Seguici su

Serie A

Inter-Verona: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza gol Romelu Lukaku Lautaro Martinez Inter
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Inter-Verona, partita della 33^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

La Serie A torna in campo per onorare la 33^giornata di campionato. La stagione è arrivata al rush finale ed ogni partita può essere decisiva per avvicinarsi ai rispettivi obiettivi di ogni club. Un weekend che si preannuncia ricco di emozioni e spettacolo e che propone anche Inter-Verona, in programma domenica 25 aprile alle ore 15. I nerazzurri – dopo una serie di undici vittorie consecutive – sono reduci da due pareggi, ma sono altresì consapevoli che bastano otto punti per avere la matematica certezza di vincere lo scudetto.

Dall’altra parte il Verona, in crisi di risultati: la squadra di Juric ha perso mordente ed ha una serie aperta di tre sconfitte consecutive. I gialloblù non hanno però smarrito il bel gioco e un’idea di calcio propositiva ed offensiva che può creare problemi in qualsiasi momento. All’andata vinse l’Inter – a fatica – per 2-1: dopo un primo tempo a reti inviolate, Lautaro e Skriniar regalarono i tre punti a mister Conte. Di Ilic il momentaneo pareggio. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Inter e Verona.

Come arriva l’Inter

L’Inter ha rallentato la corsa, ma resta la squadra più in forma del campionato. La prematura dipartita dalle coppe ha permesso ai nerazzurri di concentrarsi esclusivamente sulla Serie A, ed i risultati sono ormai sotto gli occhi di tutti: per risalire all’ultima sconfitta bisogna arrivare allo scorso 6 gennaio (Sampdoria-Inter 2-1). Cristallino il rendimento casalingo dove l’Inter ha conquistato 40 su 45 punti disponibili: meglio, in campionato, solo la Juventus (41). Il bilancio a ‘San Siro’ parla di 13 vittorie, un pareggio e una sconfitta: solo Parma e Milan – nel girone d’andata – sono riusciti a prendere punti in casa nerazzurra. Solo vittorie in quello di ritorno.

Una macchina che gira (quasi) alla perfezione, come testimoniano i numeri: l’Inter ha il secondo miglior attacco della Serie A (71 gol, meglio solo l’Atalanta, 73) e la difesa meno battuta (29 reti subite, a pari merito con la Juventus). Leader del gruppo è Romelu Lukaku, miglior realizzatore (21 gol) e giocatore con più assist (8) con Lautaro. Curiosità: l’Inter ha segnato 48 dei 71 gol nel secondo tempo e tra il 60′ e 75′ subito il 28% delle reti totali. Gran campionato anche per Perisic, quarto tra i nerazzurri per occasioni create (16).

Come arriva il Verona

Il Verona deve ritrovare se stesso dopo un mese di aprile ricco di insoddisfazioni. La squadra di Juric ha perso quattro delle ultime cinque partite, consegnando di fatto l’ottavo posto in campionato al Sassuolo: i gialloblù sono ora decimi, a 41 punti, superati anche dalla Sampdoria (42). Lo score parla di 11 vittorie, 8 pareggi, 13 sconfitte: ultimo successo il 3 aprile (Cagliari-Verona 0-2). Il Verona non sembra risentire del fattore campo: 21 punti conquistati in casa e 20 in trasferta, dove ha una media punti superiore a quella della Roma.

La squadra di Juric ha il suo punto di forza nella difesa: sono 40 i gol subiti, sesto miglior dato in Serie A e ben sei in meno della Lazio, costruita con altri obiettivi. Qualche difficoltà in più si registra in attacco, dove ha segnato appena 40 gol, peggior dato tra le prime dieci in classifica. Il miglior marcatore stagionale è Barak (7), mentre Zaccagni è il giocatore con più assist (7). Curiosità: il Verona è quartultimo per numero di tiri verso la porta: 305, dei quali solo 143 nello specchio. Peggio hanno fatto solo Spezia (300), Crotone (292) e Genoa (249).

Orario di Inter-Verona e dove vederla in tv o in streaming

Inter-Verona si gioca domenica 25 aprile alle ore 15:00 allo stadio ‘San Siro’ di Milano. La gara si disputa a porte chiuse a causa delle misure restrittive imposte dal Governo per contenere il dilagarsi della pandemia del Covid. Il match sarà trasmesso in diretta su Dazn e sul canale DAZN1 di Sky (canale 209 del satellite), solo per i clienti Sky che hanno aderito all’offerta Sky-DAZN. Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme che consentono la presenza dell’app Dazn.

