Seguici su

Chi schierare

Consigli fantacalcio, chi schierare e chi evitare per la 37^ giornata di Serie A

Esultanza Politano Insigne Di Lorenzo Napoli
© imagephotoagency.it

Dubbi su chi schierare e chi evitare al fantacalcio nella 37^ di Serie A? Ecco i nostri consigli per fare bene in questa giornata

Il campionato di Serie A va verso la conclusione ma ancora sono tanti i verdetti da definire: dalle altre tre squadre che andranno in Champions League fino ad arrivare all'ultima retrocessa. La 37^ giornata inizierà sabato 15 maggio alle ore 15:00 con Genoa-Atalanta e Spezia-Torino, ma i due match clou arriveranno tra il pomeriggio e la serata con Juventus-Inter e il derby capitolino tra Roma e Lazio.

Il Napoli sarà di scena all'ora di pranzo di domenica 16 al Franchi contro la Fiorentina, mentre il Milan nel posticipo serale domenicale giocherà in casa contro il Cagliari. A chiudere il turno toccherà a Verona-Bologna che si disputerà lunedì 17 alle 20:45. Di seguito tutti i nostri consigli di fantacalcio per la 37^ giornata di campionato.

Genoa-Atalanta (sabato 15 maggio ore 15:00)

Difficile per il Genoa arginare questa Atalanta davvero lanciatissima verso la qualificazione alla Champions League. Meglio evitare i rappresentanti del reparto arretrato con Perin, Goldaniga, Masiello e Radovanovic che difficilmente riusciranno a fermare gli avanti bergamaschi. Stesso discorso vale anche per i centrocampisti con Rovella, Behrami e Zajc che rischiano di fare qualche figuraccia. Qualche chance in più di fare bene ce l'hanno gli attaccanti anche se il ballottaggio presente tra le punte – con Scamacca, Shomurodov, Destro e Pandev che si contendono due maglie – metterebbe a serio il fatto di puntare su uno di loro.

I rappresentanti dell'attacco orobico sono certamente da tenere in considerazione, quindi spazio per Zapata, Muriel, Pessina e Malinovskyi che anche da subentrati hanno dimostrato di essere molto determinanti nel portare a casa ottimi bonus per i fantallenatori. De Roon e Freuler mettono tanta quantità ma poche volte riescono ad essere determinanti sotto porta, mentre Gosens anche da terzino ha dimostrato di riuscire a mettere a segno pesanti bonus. Stavolta potrebbe toccare anche ad Ilicic dal primo minuto e potrebbe rappresentare la sorpresa del match così come il portiere Gollini che potrebbe riuscire a mantenere la propria porta inviolata. Attenzione al turnover in difesa vista l'imminente finale di Coppa Italia di metà settimana prossima contro la Juventus, quindi meglio evitare di schierare Romero che dovrebbe partire dalla panchina.

Consigliati: Pandev, Zapata, Gosens

Sconsigliati: Perin, Masiello, Romero

Possibile sorpresa: Gollini

Spezia-Torino (sabato 15 maggio ore 15:00)

È lo scontro diretto per la salvezza con lo Spezia che punterà tantissimo su Maggiore che a centrocampo sta guidando la squadra nel girone di ritorno, e in attacco su Verde e Piccoli che stanno trascinando gli spezzini con i loro gol in questo periodo molto difficile per la formazione di Italiano. Nzola è sconsigliato anche perchè dopo la tribuna punitiva partirà sicuramente dalla panchina, stesso discorso anche per Ricci che non sta riuscendo ad imprimere il cambio di passo desiderato dai fantallenatori. In difesa è difficile puntare su qualcuno anche considerando le prove fornite dai vari Erlic, Ismajli, Vignali e Bastoni che sono in una fase di involuzione e sono spesso insufficienti. La sorpresa potrebbe arrivare da Saponara che nel secondo tempo potrebbe mettere a segno qualche rete decisiva per l'intera stagione.

Nel Torino si spera di ritrovare i gol di Belotti che ha rifiatato nel 7-0 incassato dal Milan, al suo fianco si sono fermati sia Zaza che Sanabria che sembrava avessero trovato continuità nella fase centrale del campionato. Difficile anche la stagione di Verdi che però potrebbe essere decisivo vista la sua propensione per i calci piazzati. Sono da ritrovare le certezze difensive dopo i sette gol incassati dai rossoneri, quindi attenzione a Bremer, Izzo e Nkoulou. Mandragora in mezzo al campo è meglio rispetto a Rincon che incassa tanti cartellini, mentre sugli esterni quello più in forma è sembrato Ansaldi nel confronto con Singo e Vojvoda.

Consigliati: Maggiore, Belotti, Mandragora

Sconsigliati: Erlic, Rincon, Vojvoda

Possibile sorpresa: Saponara

Juventus-Inter (sabato 15 maggio ore 18:00)

La Juventus deve vincere per continuare ad inseguire la qualificazione alla prossima Champions League, contro la difesa interista al completo difficile segnare ma l'estro e la qualità di Ronaldo non possono essere messe in secondo piano da nessuno. La chiave potrebbe essere rappresentata da Cuadrado sulla fascia che potrebbe mettere in difficoltà l'intera formazione avversaria. Chiesa dovrebbe partire dal primo minuto però non è al meglio, quindi meglio rischiare Dybala che contro i nerazzurri è sempre riuscito a mettere a segno preziosi gol. In difesa Alex Sandro e Chiellini rischiano di soccombere contro le offensive interiste, quindi meglio puntare su Danilo e de Ligt che forniscono maggiori certezze. In mezzo al campo Bentancur e Rabiot sono spesso andati in difficoltà e rischiano una vera e propria debacle contro Barella, Brozovic ed Eriksen.

L'Inter vuole stoppare la corsa Champions della Juventus e spera nei gol di Lukaku in attacco. Attenzione anche a Lautaro Martinez che in queste partite è spesso risultato decisivo più del belga e anche ad Hakimi che però dovrebbe vedersela contro Chiesa. In mezzo al campo la corsa frenetica di Barella è un vantaggio per i nerazzurri così come le verticalizzazioni di Eriksen che potrebbe essere decisivo sui calci piazzati. Ritornerà il trio difensivo titolare con de Vrij, Bastoni e Skriniar che tenteranno in tutti i modi di fermare l'attacco bianconero anche ricorrendo a qualche fallo di troppo. Difficile puntare su Young e Darmian anche perchè dovrebbero ritornare dal primo minuto Hakimi e Perisic.

Consigliati: Cuadrado, Hakimi, Martinez

Sconsigliati: Rabiot, Young, Skriniar

Possibile sorpresa: Danilo

Roma-Lazio (sabato 15 maggio ore 20:45)

È un derby che può valere tantissimo per entrambe le formazioni, però i giallorossi ci arrivano con qualche defezione di troppo. In una partita del genere da tenere in considerazione l'estro e la qualità di Mkhitaryan che può indirizzare l'esito del match. Stesso discorso vale anche per Pellegrini che è un punto fermo di tutta la Roma. Nel nuovo 4-2-3-1 messo in campo da Fonseca la sorpresa potrebbe arrivare da El Shaarawy che potrebbe giocare anche dal primo minuto sulla linea dei trequartisti. In attacco ballottaggio tra Mayoral e Dzeko ma meglio evitare di affidarsi ad entrambi. Sconsigliati anche gli esterni di difesa, soprattutto Bruno Peres che dovrà vedersela contro Lazzari che potrebbe creargli più di qualche problema. Anche Ibanez in difesa ha dimostrato di soffrire spesso nei grandi appuntamenti, mentre Mancini offre maggiori certezze. Difficile anche schierare il portiere con Fuzato o Mirante che stanno incassando parecchie reti nelle ultime uscite.

Per la Lazio è l'ultima chance per poter continuare a concorrere per un posto nella prossima Champions League. Immobile nelle ultime uscite sta trascinando la formazione biancoceleste con cinque gol nelle ultime sei partite, mentre sono in calo le prestazioni di Luis Alberto che però non è completamente da escludere considerando le sue grandissime qualità tecniche. In dubbio Milinkovic-Savic la cui presenza potrebbe rivelarsi decisiva perchè senza di lui la Lazio perde tanta forza fisica soprattutto sulle palle alte. In difesa l'unico a garantire certezze è Acerbi, mentre sono da evitare Marusic e Radu che raramente forniscono prestazioni sufficienti. In mezzo al campo Lucas Leiva è sconsigliato anche considerando il suo 5,67 di fantamedia, mentre consigliatissimo è Lazzari che avrà davanti Bruno Peres e potrebbe mettere a segno anche preziosi bonus. Attenzione anche a Correa che dopo il turno di riposo contro il Parma sarà più fresco rispetto sia agli avversari che ai compagni.

Consigliati: Mkhitaryan, Immobile, Lazzari

Sconsigliati: Bruno Peres, Leiva, Marusic

Possibile sorpresa: El Shaarawy

Fiorentina-Napoli (domenica 16 maggio ore 12:30)

La Fiorentina è ormai salva e potrebbe mollare un po' il colpo rispetto alle ultime uscite con anche qualche nome nuovo rispetto al solito. Come sempre Vlahovic è da schierare considerando i suoi 21 gol finora messi a segno in campionato sui 47 gol totali segnati dalla viola. Ribery al suo fianco ha giocato un campionato molto deludente con sole due reti ed una fantamedia di 6,46, mentre in mezzo al campo Bonaventura ha dimostrato spesso di riuscire ad incidere di più rispetto ai compagni di reparto. Infatti sia Amrabat che Castrovilli – quest'ultimo in calo dopo un ottimo inizio – non stanno dando quello che i fantallenatori si aspettavano. Sconsigliata tutta la difesa infatti nonostante Milenkovic possa anche essere pericoloso sulle palle inattive, insieme a Pezzella e a Martinez Quarta potrebbero andare in seria difficoltà contro il forte attacco partenopeo. Meglio evitare anche Terracciano che rischia di dover raccogliere più di qualche palla dal fondo della sua rete.

I partenopei devono vincere tutte le partite restanti per arrivare nelle prime quattro in campionato e qualificarsi alla Champions League. Gli attaccanti del Napoli sono sempre molto pericolosi quindi difficile sconsigliarne qualcuno tra Insigne, Osimhen, Lozano e Politano che hanno dimostrato di essere molto pericolosi anche da subentrati. Zielinski è il faro del gioco offensivo dei campani e riesce spesso ad entrare sul tabellino con assist o gol molto preziosi ai fini del risultato. A centrocampo il preferito è sicuramente Fabian Ruiz che rispetto a Demme e Bakayoko riesce a portare bonus rispetto agli altri due che sono spesso ammoniti. Di Lorenzo è l'unico interprete difensivo che riesce con una certa continuità a farsi vedere dalle parti del portiere avversario, mentre gli altri – Manolas, Rrahmani ed Hysaj – devono più che altro preoccuparsi di difendere e spesso commettono anche qualche errore. La sorpresa potrebbe arrivare da Ospina che dovrebbe rientrare dal primo minuto e portare a casa un clean sheet considerando che nelle ultime cinque partite ci sono riusciti solamente in un'occasione (contro il Torino).

Consigliati: Vlahovic, Insigne, Zielinski

Sconsigliati: Terracciano, Amrabat, Demme

Possibile sorpresa: Ospina

Benevento-Crotone (domenica 16 maggio ore 15:00)

Il Benevento deve obbligatoriamente vincere per non raggiungere anzitempo il Crotone tra le formazioni retrocesse in Serie B. Quindi fiducia per Lapadula e Gaich che si troveranno di fronte la peggiore difesa del campionato con 91 reti incassate. Attenzione anche a Caprari che potrebbe essere la sorpresa e ritornare al gol che gli manca da 15 partite (1-1 contro la Sampdoria). In mezzo al campo Viola potrebbe partire dalla panchina, ma gli altri compagni di reparto – Hetemaj, Schiattarella e Ionita – difficilmente riescono ad incidere sull'andamento dei match. Rientra Letizia sulla fascia che potrebbe rappresentare un altro importante fattore anche viste le difficoltà dei pitagorici in quel reparto. Le maggiori difficoltà però arrivano dal reparto arretrato con Barba e Glik che viaggiano rispettivamente con 5,57 e 5,72 di fantamedia e contro Simy e company rischiano davvero tantissimo.

Il Crotone ormai gioca con la leggerezza di una formazione che non deve chiedere più niente al campionato, cercando di onorarlo fino al termine. Le maggiori certezze arrivano dal reparto offensivo con Simy che punta le 20 reti in campionato, così come Messias ed Ounas che sono andati in rete e hanno deciso la precedente sfida contro il Verona. Molina e Pereira sugli esterni sono in una fase calante della stagione e soprattutto il primo contro Letizia rischia davvero tantissimo. In mezzo molti dubbi di formazione ma i vari interpreti – Zanellato, Petriccione, Benali e Cigarini – non offrono mai certezze con una sola rete messa a segno in quattro. Difficile anche il compito difensivo con Golemic, Djidji, Luperto e Magallan che difficilmente riescono a fornire prestazioni sufficienti e non aiutano nemmeno le prove di Cordaz che ha incassato ben 91 gol finora in stagione.

Consigliati: Lapadula, Letizia, Simy

Sconsigliati: Barba, Pereira, Luperto

Possibile sorpresa: Caprari

Udinese-Sampdoria (domenica 16 maggio ore 15:00)

È una partita che ha ormai ben poco da chiedere al campionato visto che entrambe le formazioni hanno raggiunto il traguardo salvezza. Il faro dell'Udinese è De Paul che dovrebbe essere arrivato al capolinea della sua avventura in Friuli e vorrebbe sicuramente salutare con ottime prestazioni. In netta risalita e miglioramento rispetto all'inizio della stagione sono i due esterni Molina e Stryger Larsen, mentre difficilmente riescono a fornire bonus Walace e Arslan. Con Nuytinck in dubbio, in difesa spazio a Becao, Bonifazi e Samir che quest'anno hanno convinto poco e rischiano tantissimo contro la qualità e la velocità di Quagliarella, Keita e Gabbiadini. Difficile anche per Musso mantenere inviolata la propria porta, così come per gli attaccanti andare in rete ma molto meglio Okaka rispetto a Llorente che finora è ancora fermo ad un solo gol.

Nella Sampdoria i tre attaccanti Keita, Quagliarella e Gabbiadini si contendono i due posti utili ma anche da subentrati possono mettere a segno preziose reti anche decisive ai fini del risultato. In mezzo al campo Silva è out per infortunio quindi giocheranno Thorsby ed Ekdal che difficilmente riescono a portare a casa bonus. Candreva sulla fascia destra dovrà vedersela con Larsen ma i suoi cross sono sempre un fattore determinante per la Sampdoria. Attenzione alla sorpresa Damsgaard che potrebbe essere determinante con qualche rete a sorpresa. In difesa invece Augello sta dando spesso dimostrazioni positive e molto meglio lui rispetto al compagno Bereszynski, così come i centrali Tonelli e Colley che però potrebbero portare a casa spesso qualche cartellino pesante. Probabile anche un clean sheet per Audero contro un attacco non certo sfavillante come quello friulano.

Consigliati: De Paul, Quagliarella, Augello

Sconsigliati: Becao, Llorente, Ekdal

Possibile sorpresa: Damsgaard

Parma-Sassuolo (domenica 16 maggio ore 18:00)

Il Parma ormai sembra proiettato più verso la prossima stagione anche se spera di abbandonare l'ultimo posto in classifica. Nelle ultime uscite il migliore della formazione ducale è senza dubbio Brunetta che sta fornendo ottime prestazioni, mentre Kucka e Kurtic sono a livello assoluto i migliori con rispettivamente sette e quattro gol messi a segno. Anche Hernani ha segnato sette reti finora però alterna prestazioni buone con altre davvero disastrose. Difficile puntare sugli attaccanti che non riescono a segnare quasi mai, quindi sono sconsigliati Pellé, Cornelius e Gervinho che hanno messo a segno sette gol in tre. Deficitarie anche le prove della difesa con Osorio, Bani, Busi e Gagliolo che raramente hanno superato il 6 in pagella. Difficile il compito di Sepe contro un Sassuolo voglioso di ottenere la vittoria.

Il Sassuolo deve vincere e sperare che la Roma non faccia lo stesso per superare i giallorossi nella corsa al settimo posto valevole per la prossima Conference League. Berardi ha sbagliato il rigore contro la Juventus però sta trascinando la squadra con i suoi 16 gol segnati finora ed è senza dubbio il migliore. Insieme a lui anche Locatelli che riesce spesso a sfornare assist preziosi, così come Ferrari in mezzo alla difesa che rappresenta l'unica certezza del reparto. Attenzione anche a Consigli che contro un attacco molto poco prolifico potrebbe portare a casa un ottimo clean sheet. La sorpresa potrebbe arrivare da Caputo – che potrebbe anche partire dall'inizio – e ritrovare il gol che gli manca da 11 gare. Raspadori è però sempre da tenere in considerazione visto che nelle ultime cinque giornate ha messo a segno quattro gol. Difficile invece affidarsi a Lopez e a Obiang che in mezzo al campo non riescono ad essere al livello di Locatelli, così come Chiriches, Rogerio e Muldur che viaggiano con fantamedie insufficienti (5,74, 5,77 e 5,96).

Consigliati: Kucka, Berardi, Consigli

Sconsigliati: Gervinho, Osorio, Lopez

Possibile sorpresa: Caputo

Milan-Cagliari (domenica 16 maggio ore 20:45)

Il Milan con i tre punti conquisterà matematicamente la Champions League per la prossima stagione. Assente Ibrahimovic – per il quale se ne riparlerà il prossimo campionato – il peso dell'attacco sarà affidato a Rebic, Brahim Diaz e Calhanoglu che sono sembrati molto in forma nelle ultime uscite. Meno certezze le offre Saelemaekers che è l'unico che non è riuscito ad entrare nello score del tennistico 7-0 rifilato al Torino. Donnarumma potrebbe portare a casa un buonissimo clean sheet, però contro Joao Pedro avrà molto da sudare. Molta attenzione anche per Kjaer e Tomori nel gioco aereo che è uno dei punti di forza del Cagliari. Hernandez e Calabria sugli esterni garantiscono una spinta costante e sono in un ottimo momento di forma.

Per il Cagliari sarà molto difficile fermare questo Milan che sembra lanciatissimo, l'uomo di maggiore affidabilità è senza dubbio Joao Pedro che però dovrà vedersela con il forte reparto difensivo del Milan. Sconsigliato Pavoletti che contro i centrali rossoneri potrebbe vedere pochissimi palloni, così come gli esterni Marin e Lykogiannis (o Zappa) che rischiano tantissimo contro Calabria ed Hernandez. Per Cragno potrebbe esserci una giornata molto difficile considerando il forte attacco milanista, stesso discorso per i difensori con Godin e Ceppitelli che rischiano anche loro tantissimo. Nandez potrebbe essere una delle chiavi del match considerando che riesca a fermare la strapotenza fisica di Kessie, invece Nainggolan potrebbe sentire profumo  di derby e mettere in campo forze extra.

Consigliati: Calhanoglu, Donnarumma, Nandez

Sconsigliati: Saelemaekers, Ceppitelli, Lykogiannis

Possibile sorpresa: Calabria

Verona-Bologna (lunedì 17 maggio ore 20:45)

Il Verona sembra avere la testa in vacanza ma Juric vorrà evitare altre figuracce come quella di Crotone. Sulla trequarti meglio Barak rispetto a Zaccagni, ma attenzione anche a Salcedo che potrebbe essere la vera sorpresa. Faraoni e Lazovic offrono una costante spinta offensiva che potrebbe essere decisiva contro i terzini felsinei non eccellentissimi. In difesa l'unico che da garanzie è Dimarco mentre sono sconsigliati sia Ceccherini che Gunter. In porta potrebbe riandare Pandur che rischia di incassare più di qualche rete. Tameze ed Ilic difficilmente riescono a risolvere le partite e spesso sono costretti a lavoro extra per sopperire alle mancanze difensive dei trequartisti.

Il Bologna vuole riscattare la sconfitta incassata contro il Genoa quindi come sempre molta attenzione a Barrow e Soriano che sono tra gli unici del reparto offensivo a riuscire ad andare in rete con continuità. Orsolini è in calo mentre Vignato potrebbe dare soddisfazioni, in mezzo al campo meglio Svanberg rispetto a Schouten anche se avranno da sudare contro l'aggressività costante del Verona. In difesa Danilo e Soumaoro commettono spesso leggerezze che costano carissime, così come Dijks che non è sembrato all'altezza del ruolo. Qualche certezza in più arriva da Tomiyasu così come da Skorupski che sta salvando spesso il Bologna da bruttissime figure.

Consigliati: Faraoni, Soriano, Svanberg

Sconsigliati: Tameze, Danilo, Dijks

Possibile sorpresa: Salcedo


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Chi schierare