Seguici su

Pagelle

Juventus-Genoa 3-1, le pagelle: Kulusevski e Danilo i migliori, Ronaldo flop

Danilo-Dejan Kulusevski Juventus
© imagephotoagency.it

I bianconeri soffrono ma vincono grazie ad un ottimo Kulusevski. Bene anche Danilo, Ronaldo invece il peggiore: le pagelle per il fantacalcio

La Juventus batte 3-1 il Genoa nella partita valida per la 30^ giornata del campionato di Serie A. In questo modo i bianconeri rispondono alle vittorie di Inter e Milan riportandosi a un solo punto di distanza dai rossoneri e mantenendo il vantaggio rispetto alle inseguitrici per il piazzamento valevole per la qualificazione alla prossima Champions League. I liguri invece restano a 32 punti ma – approfittando anche della sconfitta del Cagliari a Milano – mantengono le dieci lunghezze di vantaggio rispetto al terzultimo posto.

Parte subito fortissimo la Juventus che dopo appena 4′ trova il gol del vantaggio con un'ottima azione di Cuadrado sulla destra che serve Kulusevski il quale la piazza all'angolo alto della porta difesa da Perin. I bianconeri continuano ad attaccare e trovano il raddoppio al 22′ con una splendida ripartenza – sfruttando un disimpegno sbagliato di Radovanovic – con Chiesa che dopo la sgroppata calcia trovando l'ottima parata di Perin, sulla ribattuta Ronaldo colpisce il palo ed infine è Morata ad insaccare in rete.

Sempre Juventus pericolosa al 35′ con un tiro di Rabiot da fuori area – sul buonissimo appoggio di Chiesa – che trova sulla sua strada un attento Perin. Il primo tempo si chiude con la prima occasione per il Genoa con Scamacca che sguscia in mezzo a de Ligt e Chiellini ma trova un ottimo Szczesny che esce incontro all'attaccante impedendo guai peggiori.

La ripresa è subito di marca rossoblu con il gol di Scamacca al 49′ che di testa – e sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Rovella – riporta in partita il Genoa. Gli ospiti prendono coraggio e a cavallo del 55′ ha due occasionissime con Pjaca che prima viene stoppato da Szczesny, poi calcia alto dopo essersi liberato benissimo di Chiellini in mezzo all'area avversaria. Risponde finalmente la Juventus con Ronaldo che si accentra cercando il palo lungo ma la palla esce di poco al lato.

La Juventus ritorna avanti di due gol al 70′ con il Genoa che sbaglia il fuorigioco e lascia McKennie da solo davanti a Perin che non sbaglia insaccando il 3-1. La partita termina praticamente dopo questo episodio anche perchè poco dopo gli ospiti restano in dieci per l'infortunio di Zappacosta ed aver terminato i cambi.

Ottima la prova di Kulusevski che sblocca il match dopo soli quattro minuti, così come quella di Danilo che ormai è uno degli insostituibili di questa Juventus. Szczesny si riprende dopo il flop nel derby, ma la prova peggiore è quella di Ronaldo che non ne azzecca una. Nel Genoa il migliore è Scamacca che riesce a riaprire la partita con la rete del 2-1, mentre Perin riesce a contenere il passivo con interventi eccezionali. Ghiglione il peggiore, male anche Pandev e Rovella. Di seguito le nostre pagelle per anticipare i voti del fantacalcio.

Juventus-Genoa 3-1: le pagelle del match

Juventus

Szczesny 6,5: inoperoso per 44 minuti, ma compie un grandissimo intervento in chiusura di primo tempo su Scamacca. Ottimo anche l'intervento su Pjaca, ma non può nulla sulla rete di Scamacca per il momentaneo 2-1.

Cuadrado 6,5: benissimo come sempre in fase propositiva con l'assist per il gol di Kulusevski. Un po' meno preciso in copertura e infatti soffre la pressione di Zappacosta nella parte centrale del primo tempo.

dal 46′ Alex Sandro 5,5: in grande difficoltà rispetto al suo avversario diretto (Ghiglione) che spesso riesce ad avere la meglio.

De Ligt 6: l'ottimo primo tempo con coperture difensive decisive e una sicurezza da veterano, viene sporcato dalla disattenzione in occasione del gol di Scamacca che rimette in corsa il Genoa.

Chiellini 6: gioca ottimamente per 44 minuti nei quali annulla completamente Scamacca, poi però si fa superare troppo facilmente dall'attaccante genoano che non sfrutta l'ottima chance. Anche in avvio di ripresa soffre la maggiore qualità di Pjaca.

Danilo 7: è ormai insostituibile nell'undici titolare bianconero essendo un ottimo jolly, oggi ottima la copertura difensiva e bene anche nelle sovrapposizioni offensive sulla sinistra. Suo anche l'assist per il prezioso 3-1 di McKennie che chiude definitivamente la partita.

Kulusevski 7: ha il merito di sbloccare la partita dopo pochi minuti col suo primo gol del 2021 che infatti gli mancava dal 19 dicembre scorso contro il Parma. Il migliore in campo di tutto il reparto offensivo juventino.

dal 68′ McKennie 7: freddissimo in occasione del primo pallone toccato, quando insacca la rete che permette alla Juventus di non affrontare il finale con la pressione del Genoa.

Bentancur 6: molta quantità in mezzo per l'uruguaiano che smista benissimo tutti i palloni e copre altrettanto bene sulle rare sortite offensive degli avversari. Anche nella parte centrale della partita molto convulsa, pulisce tantissimi palloni impedendo guai peggiori.