Probabili formazioni Inter-Verona

L’Inter si avvicina al match con il Verona con la rosa quasi al completo, eccezion fatta per Kolarov (problema alla schiena) e Vidal (noie muscolari). Mister Antonio Conte può schierare la formazione migliore con il classico 3-5-2. Handanovic confermato tra i pali. In difesa è De Vrij a guidare il reparto, con Skriniar e Bastoni ai suoi fianchi: D’Ambrosio dovrebbe partire dalla panchina. La cabina di regia è affidata a Brozovic, insostituibile per l’allenatore.

Sugli esterni a destra confermato Hakimi, mentre dall’altra parte Young è favorito su Perisic. Bagarre per il ruolo di mezzali: sicuro di un posto Barella, poi totale incertezza, con mister Conte che scioglierà il nodo solo all’ultimo: Eriksen potrebbe spuntarla ancora, ma Sensi e Gagliardini scalpitano per una maglia. Possibili sorprese anche in attacco: Lukaku viaggia verso la titolarità, ma Sanchez potrebbe avere la meglio su Lautaro per partire al suo fianco.

Il Verona arriva a ‘San Siro’ con diverse defezioni, a partire da Sturaro, squalificato. Mister Juric deve poi fare a meno di Ceccherini (problema all’adduttore), Veloso (operato al collo), Vieira (problema muscolare), ma potrebbe recuperare Lovato, in dubbio. I gialloblù si schierano con il 3-4-2-1 con Silvestri in porta. Il terzetto difensivo è guidato da Gunter, con Dawidowicz e Magnani – in vantaggio su Dimarco – ai suoi lati.

A centrocampo sicuro di un posto Ilic, a segno nella gara d’andata, mentre resta vivo il ballottaggio tra Tameze e Benassi, ma il primo dovrebbe spuntarla. A destra confermato Faraoni, a sinistra c’è Lazovic. In attacco la punta di riferimento è Lasagna, a caccia di continuità: alle sue spalle la qualità e l’imprevedibilità di Barak e Zaccagni. Dovrebbe partire dalla panchina Favilli, così come Bessa e Salcedo.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Young; Sanchez, Lukaku. All. Conte

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Magnani; Faraoni, Ilic, Tameze, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna. All. Juric

Consulta tutte le probabili formazioni della prossima giornata di Serie A

Precedenti Inter-Verona

Sono 59 i precedenti tra Inter e Verona in Serie A con un bilancio che ha quasi dell’incredibile: 34 vittorie nerazzurre, 21 pareggi e appena quattro sconfitte, tutte arrivate al ‘Bentegodi’. Il Verona non ha mai vinto a ‘San Siro’ con l’Inter: 18 successi dei lombardi ed 11 pareggi. Dalla stagione 1991/92 sono dieci i confronti: nove vittorie Inter (sei senza subire gol) e un solo pareggio. Era il 9 novembre 2014 e finì 2-2 (doppietta di Icardi e gol di Toni e Lopez).

Inter-Verona, i consigli per il fantacalcio

Passando ai consigli per il fantacalcio, nell’Inter una menzione particolare va riservata a Romelu Lukaku, a secco di gol da tre partite, ma da schierare contro il Verona. Una sorpresa potrebbe essere rappresentata da Sanchez, possibile titolare del match: il cileno è a caccia del primo bonus con gli scaligeri. L’uomo del momento è Eriksen, anche lui consigliato, mentre lasciano qualche dubbio in più gli esterni: Perisic e Young sono in ballottaggio, più sicuro puntare su Hakimi. In difesa tutti schierabili, da de Vrij a Skriniar: Handanovic merita fiducia nonostante le ultime due uscite deludenti.

Nel Verona la coppia dei trequartisti Barak-Zaccagni è sempre da tenere in considerazione visto che dai loro piedi sono arrivate 12 reti sulle 40 totali e viaggiano rispettivamente con 6,91 e 6,90 di fantamedia. Faraoni sulla fascia è ritornato a macinare chilometri ed è un ex della sfida. Sconsigliati, invece, Lazovic, in ballottaggio con Dimarco e Lasagna: il bomber non segna da tre partite e all’Inter ha realizzato appena due gol in otto precedenti. Possibile sorpresa del match Tameze, jolly tattico di mister Juric e che viaggia ad una media voto pari a 5,95. Da evitare Gunter e Magnani che sono spesso insufficienti nonostante i pochi gol incassati da Silvestri, da lasciare in panchina. Il portiere è nel mirino dell’Inter e potrebbe fare una buona gara, ma il rischio di prendere più di una rete è elevato.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati