avversaria al 29′ ma la sua conclusione viene murata da Palomino che allontana in calcio d’angolo. Ancora la Juventus che in due occasioni vicina al gol: al 34′ errore di Maehle che regala palla a Chiesa il quale serve Morata che tenta lo scavino ma la palla è lenta e recupera bene la difesa bergamasca, mentre al 38′ è McKennie che prova l’azione individuale saltando Djimsiti sull’esterno ma viene chiuso da un preciso Palomino.

La ripresa inizia con lo stesso canovaccio del primo tempo e con le due squadre molto aggressive in mezzo al campo però attente nelle rispettive fasi difensive, infatti le occasioni da rete latitano. Finalmente al 60′ arriva il primo tiro del secondo tempo con Muriel che dal vertice dell’area di rigore calcia verso l’altro palo, ma il pallone esce di poco sopra la traversa. Replica poco dopo Dybala che prova lo stesso tiro ed anche l’esito finale è identico al precedente: palla fuori di poco.

L’occasione migliore capita sulla testa di Zapata al 69′ che sfruttando un ottimo cross di Ilicic non riesce a girarla verso la porta di Szczesny. Il match va avanti a sprazzi e al 76′ è Morata ad avere sui piedi la palla del vantaggio ma Gollini devia in angolo, dopo l’ottimo cross di Kulusevski. La partita si accende nel finale con Malinovskyi che prima calcia una punizione velenosa trovando l’ottima deviazione di Szczesny e poi sul calcio d’angolo successivo calcia verso la porta trovando la deviazione decisiva di Alex Sandro al minuto 87 per la vittoria dell’Atalanta.

Il solo Malinovskyi è riuscito ad emergere in un match molto sporco e con pochissime giocate di qualità, l’ucraino è il migliore in campo visto che decide la partita. Bene anche Palomino che copre tutti i palloni impedendo le conclusioni agli attaccanti juventini. Peggio rispetto al solito invece Zapata e Gosens che sono stati insufficienti. Nella Juventus male Morata che non è riuscito ad incidere sul match, così come Rabiot e lo sfortunato Alex Sandro che ha la colpa di aver deviato il pallone decisivo. Di seguito le nostre pagelle per anticipare i voti del fantacalcio.

Atalanta-Juventus 1-0: le pagelle del match

Atalanta

Gollini 6: buonissima l’uscita in avvio su Dybala lanciato a rete. Male invece nei disimpegni con i piedi con i quali regala occasioni agli avversari. Nella ripresa non viene quasi mai impegnato dagli attaccanti bianconeri.

Toloi 6,5: buon primo tempo per il difensore bergamasco che chiude ottimamente Morata e Chiesa impedendogli di giocare verso la propria porta.

Palomino 7: un vero e proprio muro nella prima frazione di gioco, infatti chiude per tre volte la porta in faccia agli avversari. Troneggia al centro della difesa bergamasca chiudendo tutti gli spazi per gli attaccanti juventini.

Djimsiti 6: buonissima la chiusura sul pallonetto di Morata – dopo l’errore di Maehle – ma si fa saltare con troppa facilità da McKennie subito dopo. Partita molto scorbutica per lui che però porta a casa una prestazione sufficiente.

Maehle 6: ha a che fare con Chiesa e deve stare molto attento ma commette una leggerezza nella propria area di rigore regalando un’ottima chance ai bianconeri. Poi si rifà murando benissimo la conclusione di Chiesa.

dal 72′ Malinovskyi 7,5: non si vede praticamente mai prima degli ultimi cinque minuti quando prima cerca il gol con la punizione trovando l’ottima risposta di Szczesny e poi insacca – sfruttando anche la deviazione di Alex Sandro – per il gol del trionfo bergamasco.

De Roon 5,5: soffre tantissimo la strapotenza fisica di Cuadrado e va stranamente in difficoltà. Nel secondo tempo nessun acuto per lui che però tiene bene in mezzo al campo.Partita senza infamia e senza lode.

Freuler 6,5: molto ordinato nella prima frazione di gioco e contiene benissimo Rabiot che non riesce praticamente a giocare sopra la metà campo. Buonissimo secondo tempo per lui che sale in cattedra contro Bentancur e Rabiot.

Gosens 5,5: anche per lui giornata difficile visto l’avversario contro il quale deve giocare (Cuadrado) e deve stare molto attento alle incursioni del colombiano.

Pessina 6,5: è l’unico nel primo tempo a cercare la conclusione verso la porta bianconera ma Chiellini lo chiude ottimamente, poi esce ad inizio ripresa viste le precarie condizioni fisiche dopo il Covid.

dal 46′ Pasalic 5,5: fa peggio rispetto al compagno non riuscendo mai ad essere pericoloso dalle parti di Szczesny ed andando anche in difficoltà contro i centrocampisti juventini.

Muriel 6: si muove tantissimo sul fronte offensivo bergamasco ma non riesce a fraseggiare con il compagno di reparto venendo ben chiuso dalla difesa juventina.

dal 68′ Ilicic 6,5: il suo ingresso rinvigorisce l’attacco bergamasco e infatti dopo un solo minuto su un suo cross arriva l’occasione per Zapata. Vede ottimamente Malinovskyi nel gol del vantaggio per l’Atalanta e porta anche a casa un prezioso assist.

Zapata 5,5: dopo una partenza col freno a mano tirato, lotta tantissimo in appoggio conquistando buonissime punizioni con la sua stazza fisica. Nella ripresa spreca malamente un’ottima chance sul cross di Ilicic.

All. Gasperini 7,5: nel primo tempo si preoccupa maggiormente di chiudere le fasce alla Juventus ma non riesce praticamente mai a tirare verso la porta avversaria. I primi due tiri in porta arrivano dopo l’86’ però è il risultato che conta e i tre punti valgono il terzo posto provvisorio scavalcando i bianconeri che ritorna a battere dopo oltre 20 anni.

Juventus

Szczesny 6,5: nella prima frazione non viene mai impegnato dagli avversari. Stessa cosa capita nella ripresa fino all’86’ quando prima fa un miracolo sulla punizione di Malinovskyi e poi viene beffato dalla deviazione di Alex Sandro.

Cuadrado 6,5: è una costante spina nel fianco per la difesa bergamasca e costringe Gosens sulla difensiva con la sua spinta offensiva. Nella metà campo avversaria è l’uomo più pericoloso dell’intera Juventus.

De Ligt 6,5: poco impensierito da Muriel visto che il colombiano gioca molto lontano dalla porta e insieme a Chiellini impedisce praticamente ogni conclusione all’Atalanta.

Chiellini 6,5: queste sono le partite che piacciono a lui con una lotta costante corpo a corpo contro Zapata. In difesa è insuperabile.

Alex Sandro 5,5: buona difesa per il brasiliano che però è impegnato pochissimo in fase difensiva da Maehle impegnato molto di più a difendere contro Chiesa piuttosto che ad attaccare. Ha il “torto” principale di aver deviato il tiro decisivo di Malinovskyi che determina il risultato finale.

McKennie 6,5: molta quantità in mezzo al campo e prova a mettersi in proprio in chiusura di primo tempo saltando secco Djimsiti ma trovando Palomino sulla sua strada. Uno dei migliori dell’intero reparto offensivo bianconero insieme a Cuadrado.

dal 78′ Arthur sv

Bentancur 5,5: quantità e qualità per l’uruguaiano che chiude tutti gli spazi centralmente impostando benissimo il gioco dei bianconeri per le ripartenze. Nel secondo tempo però cala di intensità.

Rabiot 5: dopo un buon inizio si perde e non sfrutta due buone ripartenze preferendo temporeggiare piuttosto che lanciare nello spazio il compagno. Continua con il solito ritmo compassato che impedisce ai bianconeri di avere facili occasioni dalle parti di Gollini.

Chiesa 6: soffre la tanta fisicità all’inizio della partita ma soffia un pallone velenoso a Maehle che però Morata non riesce a sfruttare. È sfortunato perchè lascia il campo per un infortunio muscolare e la Juventus perde la sua spinta sulla fascia.

dal 58′ Danilo 6: meno decisivo del solito visto che Pirlo gli chiede molta attenzione nei confronti di Gosens. Difensivamente però è impeccabile.

Morata 5: perde tutti i duelli aerei contro Palomino, ha sui piedi la migliore occasione del primo tempo ma la fallisce malamente.

Dybala 6: cerca di muoversi tantissimo su tutto il fronte d’attacco bianconero ma viene poco assistito dal compagno di reparto. Esce dopo poco più di un’ora di gioco in debito di ossigeno.

dal 68′ Kulusevski 6: il tecnico bianconero lo inserisce per avere maggiore qualità ma i palloni a sua disposizione sono davvero pochissimi.

All. Pirlo 5: buon primo tempo per la sua formazione che non concede praticamente niente agli avversari che solitamente sono molto pericolosi. Nella ripresa però non scatta la scintilla nella squadra bianconera che si accontenta ma nel finale soccombe sulla deviazione sfortunata di Alex Sandro e viene scavalcato dai bergamaschi in classifica.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati