Seguici su

Rubriche

Flashback, Mondiali 2018: Francia Campione del Mondo!

Facciamo un tuffo nel passato e torniamo a Russia 2018: la Francia batte la Croazia in finale, mentre l’Italia rimane a casa a guardare

La 21^ edizione della Coppa del Mondo di calcio sarà per sempre ricordata da noi italiani come una delusione tremenda.

L’ex ct azzurro Gian Piero Ventura non riuscì infatti a qualificarsi alla fase finale della competizione giocata in Russia. L’Italia perse lo spareggio contro la Svezia e rimase a casa. Non accadeva da 60 anni che la nostra nazionale saltasse un Mondiale, proprio dal torneo del 1958 in Svezia.

E così 60 milioni di italiani si sono ritrovati a guardare i migliori giocatori del mondo in televisione, senza nessuno per cui tifare e gioire.

Le favorite erano come al solito la Germania campione in carica ed il Brasile. Ma a spuntarla fu la Francia, squadra giovane e ricca di talento.

 

Gironi: clamorosa eliminazione della Germania

I Mondiali di Russia 2018 sono stati ricchi di sorprese. A partire dal primo turno.

Tanto per cominciare, ai blocchi di partenza si sono presentate per la prima volta l’Islanda e Panama. La competizione ha ritrovato squadre come Senegal, Marocco, Egitto e Perù. Sono invece rimaste clamorosamente a casa, oltre all’Italia, anche Olanda, Cile, Camerun, Stati Uniti e Nuova Zelanda.

Con 32 squadre, la formula prevedeva 8 gironi da 4 team ciascuno; le prime due qualificate per gli ottavi di finale, le ultime 2 subito a casa.

Tra i gruppi più interessanti c’era sicuramente il girone B, dove l’urna propose subito il derby iberico tra Spagna e Portogallo. Gli spagnoli non erano più la corazzata che aveva vinto il Mondiale del 2010 e i due Europei, mentre invece i portoghesi arrivavano da campioni d’Europa in carica. La partita d’esordio fu un inno al calcio: 3-3 bellissimo, condito dalla tripletta di Cristiano Ronaldo. Alla fine le due squadre riuscirono a qualificarsi entrambe con 5 punti a testa.

Belli ma decisamente meno avvincenti furono anche i gironi D e G. Il primo metteva di fronte Croazia e Argentina: a spuntarla furono gli slavi. Il secondo, invece, era guidato da Belgio e Inghilterra: in questo caso, i Diavoli Rossi si guadagnarono il primo posto solo grazie al successo per 1-0 proprio contro la nazionale dei Tre Leoni.

Tuttavia, la notizia più clamorosa della fase a gironi arriva dal gruppo F, quello composto da Svezia, Messico, Corea del Sud e Germania. Vincitori – e dominatori – dell’edizione precedente in Brasile, i tedeschi sono stati incredibilmente eliminati al primo turno. A vincere il girone fu la Svezia, seguita dal Messico. Addirittura ultima per differenza reti la nazionale di Low, che ha chiuso la sua partecipazione dietro anche alla Corea del Sud.

fifa.com

Pavard-gol-francia-argentina

Eliminazione diretta: Argentina e Spagna fuori agli ottavi, Brasile ai quarti

Gli ottavi di finale di Russia 2018 hanno proposto accoppiamenti a dir poco infuocati.

Fuori subito il Portogallo di Ronaldo, superato 2-1 dall’ostico Uruguay. Stesso discorso per la Colombia, che dopo l’1-1 dei tempi regolamentari si ferma ai calci di rigore contro l’Inghilterra.

La sfida che ha attirato l’attenzione di tutto il mondo però fu quella tra Francia ed Argentina.

Messi e compagni arrivarono al big match con grandi difficoltà: appena 4 punti nel girone e un ct – Jorge Sampaoli – molto controverso. La partita fu una delle più belle del torneo, e a spuntarla furono i francesi (4-3) grazie alla prestazione super di Kylian Mbappé.

La sorpresa degli ottavi di finale arriva invece da Spagna-Russia. Le Furie Rosse hanno ampiamente dominato i padroni di casa per larghi tratti del match, ma si sono dovuti arrendere al loro “catenaccio”. Dopo l’1-1 al termine dei primi 120’, ai rigori è la Russia a spuntarla.

Da segnalare, la vittoria ai calci di rigore della Croazia ai danni della Danimarca, e l’incredibile rimonta del Belgio sul Giappone (3-2).

Ai quarti di finale, vita facile per Francia e Inghilterra, che battono 2-0 rispettivamente Uruguay e Svezia.

Secondo match consecutivo invece terminato ai calci di rigore sia per Russia che Croazia. Stavolta però i padroni di casa sono costretti ad alzare bandiera bianca: a qualificarsi per la semifinale mondiale sono proprio gli slavi.

Il match più interessante dei quarti di finale è quello tra Brasile e Belgio. Da favoriti, i verdeoro non riescono però a superare l’ostacolo europeo: 1-2 per i Diavoli Rossi e Brasile eliminato. Altra delusione mondiale per Neymar!

Le semifinali sono quindi Francia-Belgio e Croazia-Inghilterra. A vincere sono le prime due.

I transalpini giocano probabilmente la peggior partita del loro torneo: il Belgio della generazione d’oro sta bene ed è affamato. Alla fine però, a fare la differenza è il colpo di testa di Umtiti per l’1-0 finale.

Gara ancor più equilibrata tra Croazia e Inghilterra, le quali si erano già affrontate nel girone (1-0 Croazia). Ad avere la meglio è ancora la qualità degli slavi, ma solo ai tempi supplementari: dopo l’1-1 firmato Trippier e Perisic, a segnare la rete decisiva è Mario Mandzukic.

Finale: Francia-Croazia 4-2

La finale di Coppa del Mondo si è giocata domenica 15 luglio 2018 allo Stadio Luzniki di Mosca, in Russia. Di fronte, Francia e Croazia.

I transalpini non vincono la competizione dal 1998, prima ed unica volta per loro. Gli slavi, invece, sono alla primissima apparizione in una finale mondiale. Ma al di là di quello che dice la storia, alla vigilia la gara sembra più equilibrata che mai.

La qualità di ragazzi come Modric (miglior giocatore del torneo) Rakitic, Brozovic, Perisic, Kovacic e Mandzukic – tutti in forze a grandi squadre europee – è la spiegazione del percorso netto fatto dalla Croazia per arrivare in finale. Dall’altra parte, però, la Francia ha giocatori di livello assoluto: da Mbappé – miglior giovane della competizione – a Pogba, da Griezmann a Kanté.

Nonostante la grande partenza dei croati, ad aprire le danze fu proprio la Francia. Punizione di Griezmann deviata da Mandzukic, che vede la palla entrare nella propria porta. A rincuorarlo è Perisic pochi minuti più tardi, che insacca con un bel destro all’angolino. Al 28’, la finale mondiale è già 1-1.

Prima dell’intervallo, però, i francesi tornano avanti con Griezmann: infallibile il numero 7 dal dischetto e 2-1.

Nella ripresa la Francia ammazza letteralmente la partita. Ci si aspettava una scossa da parte della Croazia, ma gli avversari sono troppo forti. Sotto un temporale, prima Pogba e poi Mbappé spengono i sogni di gloria di Modric e compagni. Mandzukic fa anche in tempo a trovare una piccola gioia personale, ma ormai è troppo tardi. La Croazia non c’è più, la Francia è padrona del campo e del cronometro.

Davanti ad oltre 78.000 spettatori, finisce 4-2 per la squadra di Didier Deschamps!

E così, dopo 20 anni esatti, la Francia è Campione del Mondo per la seconda volta nella sua storia!


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Rubriche