Seguici su

Coppe europee

Conference League, con lo Zorya può essere sfida decisiva: la Roma si qualifica se…

Lorenzo Pellegrini Roma

Dopo quattro giornate di Conference League, la Roma che affronta lo Zorya Luhansk nell'ultima giornata della fase a gironi non è ancora certa del proprio destino. A seguito delle due vittorie arrivate nelle prime due gare contro CSKA Sofia e Zorya, infatti, i giallorossi hanno patito la doppia sfida contro il Bodo/Glimt e gli hanno ceduto il passo in classifica. Con un punto di distanza dalla prima delle classe e uno dalla terza – lo stesso Zorya – la Roma è comunque pienamente in gioco per l'accesso alla fase a eliminazione diretta.

All'andata, gli uomini di Mourinho non hanno avuto troppe difficoltà ad avere la meglio sugli ucraini, sconfitti con un rotondo 0-3 grazie alle reti di El Shaarawy, Smalling e Abraham, ma bisognerà stare molto attenti a non abbassare la guardia contro una formazione che dopotutto ha soltanto un punto di ritardo sui capitolini. La Roma è tornata a vincere in campionato contro il Genoa, ora dovrà ripetersi anche in Conference League per non rischiare seriamente di essere eliminata in questa fase a gironi.

Nel suo primo anno d'esistenza, infatti, la Conference prevede una qualificazione diretta agli ottavi di finale per le 8 prime classificate di ognuno dei gironi, mentre le 8 seconde disputeranno un playoff contro le terze classificate della fase a gironi di Europa League per riempire tutti e 16 gli slot disponibili per completare il tabellone degli ottavi di finale. E in questo momento, la Roma può ancora arrivare prima, seconda oppure terza nel Gruppo C.

Ecco allora tutti gli scenari per il passaggio del turno da parte dei giallorossi.

La Roma si qualifica se…

  • La Roma vince contro Zorya e CSKA Sofia: anche nella migliore delle ipotesi, i giallorossi non possono esser certi di qualificarsi direttamente agli ottavi di finale. Questo perché se anche il Bodo/Glimt vincesse entrambi le sfide che gli si prospettano, sarebbero i norvegesi a chiudere come primi in classifica. La Roma si qualificherebbe direttamente dunque solo nel caso in cui il Bodo perdesse contestualmente almeno due punti nelle due ultime giornate, altrimenti sarebbero spareggi.
  • La Roma vince contro lo Zorya e pareggia contro il CSKA Sofia: vincendo contro lo Zorya, la Roma sarebbe sicura di arrivare almeno seconda e di qualificarsi dunque almeno agli spareggi a discapito degli ucraini. Per arrivare prima, però, deve sperare che la capolista Bodo non faccia più di due punti, perché con l'arrivo a pari merito i norvegesi sarebbero avanti.
  • La Roma vince contro lo Zorya e perde contro il CSKA Sofia: anche in questo caso i capitolini sarebbero certi di arrivare almeno agli spareggi, ma sarebbe ancor più complicato qualificarsi direttamente agli ottavi. Perché accadesse, il Bodo/Glimt dovrebbe fare al massimo un punto nelle due giornate rimanenti.
  • La Roma pareggia contro lo Zorya e vince contro il CSKA Sofia: ultimo caso in cui la squadra di Mourinho è certa almeno del secondo posto, ma anche stavolta non sarebbe padrona del proprio destino per quanto riguarda la testa della classifica. Per vincere questo girone, infatti, la Roma dovrebbe sperare in un massimo di due punti raccolti dal Bodo/Glimt negli ultimi due turni.
  • La Roma pareggia contro Zorya e CSKA Sofia: in questo scenario, il primo posto non sarebbe più un'opzione. La seconda posizione sarebbe centrata nel caso in cui lo Zorya perdesse o pareggiasse all'ultima giornata contro il Bodo/Glimt, oppure nell'ancor più remota possibilità in cui sia il CSKA Sofia che lo Zorya battessero i norvegesi, che a quel punto sarebbero incredibilmente fuori.
  • La Roma pareggia contro lo Zorya e perde contro il CSKA Sofia: le possibilità si assottigliano sempre più, ma in questo caso ancora esistono. Se anche lo Zorya venisse sconfitto o pareggiasse contro il Bodo all'ultima, infatti, i giallorossi andrebbero agli spareggi nonostante i risultati deludenti. In nessun caso si potrebbe puntare alla vetta della classifica.
  • La Roma perde contro lo Zorya e vince contro il CSKA Sofia: anche qui il primo posto va dimenticato. Il secondo sarebbe centrato con una vittoria del Bodo/Glimt all'ultima giornata contro lo Zorya oppure con un pareggio, ma in quel caso tutto dipenderebbe dagli scontri diretti tra capitolini e ucraini. Al momento, la Roma è avanti 3-0. Anche se il Bodo perdesse entrambe le gare che gli rimangono, la Roma andrebbe fortunosamente a giocarsi contro una squadra “retrocessa” dall'Europa League l'accesso agli ottavi.
  • La Roma perde contro lo Zorya e pareggia contro il CSKA Sofia: in questo caso, non c'è possibilità di accesso agli ottavi. Nella migliore (improbabile) ipotesi, i giallorossi potrebbero appaiarsi al Bodo/Glimt al secondo posto (ma solo nel caso in cui i norvegesi perdessero tutte le gare). Anche in quello scenario, comunque, sarebbero sfavoriti negli scontri diretti e quindi saluterebbero anzitempo la competizione.
  • La Roma perde contro Zorya e CSKA Sofia: ovviamente, con zero punti in due giornate la Roma non avrebbe alcuna possibilità di qualificarsi alla fase successiva di questa prima edizione della Conference League.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Coppe europee