Seguici su

Rubriche

Milan-Inter, la storia del derby della Madonnina

San-Siro-Milano

La storia di uno dei derby più iconici della storia del calcio, quello tra Milan ed Inter: il derby della Madonnina

Ci sono partite che hanno un fascino ed un importanza maggiore rispetto ad altre. Partite che interessano non solo i tifosi delle due squadre in questione, ma anche tutti gli amanti e gli appassionati del gioco del calcio. Tra queste partite, senza ombra di dubbio, non possono mancare i derby. E se poi parliamo della stracittadina tra Milan ed Inter, allora la magia inizia già una settimana prima del fischio d'inizio. Milano si ferma. Cambia. Nella settimana del derby tutto è diverso, tutto è più intenso. In ballo non ci sono semplicemente i tre punti, c'è di più, molto di più. C'è il dominio (in senso figurato) della città, ci sono gli sfottò (quelli simpatici), c'è la storia. E proprio di quella abbiamo deciso di parlarvi, della storia del derby di Milano. O meglio, scusate, della storia del derby della Madonnina.

Milan-Inter: la storia del derby della Madonnina

Il derby tra Milan ed Inter ha una storia poco più che secolare, la prima stracittadina di Milano risale infatti al 1909. Era il 10 gennaio ed il Milan si imponeva per 3-2 al campo Milan di Porta Monforte. Da quel giorno, da quel derby, ne è passata di acqua sotto i ponti. Una cosa non è però passata, anzi, è solo aumentata: il fascino e l'importanza di questa sfida. Da sempre le due squadre, fatta eccezione per qualche ciclo un po' più sfortunato, sono infatti state tra le principali candidate per la vittoria dello Scudetto. Calamite per talenti e grandi campioni.

Come molti sapranno, la denominazione di “Derby della Madonnina” deriva dalla statua della Madonna Assunta che si trova in cima al Duomo di Milano e che – come  canta Giovanni D'Anzi – “Ti te dominet Milan“, che tradotto verrebbe “Tu domini Milano“. Il derby ha una storia particolare perché l'Inter venne creata per ragioni per così dire “politiche”: 44 dirigenti del Milan decisero infatti di abbandonare il club rossonero (fondato nel 1899) per un accordo che la maggioranza della dirigenza aveva stretto con la FIGC in merito al divieto di accogliere in squadra calciatori di origine straniera. Nel 1908 questi 44 dirigenti fondarono dunque l'Internazionale Milano, o meglio, l'Inter. La rivalità fu quindi, fin da subito, doppia. Sia perché le due squadre si giocavano il “titolo” di regina di Milano, sia per la storia che portò alla creazione della società nerazzurra.

Milan-Inter: la stracittadina più importante d'Italia

I derby in Serie A sono diversi. Due di questi sono però un po' più importanti degli altri perché, storicamente, sono giocati da tre delle squadre più forti del nostro torneo e da tre delle squadre che si sono sempre contese il Tricolore. Se parliamo di derby infatti, i più importanti – per i motivi sopra elencati – sono due: il derby d'Italia ed il derby della Madonnina per l'appunto. Se invece che parlare di derby, perché quello tra Juventus ed Inter (derby d'Italia) è un derby solo per denominazione essendo le due squadre di due città differenti, parliamo invece di stracittadina, ecco dunque che nessun'altra può superare – in Italia – quella tra Milan ed Inter. Neppure quella tra Roma e Lazio che, pur essendo due delle sette sorelle del nostro campionato, non hanno storicamente sempre lottato per la conquista dello Scudetto.