Rabiot 5,5: un po' molle il suo inizio di partita con qualche errore di troppo nella fase di impostazione che consente al Genoa di ripartire, poi sul 2-0 prende maggiore coraggio riuscendo anche ad andare al tiro. Nella ripresa però ricade nella negatività dell'inizio di partita.

dall'84' Ramsey sv

Chiesa 6: i bianconeri giocano poco dalla sua parta ma è bravissimo ad aggredire e far sbagliare Radovanovic in occasione dell'azione del raddoppio. Anche lui si eclissa nella ripresa sbagliando qualche scelta sulle ripartenze bianconere.

dal 74′ Arthur 6: entra nel momento esatto dell'infortunio di Zappacosta che mette praticamente fine alla partita.

Morata 6,5: ha il merito di essere riuscito a segnare il gol del raddoppio nel primo tempo rivelatosi decisivo per il match, infatti è molto opaca la sua prova per tutto il resto della partita con pochissimi palloni toccati.

dal 68′ Dybala 6: dopo pochissimo dal suo ingresso la Juventus trova il gol del 3-1 con McKennie che mette fine alle ostilità e non deve praticamente nemmeno impegnarsi più di tanto.

Ronaldo 5: sbaglia un gol clamoroso da zero metri, colpendo il palo e “servendo” un assist involontario a Morata. Primo tempo da dimenticare per il portoghese, che non riesce nemmeno a fare meglio nella ripresa con una prova molto sottotono.

All. Pirlo 6: mette in campo una squadra quadrata e convinta dei propri mezzi e il vantaggio iniziale facilita ulteriormente le cose. Uno svarione difensivo in avvio di ripresa rimette in corsa il Genoa, e paga anche il cambio di Cuadrado con la sua squadra che non riesce più a spingere sulle fasce. Riesce comunque a portare a casa una vittoria vitale per la qualificazione alla Champions League.

Genoa 

Perin 7: incolpevole in occasione dei due gol della Juventus, addirittura era riuscito a fare un grande intervento sul tiro di Chiesa. È il migliore in campo del Genoa e grazie ai suoi interventi limita il passivo.

Masiello 5,5: primo tempo sufficiente per il calciatore genoano che è poco impegnato da Chiesa soprattutto per il fatto che la Juventus preferisce attaccare dall'altro lato. Ha anche lui qualche colpa sul 3-1 di McKennie che mette la parola fine al match.

Radovanovic 5,5: sbaglia clamorosamente il disimpegno che permette a Chiesa di far partire il contropiede che porta al 2-0 di Morata. Si riprende coprendo bene su Ronaldo e Morata che riescono a tirare in porta davvero pochissime volte.

Criscito 5,5: il gol del vantaggio bianconero arriva dal suo lato ma non ha colpe, è però messo in costante pressione dal duo Cuadrado-Kulusevski ma riesce a tenere bene.

Biraschi 5,5: nonostante Chiesa si accentri molto lui non riesce ad incidere sulle ripartenze, trovando dalla sua parte un ottimo Danilo.

dal 46′ Ghiglione 5: entra benissimo nel vivo della partita dimostrandosi subito più propositivo rispetto al compagno, però sbaglia clamorosamente il fuorigioco sul gol di McKennie che consente alla Juventus di chiudere il match.

Rovella 5,5: primo tempo da dimenticare per il giovane centrocampista genoano con anche l'errore decisivo sul gol di Kulusevski. Nella ripresa si sveglia e fornisce anche l'assist per la rete del 2-1 di Scamacca.

dal 63′ Zajc 6: cerca di dare maggiore vitalità all'azione offensiva del Genoa ma dopo poco più di cinque minuti dal suo ingresso il 3-1 della Juventus mette la parola fine alla partita.

Badelj 6: buona la sua partita in mezzo al campo ma paga i due errori singoli che consentono alla Juventus di essere in vantaggio di due reti all'intervallo che mettono la gara in costante salita.

Behrami 6: buonissimo inizio di partita in copertura su Rabiot, poi però si disgrega con l'andare del match subendo il ritorno del francese e di Bentancur.

dal 46′ Pjaca 5,5: molto più mobile e pericoloso rispetto a Pandev, procurandosi due ottime chance ma fallisce clamorosamente la seconda calciando alto con la porta quasi spalancata.

Zappacosta 6,5: in fase propositiva è sempre presente e infatti le azioni genoane si sviluppano sempre dal suo lato, in copertura – insieme a Criscito – limita benissimo la spinta juventina sulla fascia destra.

Pandev 5,5: viene chiuso benissimo dalla difesa bianconera ed è inesistente nel corso del primo tempo. Nella ripresa gioca insieme a Pjaca come trequartista e la sua partita migliora leggermente.

dal 63′ Shomurodov 6: non riesce ad incidere perchè nel corso di dieci minuti il Genoa incassa il gol del 3-1 e resta in dieci per l'infortunio di Zappacosta.

Scamacca 7: soffre per quasi tutto il primo tempo la marcatura dell'esperto Chiellini, poi però nel finale si procura un'ottima chance. In avvio di ripresa riporta in partita i suoi con uno stacco imperiale in mezzo all'area avversaria.

dal 70′ Melegoni 6: entra pochi minuti prima dell'infortunio di Zappacosta e pochi secondi prima del 3-1 di McKennie quindi a partita praticamente finita.

All. Ballardini 6: schiera un'ottima squadra cercando di sfruttare le ripartenze, ma viene punito dopo pochissimi minuti e la partita si mette subito male. Cerca di raddrizzare il match con i cambi in avvio di ripresa, ma paga un altra disattenzione difensiva che lascia McKennie da solo davanti a Perin.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle