Seguici su

Serie A

Tutto sul Napoli: calendario, risultati, mercato e fantacalcio

napoli

Dopo la delusione della scorsa stagione, i partenopei vogliono risollevarsi e dimostrare di potersela giocare fino in fondo. Riuscirà Spalletti a fare meglio di Gattuso?

Il calendario del Napoli: inverno complicato in Serie A, Leicester avversario scomodo in Europa League

Ancora una volta, il Napoli ha deluso. I partenopei sono da anni tra le migliori squadre della Serie A, ma anche nella precedente stagione non sono riusciti a fare l’ultimo passo decisivo. L’anno scorso è stato pesantemente influenzato dal Covid-19, e il Napoli ne ha spesso pagato le conseguenza. Il clima teso tra Gattuso e De Laurentiis ha fatto il resto. La squadra campana ha quindi chiuso al 5^ posto in classifica alle spalle della Juventus, che si è aggiudicata in extremis l’ultimo posto valido per la Champions League.

Quest’anno però gli azzurri sono partiti fortissimo. Il cambiamento più grande è avvenuto in panchina: addio Gattuso, benvenuto Luciano Spalletti. L’ex allenatore di Roma e Inter torna così in Italia in un’altra piazza estremamente calda come quella di Napoli. Il tecnico toscano ha tutte le intenzioni – e l’esperienza – per giocarsi lo scudetto con Inter, Milan e Juventus.

Stesso discorso in Europa, dove il Napoli dovrà rinunciare ancora una volta alla Champions League. Poco male, perché la formazione partenopea è sicuramente tra le pretendenti al titolo dell’Europa League. Il girone di è assolutamente alla portata: l’unico vero ostacolo sono gli inglesi del Leicester, che però non hanno di certo la qualità dei campani.

Occhio anche alla Coppa Italia, da anni obiettivo dichiarato del Napoli. La squadra di Spalletti inizierà dagli ottavi di finale, che si giocheranno a metà gennaio.

Calendario Napoli: le ultime 5 partite

Napoli-Cagliari 2-0 (Serie A): 26/09/2021
Sampdoria-Napoli 0-4 (Serie A): 23/09/2021
Udinese-Napoli 0-4 (Serie A): 20/09/2021
Leicester-Napoli 2-2 (Europa League): 16/09/2021
Napoli-Juventus 2-1 (Serie A): 11/09/2021

Calendario Napoli: le prossime 5 partite

Napoli-Spartak Mosca (Europa League): 30/09/2021 alle 18.45
Fiorentina-Napoli (Serie A): 03/10/2021 alle 18.00
Napoli-Torino (Serie A): 17/10/2021 alle 18.00
Napoli-Legia Varsavia (Europa League): 21/10/2021 alle 21.00
Roma-Napoli (Serie A): 24/10/2021 alle 18.00

Calendario Napoli: le 5 partite più importanti della stagione

Inter-Napoli (Serie A): 21/11/2021 alle 18.00
Milan-Napoli (Serie A): 19/12/2021 alle 20.45
Juventus-Napoli (Serie A): 06/01/2022
Napoli-Inter (Serie A): 13/02/2022
Napoli-Milan (Serie A): 06/03/2022

Esultanza Politano Insigne Di Lorenzo Napoli

© imagephotoagency.it

Il calciomercato del Napoli: riscattato Politano dall’Inter, ceduto a titolo definitivo Milik

Il Napoli non ha fatto grossi movimenti di mercato. L’acquisto di Osimhen nell’estate 2020 e le conseguenze lasciate dalla pandemia hanno influito sulle decisioni societarie. Il cambiamento più grosso è infatti stato in panchina, con il ritorno in Serie A di Luciano Spalletti.

Gli unici nuovi arrivati di agosto sono Juan Jesus e Anguissà. Riscattato Politano dall’Inter e rientrato Ounas dal prestito al Crotone.

Per quanto riguarda le cessioni, il Napoli saluta definitivamente Arkadiusz Milik: l’attaccante polacco è ora di proprietà del Marsiglia. Girato in prestito Luperto all’Empoli. Prestati gratuitamente Hysaj e Maksimovic, rispettivamente a Lazio e Genoa. Saluta Napoli anche Bakayoko, tornato al Milan dopo esser passato per il Chelsea.

Calciomercato Napoli: tutti gli acquisti

Matteo Politano (attaccante) – arrivato dall’Inter
André Zambo Anguissà (centrocampista) – arrivato dal Fulham
Juan Jesus (difensore) – arrivato dalla Roma
Davide Marfella (portiere) – arrivato dal Bari

Calciomercato Napoli: tutte le cessioni

Arkadiusz Milik (attaccante) – venduto al Marsiglia
Sebastiano Luperto (difensore) – prestato all’Empoli
Eugenio D’Ursi (attaccante) – prestato al Pescara
Elsei Hysaj (difensore) – gratuito
Leonardo Candellone (attaccante) – prestato al Sudtirol
Mario Francesco Prezioso (centrocampista) – gratuito
Franco Ferrari (attaccante) – prestato al Pescara
Raffaele Russo (attaccante) – gratuito
Francesco Mezzoni (centrocampista) – prestato alla Pistoiese
Nikola Maksimovic (difensore) – gratuito
Alessio Zerbin (attaccante) – prestato al Frosinone
Michael Folorunsho (centrocampista) – prestato al Pordenone
Gennaro Tutino (attaccante) – prestato al Parma
Nikita Contini (portiere) – prestato al Crotone
Karim Zedadka (centrocampista) – prestato al Charleroi
Luca Palmiero (centrocampista) – prestato al Cosenza
Zinedine Machach (centrocampista) – prestato al Honved
Gianluca Gaetano (centrocampista) – prestato alla Cremonese

 

La formazione del Napoli: Insigne capitano e simbolo, Osimhen centravanti nel 4-3-3 di Spalletti

Le scelte di Spalletti non si discosteranno molto da quelle di Gattuso. Almeno non negli uomini. Classica difesa a 4 davanti a uno tra Ospina e Meret: Di Lorenzo e Koulibaly inamovibili, poi Manolas e Mario Rui sono i titolari. Rrahmani è la prima riserva in mezzo, mentre Malcuit è un bel jolly da poter schierare sia terzino destro che sinistro.

A centrocampo il perno si chiama Fabian Ruiz: il mister non rinuncerà mai alla sua qualità e visione di gioco. Discorso simile per Zielinski che, se a posto fisicamente, fa le due fasi in maniera eccellente: il polacco è il giocatore che consente al Napoli di passare dal 4-3-3 in fase di non possesso al 4-2-3-1 in fase offensiva. La sorpresa risponde invece al nome di Anguissà. Mediano camerunense arrivato dal Fulham, si è subito preso le chiavi del centrocampo: dotato di grande fisico, sembra partire davanti nelle gerarchie rispetto a Demme e Lobotka.

Davanti il tridente titolare sembra esser composto da Insigne, Osimhen e Politano. Sui primi due non si discute: il numero 24 è il capitano e il simbolo di questo Napoli, mentre il centravanti nigeriano non ha eguali al momento in rosa per fisico e tecnica. L’ex Inter invece si giocherà spesso il posto con Lozano sulla destra: sono due giocatori completamente diversi, ma entrambi hanno le capacità per spezzare in due le difese avversarie. Occhio infine alla variabile impazzita Dries “Ciro” Mertens.

Formazione Napoli: tutti i giocatori

Portieri: Alex Meret, David Ospina, Davide Marfella
Difensori: Kalidou Koulibaly, Konstantinos Manolas, Amir Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui, Faouzi Ghoulam, Giovanni Di Lorenzo, Kevin Malcuit, Alessandro Zanoli
Centrocampisti: Andrè Zambo Anguissà, Diego Demme, Stanislav Lobotka, Fabian Ruiz, Eljif Elmas, Piotr Zielinski
Attaccanti: Lorenzo Insigne, Hiving Lozano, Matteo Politano, Adam Ounas, Victor Osimhen, Andrea Petagna, Dries Mertens

Formazione Napoli: gli 11 titolari

4-3-3: Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Anguissà, Zielinski; Politano, Osimhen, Insigne. Allenatore: Luciano Spalletti

Esultanza Di Lorenzo Insigne Napoli
Fantacalcio Napoli: Insigne e Osimhen garantiscono bonus, meglio lasciar stare Mario Rui e Manolas

Il Napoli è composto da molti giocatori offensivi dotati di grande qualità e velocità: visto anche il gioco offensivo predicato da Spalletti, c’è l’imbarazzo della scelta per i fantallenatori.

In ogni caso, la porta dà importanti garanzie: sia Ospina che Meret sono portieri di altissimo livello. La linea difensiva ha doti importanti, ma ogni tanto ci si aspetta qualche svirgolata. Di Lorenzo e Koulibaly, oltre ad essere titolari fissi, porteranno qualche bonus. Occhio invece a Mario Rui e Manolas: troppi cartellini e spesso confusionari.

A centrocampo la qualità e predisposizione offensiva di Zielinski non possono non esser prese in considerazione. Bene anche Fabian Ruiz, nonostante possa spesso ricoprire una posizione davanti alla difesa. In attacco Insigne è una certezza, sia per quanto riguarda i gol che gli assist: inoltre, il numero 24 è l’incaricato alla battuta di rigori, punizioni e calci d’angolo. Osimhen è un’altra ottima scelta: potrebbe davvero essere il suo anno. Imprevedibile invece Politano: se lo acquisti, meglio farlo insieme a Lozano.

Fantacalcio Napoli: i 3 migliori giocatori da prendere

Piotr Zielinski
Centrocampista di grande qualità e visione di gioco, sarebbe sicuramente un valore aggiunto nella tua fantarosa. Il polacco è un trequartista capace di vestire in panni della mezzala, destra o sinistra senza differenza. Dotato di due ottimi piedi e di grandi tempi di inserimento, Zielinksi è anche freddo sotto porta. Il numero 20 ti porterà sia gol che assist.

Lorenzo Insigne
È il migliore del Napoli. La squadra si aggrappa a lui nei momenti difficili, e lui ha la personalità per prendere i compagni per mano e portarli alla vittoria. Il numero 24 gioca da esterno sinistro del tridente e non da prima punta, ma negli ultimi anni è diventato un finalizzatore incredibile. Il suo classico “tiro a giro” è un marchio di fabbrica, così come gli assist per i compagni. Insigne batte rigori, punizioni e calci d’angolo.

Victor Osimhen
Prima punta di questo Napoli, è un concentrato di potenza e velocità da far invidia ai migliori. È ancora giovane e per certi versi un po’ acerbo per la nostra Serie A, ma sarà il capocannoniere del Napoli. Se c’è un giocatore in grado di raggiungere quota 20 gol in questa squadra – oltre ovviamente a Insigne – è proprio Osimhen.

Fantacalcio Napoli: i 3 peggiori giocatori da non prendere

Mario Rui
Terzino sinistro di spinta, è dotato di un buon piede ma non basta: in Italia bisogna anche saper difendere. Il portoghese si fa trovare spesso troppo avanzato, lasciando buchi pericolosi alle sue spalle. Il numero 6, inoltre, è spesso irruento e non ha un carattere facile: i cartellini sono dietro l’angolo.

Kostantinos Manolas
Difensore centrale dalle capacità immense, spesso si addormenta. È fisico, veloce, bravo in marcatura e nei colpi di testa, ma ogni tanto attraversa dei veri e propri momenti di blackout: sbaglia passaggi semplici, si dimentica dell’avversario, goffi autogol. Alterna ottime gare a 4 in pagella: è un difensore di alto livello, ma quando non è in giornata è un vero rischio per la vostra fantarosa.

Matteo Politano
Esterno destro del tridente, è un mancino puro. Il numero 21 è veloce ed ha un ottimo piede, ma tende sempre a fare le stesse cose: stop con l’esterno sinistro, dribbling verso il centro, cross o tiro. È diventato un po’ prevedibile. Se sta bene fisicamente è un buon giocatore (comunque non da oltre 10 gol in campionato), ma è un po’ discontinuo. Come attaccante al fantacalcio, è un po’ sprecato. Discorso diverso ovviamente se riuscite anche ad acquistare la sua alternativa, Lozano.

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A