Milan-Inter: bilancio equilibrato, Inter leggermente avanti nei precedenti

Come quasi tutti i derby, il bilancio della sfida è abbastanza equilibrato. D'altronde, si sa, i derby sono partite a se, quindi non conta lo stato di forma delle squadre o l'annata no di una delle due, quando si parla di derby si parla nella stragrande maggioranza dei casi di una partita molto equilibrata. Sono ben 228 gli incontri in gare ufficiali tra Milan ed Inter, con i precedenti che sorridono ai nerazzurri, avanti di 84 vittorie a 77, sono 67 invece i pareggi. Equilibrio anche per quanto riguarda i gol fatti: 315 per l'Inter (media di 1,38 per incontro), 304 invece per il Milan (media di 1,33 periodico per incontro).

Milan-Inter: i migliori calciatori nella storia del derby

Sono tanti, anzi, tantissimi i campioni che hanno vestito nel corso del tempo le maglie delle due squadre e che quindi hanno preso parte al derby. Alcuni di questi ne hanno però scritto la storia più di altri. Andrij Sevcenko ne è un esempio. Lo storico bomber ucraino del Milan – premiato anche con il Pallone d'Oro nel 2004 – è infatti il miglior realizzatore nella storia del derby di Milano con 14 centri. Il numero uno di gol per l'Inter è invece Giuseppe Meazza (a cui è anche dedicato lo stadio), che di gol nel derby ne ha segnati 13, 12 dei quali proprio con la maglia dei nerazzurri.

Se invece che di gol parliamo di presenze, ecco allora che scompaiono gli attaccanti ed entrano in scena i difensori. E che difensori. Il primatista assoluto per apparizioni nel derby è, ancora una volta, un milanista: Paolo Maldini, che ha giocato ben 56 derby della Madonnina. Il numero uno per l'Inter è invece Javier Zanetti, anche lui storico capitano, che si è però fermato dopo “appena” 47 derby disputati.

Milan-Inter: i record del derby

Essendo stato già giocato 228 volte, il derby di Milano ha anche diversi record, alcuni dei quali molto particolari o inaspettati. La partita con più gol ad esempio, ben 11, venne giocata il 6 novembre del 1949 e finì 6-5 in favore dell'Inter. La partita con il maggiore scarto vinta dai nerazzurri arrivò sempre il 6, però febbraio del 1910, quando l'Inter si impose sui cugini per 5-0 “fuori casa”. E avvenne fuori casa anche la vittoria con maggiore scarto da parte del Milan, che l'11 maggio del 2001 rifilò un secco 6-0 all'Inter. Il maggior numero di vittorie consecutive è del Milan che, tra il 5 febbraio del 1911 ed il 9 febbraio del 1919 e tra il 30 maggio del 1946 e l'11 aprile del 1949, vinse sei derby di fila. Dei rossoneri anche la maggiore striscia senza vittorie nel derby, 17, maturate tra il 10 novembre del 1929 ed il 7 febbraio del 1937.

Ora un po' di record riguardanti i calciatori. Il gol più veloce dell'Inter, ed in generale, fu segnato da Sandro Mazzola dopo appena 13 secondi di gioco il 24 febbraio del 1963. Il gol più veloce del Milan porta invece la firma di José Altafini, che il 26 marzo del 1961 segnò dopo 25 secondi. Molto più recenti i gol tardivi. Quello dell'Inter è del 26 gennaio 2021, con Christian Eriksen al 96esimo e 43 secondi. Quello del Milan del 15 aprile del 2017, segnato da Cristian Zapata al 96esimo e 38 secondi. Il miglior marcatore in un singolo derby è Josè Altafini con quattro gol. Il giocatore che ha segnato per più derby di fila Romelu Lukaku, cinque.

Tra i record più particolari. Saul Malatrasi è l'unico calciatore ad aver conquistato Scudetto, Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale con entrambe le formazioni. Zlatan Ibrahimovic è invece l'unico ad aver vinto la classifica dei cannonieri sia quando giocava all'Inter che quando giocava al Milan. Il giocatore più giovane ad aver segnato nel derby è Edoardo Mariani, all'età di 16 anni e 359 giorni. Il più vecchio Zlatan Ibrahimovic, all'età di 39 anni e 115 giorni.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Rubriche