Seguici su

Infortuni

Bologna, infortuni per De Silvestri e Skov Olsen: pronti i controlli

Lorenzo De Silvestri Bologna
© imagephotoagency.it

Apprensione in casa Bologna per le condizioni di De Silvestri e Skov Olsen, non al meglio dopo il match con la Roma. Pronti gli esami per i due

Doppio stop nel Bologna dopo il match esterno contro la Roma. Sia De Silvestri che Skov Olsen sono usciti malconci nella gara dello Stadio Olimpico, accusando entrambi problemi fisici di natura muscolare. Ai due giocatori saranno effettuati i controlli del caso per scongiurare problemi maggiori, altrimenti sarà emergenza per Mihajlovic, con due ennesime indisponibilità in squadra.

Le condizioni di De Silvestri

È da tenere sotto controllo la situazione relativa a Lorenzo De Silvestri, uscito per un risentimento alla coscia sinistra contro la Roma. Al momento non c'è troppa preoccupazione nello staff rossoblù, ma bisognerà monitorare le condizioni del terzino per evitare stop peggiori. Al momento si ipotizza almeno una settimana senza giocare per il felsineo, che dovrà effettuare a breve gli esami.

Le condizioni di Skov Olsen

Anche l'esterno danese è a rischio per la prossima gara di Serie A, che sarà contro lo Spezia. Skov Olsen è stato sostituito nella gara dello Stadio Olimpico per un risentimento alla coscia della gamba destra, e non sembrava al top della condizione fisica. Anche per lui sono già fissati i controlli strumentali, per definire l'entità precisa dell'infortunio ed indentificarne il periodo di stop.

Come cambia il Bologna senza De Silvestri e Skov Olsen

Potrebbero essere due assenze pesanti per Mihajlovic quelle di De Silvestri e Skov Olsen in vista delle prossime gare di Serie A. In difesa, il tecnico rossoblù deve già fare a meno di due suoi pupilli: Tomiyasu, ancora in dubbio per la prossima giornata di campionato, ed Hickey che è out. In difesa senza neanche De Silvestri sarebbe emergenza pura, con i soli Faragò e Mbaye terzini di ruolo rimasti. Il primo gioca a destra naturalmente, il secondo andrebbe adattato. Potrebbe esserci uno dei due in campo, a meno che il tecnico non voglia adattare Soumaoro sulla destra, o optare per un cambio di modulo.

Al posto di Skov Olsen la soluzione è più semplice, con Orsolini pronto e voglioso di giocare al suo posto, essendo il suo cambio naturale. Il quadro offensivo sarebbe dunque composto da Barrow come punta, sostenuto da Sansone, Soriano e Orsolini sulla trequarti.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Infortuni