Seguici su

Consigli Fantacalcio

Consigli fantacalcio, 5 difensori su cui puntare per il girone di ritorno

Arthur Theate Bologna

Con le feste è arrivato anche il giro di boa della Serie A, che nel giorno dell'Epifania tornerà in campo con la 1^ giornata del girone di ritorno. Tempo di bilanci dunque anche al fantacalcio, dove diventa sempre più importante affidarsi ai giusti interpreti per continuare sulla buona strada intrapresa fino a questo momento, oppure per invertire quella che conduce lontano dai piazzamenti-premio, o ancor peggio verso il fondo della classifica. Ecco allora un elenco di cinque difensori – scommesse più o meno rischiose – che possono darvi soddisfazione da qui al termine del campionato.

Giovanni Di Lorenzo (Napoli)

Affidabile. Se avessimo dovuto scrivere la pagella del girone d'andata di ognuno dei giocatori di questa Serie A, il termine finale riassuntivo del giudizio di Di Lorenzo sarebbe stato “affidabile”. Titolare in 19 partite su 19, a destra, a sinistra, volendo come soluzione-tampone anche al centro. Fantamedia voto del 6,26 sulla quale i bonus influiscono però solo con una maggiorazione di 0,13. Colpa di tanti malus? No, perché 3 ammonizioni in 19 gare non sono affatto troppe per un difensore. Colpa allora effettivamente dei pochi bonus: solo un gol e un assist finora per il laterale azzurro.

Ma è proprio per questo che può esser consigliabile puntare su Di Lorenzo da qui al termine della stagione. Il Napoli è una squadra arrembante e il classe '93 ci ha abituati a ben altri numeri in Serie A: 5 gol e 3 assist nella sua prima stagione nel massimo campionato italiano con la maglia dell'Empoli, 3 gol e 4 assist nella prima coi partenopei, addirittura 3  gol e 7 assist nel 2020/21.

I pro, dunque, sono diversi: appartenenza a una delle big del campionato; titolarità assoluta; media voto già superiore alla sufficienza nonostante i pochi bonus trovati finora; abitudine a segnare e realizzare assist in numero almeno triplo rispetto a quanto visto nel girone d'andata. Seppure non dovesse ripetere una stagione da 10 bonus come la scorsa, insomma, vi rimarrebbe comunque l'affidabilità di una pedina sempre titolare in una squadra in lotta per l'altissima classifica.

Gianluca Mancini (Roma)

Tra questo consiglio e il precedente ci sono un'importante similitudine e un'altrettanto importante differenza. Quest'ultima la si trova nel rendimento attuale: se Di Lorenzo è simbolo di affidabilità con il suo 6,26 di fantamedia, Mancini fino a questo momento è stato una vera delusione per i fantallenatori che hanno puntato su di lui a inizio stagione. Del 5,69 la sua fantamedia, cifra da centrale di una medio-piccola. La sensazione è però che il trend in questo caso possa essere invertito, e il perché lo vediamo insieme tra poco.

Come Di Lorenzo, infatti, anche Gianluca Mancini dà la sensazione di non aver ancora collezionato neanche la metà dei bonus che ha nascosti nella propria manica. Lo scorso anno, l'ex atalantino ha realizzato ben 4 reti in campionato, mentre nella Serie A 2021/22 il suo score è ancora fermo ai box. “Ha sgabbiato male” direbbe Sergio di Boris. Considerando le sue qualità aeree e la centralità che i calci piazzati hanno nel gioco della Roma, poi, sembra quasi potersi appellare alla matematica. Sì, perché ben il 10,2 xG (il 30,9% del totale prodotto dai capitolini) dei giallorossi derivano proprio da situazioni con palla ferma, e dunque principalmente da angoli e punizioni. Nessun'altra squadra è allo stesso livello (l'Inter è seconda con 8.5, ma per esempio la Lazio è ferma a 4 e l'Atalanta a 5,1). Un motivo in più per credere alla possibilità che, alla fine, Mancini qualche bonus in più lo porterà di sicuro.

E occhio perché all'asta è stato pagato molto, ma i suoi fantallenatori potrebbero svenderlo dopo un girone d'andata deludente. È una scommessa, ma si può credere nella rinascita.

