Seguici su

Calciomercato

Calciomercato Verona, le principali notizie e indiscrezioni su Giovanni Simeone

Giovanni Simeone Verona

Tra i bomber più prolifici del campionato di Serie A, Giovanni Simeone ha attirato le attenzioni dei piú forti e “spendaccioni” tra i Club in Europa, che si stanno facendo avanti per soffiare il talento argentino del Verona. La volontà di trattenere l’ex River Plate indubbiamente c’è, ma è difficile pensare che la società scaligera possa resistere alle sostanziose offerte che potrebbero arrivare in futuro.

La passione per il calcio tramandata dal “Cholo”

Giovanni Simeone è nato a Madrid, figlio d’arte di Diego Simeone, ora allenatore dell’Atletico Madrid, che ha infiammato le folle degli stadi in Serie A come giocatore in Italia. Prima con la maglia del Pisa, poi con quelle di Inter e Lazio, ha lasciato sempre uno straordinario ricordo. L’allenatore dell’Atletico era un giocatore ben diverso dall’attaccante del Verona, un centrocampista carismatico che lottava come un leone a centrocampo ed era anche pronto a sganciarsi nell’area avversaria a far goal. In grado di spezzare le trame offensive con la sua tenacia e di far ripartire la manovra della sua squadra. Incitava e caricava i compagni a mille con la sua grinta, nessun allenatore poteva privarsi della sua presenza in mezzo al campo, questo era Diego Simeone. Ha tramandato la passione per il calcio al figlio Giovanni che gioca nel ruolo di attaccante, ma ha caratteristiche completamente diverse da quelle del suo Papà come giocatore.

Simeone, i numeri in carriera

Giovanni Simeone è cresciuto nelle giovanili del River Plate, a diciotto anni colleziona 17 presenze nella Primera División Argentina segnando anche due reti. Trova poco spazio nell’annata successiva e viene spedito in prestito al Banfield, nel 2015 gioca diciotto partite segnando 6 gol, l’anno dopo 16 presenze-5 gol-1 assist è il suo bottino finale. É il Genoa a portarlo in Italia nel 2016-17 dove disputa un eccellente stagione arricchita da 12 centri. Gli valgono il passaggio alla Fiorentina, dove resta per due anni, il primo da incorniciare con ben 14 reti e 4 assist in trentotto partite. Positivo l’impatto del classe 95 anche l’anno seguente con meno goal realizzati (sei) e tre assist, il giocatore gioca molto per la squadra e offre quasi sempre prestazioni con un discreto rendimento. Tutto ciò non basta per ottenere la conferma e nel 2019-20 viene ceduto al Cagliari, la sua media reti non è male ( dodici in trentasette presenze) ma manca ancora quel qualcosa in più per entrare a far parte dell'élite dei bomber di Serie A. Nel 2020-21 gioca 33 gare mettendo a segno 6 centri in una delle stagioni piú opache della sua carriera. Il Cagliari lo gira in prestito al Verona e con Igor Tudor come allenatore ritornano la vena realizzativa e la magia..

Simeone, un inizio con il botto a Verona

Dopo sei stagioni in serie A e all’età di 26 anni si pensava che Simeone non avrebbe fatto più progressi e avesse raggiunto la sua dimensione nonché maturazione calcistica. Insomma un attaccante adatto per compagini di bassa-medio fascia e non un bomber per affidare completamente il peso dell’attacco offensivo di una squadra. Invece l’ex Banfield quest’anno sta stupendo tutti, segnando gol a raffica. Il poker contro la Lazio prima e la doppietta contro la Juventus, in totale sono 9 centri in 11 partite giocate quest’anno e la consapevolezza di aver convinto gli addetti ai lavori che dubitavano delle sue qualità.

Le possibili destinazioni per Giovanni Simeone

Era inevitabile, dopo le prestazioni a suon di gol, che Simeone diventasse uno dei giocatori più pregiati della prossima sessione di calciomercato. La dirigenza scaligera ce la metterà tutta per riscattare il 26enne, il prezzo fissato è di 12 milioni di euro.

Sirene inglesi per Simeone, l’interesse del West Ham

Il West Ham dopo anni deludenti e piazzamenti inferiori alle attese, quest’anno ha iniziato alla grande in PL lottando per le prime posizioni con squadre ben piú blasonate e sulla carta con rose molto piú competitive. Analizzando l’organico degli Hammers però, notiamo che l’unico attaccante (non proprio una prima punta) è il giamaicano Michail Antonio. Un bomber come Simeone servirebbe come il pane per completare la rosa di David Moyes e la società inglese è pronta a fare un’offerta allettante per convincere anche il giocatore.

Dalla Liga il Siviglia pronto a fare follie per Giovanni Simeone

L’altra squadra interessata sembra essere il Siviglia, pronta a spendere cifre considerevoli per portare Simeone alla corte dell’allenatore, Julen Lopetegui. L’infortunio dell’attaccante titolare Youssef En Nesyri ha allertato l’ex Roma, ora General Manager degli Andalusi. Secondo i giornali spagnoli, Monchi vuole anticipare i tempi e tentare l’assalto all’attaccante argentino già nella finestra di mercato a Gennaio.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato