Seguici su

Europa League

Europa League, verso gli ottavi: le squadre già qualificate e i verdetti all’ultima giornata

Europa League

Tutto sui gironi di Europa League: la formula della competizione, le squadre già qualificate e la situazione ad una giornata dalla fine

Da qualche anno, la Uefa ha introdotto questa “nuova” competizione: l’Europa League. Si tratta di un rinnovamento della vecchia Coppa Uefa, con alcune modifiche sostanziali – soprattutto a partire da questa edizione. Questa competizione rappresenta il secondo torneo europeo per importanza, dopo ovviamente la Champions League.

A parteciparvi non sono le migliori squadre del continente, ma comunque pur sempre ottime formazioni che concludono i rispettivi campionati nazionali a ridosso delle primissime posizioni. Ad aumentare il livello medio della competizione ci pensano le squadre che “scendono” dalla Champions League, che hanno la possibilità di subentrare a torneo in corso dopo i gironi.

Fra le 32 squadre che si sono qualificate ai gironi di Europa League, ci sono anche 2 formazioni italiane: Napoli e Lazio.

Domani si concluderà la prima fase finale. Vediamo quindi ora la formula della competizione, la situazione dei gironi, le squadre già qualificate agli ottavi di finale e le date delle prossime partite.

 

Formula della competizione

Quest’anno l’Europa League è cambiata parecchio rispetto alle edizioni passate. Ciò è dovuto all’introduzione di una terza competizione, l’Uefa Conference League.

Tanto per cominciare, le squadre partecipanti non sono più 48 ma 32, suddivise in 8 gironi da 4 ciascuna proprio come in Champions League: ciò significa un livello più alto ed esclusivo.

Le prime 12 squadre che accedono alla fase finale della competizione sono quelle qualificate di diritto dopo il posizionamento nei rispettivi campionati: nel caso della Serie A, ad esempio, si tratta della 5^ e della 6^ classificata. A queste se ne aggiungono 10, ovverosia le squadre sconfitte agli spareggi per l’accesso in Champions League. Infine altre 10 formazioni, che ad agosto sono dovute passare tramite un turno di qualificazione ed un playoff di andata e ritorno: tra queste, ad esempio, ci sono Celtic, Galatasaray e Stella Rossa.

A settembre cominciano i gironi, in concomitanza con quelli di Champions League. Tutte le squadre giocano 6 partite a testa (3 di andata e 3 di ritorno), e alla fine viene stilata la classifica. La 1^ formazione di ogni girone accede direttamente agli ottavi di finale di Europa League.

Non però la 2^ – e qui c’è l’altra grande novità di quest’anno. A differenza della stagione precedente in cui si ripartiva dai sedicesimi con l’ingresso delle 3^ classificate nei gironi di Champions League, stavolta viene fatta una selezione ancora più stringente. Le 2^ classificate dei gironi di Europa League, infatti, affronteranno a febbraio in uno spareggio ad eliminazione diretta le squadre che hanno chiuso al 3^ posto i gironi di Champions – le quali così non potranno accedere direttamente alla fase finale. Le vincitrici di questi 8 incontri andranno a completare il quadro delle 16 squadre che a marzo disputeranno gli ottavi di finale di Europa League.

Poi avanti fino alla fine esattamente come in Champions League. Quarti di finale e semifinali saranno turni di andata e ritorno ad eliminazione diretta. La finalissima, gara secca, si giocherà mercoledì 18 maggio 2022 allo Stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia, in Spagna.

 

La situazione dei gironi

Il girone A è dominato dal Lione, 1^ in classifica e a punteggio pieno. I francesi sono già certi di giocare gli ottavi di finale di Europa League. Sicuri del 2^ posto sono invece i Rangers, che dovranno però passare per un playoff prima di disputare gli ottavi. Sparta Praga e Brondby si giocano l’accesso alla Conference League, con i cechi in netto vantaggio.

Il gruppo B vede in testa il Monaco. La squadra del Principato è già certa del 1^ posto, in virtù del vantaggio negli scontri diretti con il Psv Eindhoven. Gli olandesi sono favoriti per il 2^ posto, ma occhio alla Real Sociedad. All’ultima giornata il Psv va proprio in trasferta in Spagna: per arrivare agli spareggi, non deve perdere. Eliminato lo Sturm.

Il girone C è quello del Napoli. Qui i giochi sono ancora apertissimi, si deciderà tutto domani sera. In testa al momento c’è il Leicester con 8 punti, tallonato da Spartak Mosca e Napoli a 7. Ma occhio anche al Legia Varsavia a 6. All’ultima giornata, la squadra di Spalletti ospita gli inglesi: con una vittoria li scavalcherebbe e sarebbe qualificata, forse anche come 1^. Tutte le squadre possono ancora qualificarsi e tutte possono ancora essere eliminate.

Il gruppo D è guidato dall’Eintracht Francoforte, davanti a tutti con 11 punti in classifica. A -2 c’è però l’Olympiacos, che spera di agguantare il 1^ posto all’ultima partita. Queste due formazioni sono già certe del passaggio del turno, rimane solo da capire con quale posizionamento. Sicuro del 3^ posto il Fenerbahce, eliminata l’Anversa.

Il girone E è quello della Lazio. La squadra di Sarri ha già passato il turno, ma dovrà aspettare domani sera per sapere se sarà necessario passare dai playoff per accedere agli ottavi di finale della competizione. I biancocelesti sono infatti 2^ in classifica con 8 punti, mentre davanti c’è il Galatasaray con 11. Tuttavia, all’ultima giornata la Lazio ospita proprio i turchi all’Olimpico: in virtù dell’1-0 subito all’andata, serve una vittoria migliore per assicurarsi il 1^ posto nel girone. Il 3^ posto se lo giocano Marsiglia e Lokomotiv Mosca, con i francesi avanti di 2 punti.

Il gruppo F è molto equilibrato: Stella Rossa 10, Braga 9 e Midtjylland 8. La 1^ di queste 3 squadre andrà direttamente agli ottavi di finale di Europa League, la 2^ si giocherà il playoff e la 3^ scalerà in Conference League. Già eliminato invece il Ludogorets.

Il girone G è guidato dal Bayern Leverkusen, già certo del 1^ posto e quindi di giocarsi gli ottavi di finale. Discorso diverso invece per il Betis Siviglia 2^, che sfiderà una 3^ classificata dai gironi di Champions League. Il Celtic chiuderà il girone 3^, e quindi scalerà nella terza competizione europea – la Uefa Conference League – per affrontare una squadra 2^ classificata. Eliminato il Ferencvaros.

Il gruppo H, infine, è già stato vinto dal West Ham. Dietro di lui si giocano la 2^ posizione la Dinamo Zagabria e il Genk, con i primi che hanno 2 punti di vantaggio sui secondi. Può ambire al massimo alla Conference League il Rapid Vienna.

 

Le squadre già qualificate

Gruppo A: Lione, Rangers

Gruppo B: Monaco

Gruppo C: –

Gruppo D: Eintracht Francoforte, Olympiacos

Gruppo E: Galatasaray, Lazio

Gruppo F: –

Gruppo G: Bayer Leverkusen, Betis Siviglia

Gruppo H: West Ham

Lunedì 13 dicembre ci sarà il sorteggio degli spareggi tra le 2^ qualificate di Europa League e le 3^ qualificate di Champions League. I match si giocheranno poi giovedì 17 e 24 febbraio 2022.

Venerdì 25 febbraio 2022, invece, ci saranno i sorteggi per gli ottavi di finale di Europa League.

 

Le date delle prossime partite

Giovedì 9 dicembre, ore 18.45

Sparta Praga-Brondby

Anversa-Olympiacos

Fenerbahce-Eintracht Francoforte

Sturm-Monaco

Napoli-Leicester

Lione-Rangers

Legia Varsavia-Spartak Mosca

Real Sociedad-Psv Eindhoven

Giovedì 9 dicembre, ore 21

Ferencvaros-Bayer Leverkusen

West Ham-Dinamo Zagabria

Marsiglia-Lokomotiv Mosca

Ludogorets-Midtjylland

Celtic-Betis Siviglia

Braga-Stella Rossa

Lazio-Galatasaray

Genk-Rapid Vienna

10 marzo 2022

Ottavi di finale, gara d'andata

17 marzo 2022

Ottavi di finale, gara di ritorno

7 aprile 2022

Quarti di finale, gara d'andata

14 aprile 2022

Quarti di finale, gara di ritorno

28 aprile 2022

Semifinali, gara d'andata

5 maggio 2022

Semifinali, gara di ritorno

18 maggio 2022

Finale


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Europa League