Andrea Cambiaso (Genoa)

Un gol e 4 assist sono un bottino di bonus discretamente positivo per un laterale difensivo, anche per uno di livello alto e soprattutto di una squadra di livello alto. Al suo primo anno in Serie A, invece, questi sono i numeri raccolti dal 21enne Cambiaso nel solo girone d'andata con la maglia del Genoa terzultimo.

Un dato più che positivo, collezionato da un giocatore che ha dimostrato in pochissimo tempo di valere il massimo campionato italiano grazie anche alle sue qualità tecniche. Sinistro, ma quasi ambidestro, Cambiaso è un crossatore eccellente e un giocatore polivalente, tanto da aver giocato non soltanto a tutta fascia sia a destra che a sinistra, ma anche come esterno alto in un 4-2-3-1 (da non sottovalutare al fantacalcio). Dal suo arrivo, Shevchenko ha scelto di giocare con un 3-5-2 già noto alla squadra, nel quale Cambiaso si occupa per intero della corsia mancina ed è molto coinvolto anche da un punto di vista creativo nel gioco dei rossoblù.

Il Genoa lotta per la salvezza e va dunque incontro anche a giornate problematiche, ma due soli 5 in pagella dopo 19 turni nei quali il Grifone ha centrato una sola vittoria, con 8 pareggi e 10 sconfitte testimoniano un'affidabilità di un certo tipo, confermata dal 6,5 più assist ricevuto dopo il derby perso per 1-3 contro la Sampdoria.

Arthur Theate (Bologna)

A inizio anno era un oggetto misterioso e pochi fantallenatori hanno puntato da subito su di lui. In effetti, Theate ci ha messo un po' anche a prendersi il Bologna – questione normalissima di adattamento a una nuova realtà – ma ora è un tassello fondamentale nell'undici di Mihajlovic. Nel 3-4-2-1 impostato di recente dal tecnico serbo, infatti, il terzetto difensivo è rimasto pressoché invariato: Soumaoro-Medel-Theate. Dalla 4^ alla 19^ giornata, infatti, il belga ha saltato solo due gare (ultima delle quali proprio la 19^, ma per infortunio) e può fregiarsi di una media da difensore di primissimo livello: 6,57.

Con i suoi 191 cm ha già dimostrato con 2 reti di essere molto pericoloso da un punto di vista offensivo, ma a rassicurare al fantacalcio è anche una continuità di rendimento che lo ha stabilizzato su una media voto pura superiore alla sufficienza (6,14). Le ammonizioni sono state due, decisamente non troppe per un centrale difensivo, nessun rosso invece a referto. In molte leghe, Theate potrebbe essere ancora svincolato. In tal caso, non solo dovete prenderlo: dovete schierarlo.

Fabiano Parisi (Empoli)

Come già successo per i portieri, anche con i difensori non vogliamo inserire nomi altisonanti, scontati. Inutile scrivere che avere in rosa Theo Hernandez, Bonucci e Cuadrado sia una buona idea: lo è, lo sappiamo tutti. Ma se finora abbiamo scommesso, qui la posta in gioco si alza.

Per l'Empoli, Fabiano Parisi è stata una delle sorprese più positive dello scorso anno. A 20 anni, il terzino sinistro della provincia di Avellino ha messo insieme 20 presenze nella categoria cadetta dando prova del suo valore, realizzando anche un gol e due assist. Con la promozione dei toscani in A, però, Parisi ha inizialmente perso il posto da titolare in favore del più rodato Marchizza, salvo riprenderselo a suon di ottime prestazioni nelle ultime giornate.

La fantamedia non è stellare (6,12), ma il 5 alla prima partita disputata influisce parecchio. Da allora, infatti, il 21enne ha trovato un 7,5, un 7, un 6,5, due 6 e due 5,5. Se vi sembra poco, non siete realisti. Parliamo di un difensore pressoché sconosciuto ai più, che gioca in una neopromossa e è alla sua prima esperienza in A. Un giocatore che ha margini di miglioramento enormi, ma che ha fatto intravedere ottime capacità. A nostro parere, può ripagare una fiducia che poi, alla fine, neanche vi costerebbe così tanto.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Consigli Fantacalcio