Seguici su

Fantacalcio

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: le strategie per migliorare la rosa a gennaio

Nuove regole fantacalcio 2021/22

I nostri consigli per approcciare all'asta di riparazione del post mercato di gennaio nel modo migliore

Esiste un momento nella prima parte della stagione di un fantallenatore, in cui ci si sente incompiuti, sfortunati, inadeguati, nemmeno fossimo alle prese con una relazione amorosa. È il momento in cui ci si fa la fatidica domanda: “perché non mi sono fermato alla settima birra quell'infausto giorno dell'asta di agosto?” Si arriva a conclusioni drastiche, per lo più menzognere del tipo: “Giuro che questo è l'ultimo anno che regalo dei soldi per fare il fantacalcio”. Ed è proprio in quel momento che l'unico barlume di speranza per recuperare la retta via e rimediare (per quanto possibile) ai disastri di fine estate, appare ai nostri occhi dopo mesi di buio come una luce infondo al tunnel. È l'asta di riparazione. Si guarda un attimo la lista svincolati ed il Beto di turno ci sembra di colpo un Batistuta che è lì solo per salvare la nostra annata.

Modalità classica ad asta

L'asta di metà anno è, come tutte le aste, un momento goliardico per incontrare persone che spesso vediamo due volte l'anno. Utilissima per affibbiare titoli, falsi e passatemi il termine anche un po' “tirapiedi”, a chi sta volando in testa alla classifica o per ricordare tutte le disgrazie capitate alla nostra squadra che sicuramente è quella più forte e completa. Nella maggior parte delle leghe che si rispettino lo svincolo del calciatore avviene recuperando un credito (oppure zero) e vengono battuti gli svincolati in modalità “a chiamata”. In questo caso, cercate di liberarvi di tutti quelli che a inizio anno vi sembravano “titolari sicuri” ma che sono finiti ai margini del progetto o sono stati colpiti da infortuni gravi. Al loro posto riempite gli slot con quelli che sono stati snobbati da tutti e che ora anche non facendo la differenza vi assicurano una rosa completa e mai in difficoltà numerica.

La vostra strategia dipenderà per lo più da quanti crediti sono rimasti nelle vostre casse. Se siete i Paperon de Paperoni della compagnia senz'altro c'è da prendere il più desiderato tra gli svincolati. Magari nella vostra squadra con Immobile, Vlahovic e Dzeko (se avete un attacco del genere potete evitare anche di presenziare all'asta), un Simeone, in questo momento svincolato, farebbe sempre panchina. Potrebbe essere però, un'ottima pedina di scambio, ad esempio, per acciuffare un top centrocampista da qualcun altro. Così avrete raggiunto due obiettivi: rafforzare la vostra squadra e indebolire quella di uno degli avversari. Se invece non potete aggiudicarvi il più appetibile in lista ci sono da fare delle valutazioni sulla propria rosa. In base quindi alla forza della vostra squadra in ogni reparto, punterete sul calciatore libero che vi fa migliorare l'11 tipo, con un occhio sempre al budget. Qualora aveste dunque possibilità limitate di crediti e bisogno di cambiare tanti giocatori, dovrete gli all-in sui pezzi pregiati ma vi manterrete cauti così da portare a casa tanti aggiustamenti del giusto valore. Questa strategia risulta vincente anche per eventuali aste a “busta chiusa” dove oltre alla gestione del budget c'è da stare attenti a valutare quali giocatori sono più desiderati di altri. Se percepite che lo svincolato che volete comprare non interessa a nessuno, riuscirete a fare dei colpi molto interessanti, allo stesso modo potrete lasciar perdere aste in cui è palese l'interesse di quasi tutti i fantallenatori,

Se lo svincolo del calciatore nella vostra lega avviene al valore d'acquisto o al valore attuale le dinamiche diventano molto più complicate. Vedrete infatti molti partecipanti, smantellare l'intera rosa pur di aggiudicarsi il pupillo arrivato last minute nel mercato di gennaio. In questo caso, cercate di mantenere la calma, aspettate il momento giusto e quando qualcuno al tavolo svincolerà Insigne perché “è sempre rotto” voi sarete lì ad aspettarlo al varco. Ci saranno così tanti giocatori nel mercato svincolati, che anche non aggiudicandovi i migliori qualora non aveste budget, potrete metter su un'asta di riparazione più che dignitosa.

Calciatori probabilmente svincolati su cui puntare: Bastoni S., Beto, Bernardeschi, Ceccherini, Hickey, Makengo, Okereke, Parisi, Pobega, Rrahmani, Saponara, Theate, Vojvoda, Zambo Anguissa.

Modalità a lista

Ricordiamo brevemente come funziona: ad inizio anno ognuno può stilare la propria rosa a piacimento con unico vincolo rappresentato dal budget. La peculiarità più interessante del fantacalcio così detto “a lista” sono le plusvalenze. A differenza di quanto sia stato fatto passare dalla maggior parte dei media in queste settimane, le plusvalenze sono qualcosa di assolutamente positivo e auspicabile per qualsiasi tipo di società. Ovviamente vanno fatte legalmente e in maniera oculata, ma questa è un'altra storia…Anche al fantacalcio fare plusvalenza è fondamentale per arrivare in fondo con la squadra più competitiva e performante possibile.

In questo caso è più semplice spiegare facendo degli esempi concreti. Ad inizio anno abbiamo avuto la fortuna/bravura di inserire nella nostra rosa Simeone. Il valore dell'attaccante del Verona si è ovviamente impennato grazie ai 12 gol segnati. Bene, strano ma vero questo è il momento giusto per venderlo. Perché? Molto semplice. È probabile che Simeone non mantenga questa media gol da qui a fine anno. Con il ricavato dalla sua vendita, puntate calciatori top ma poco performanti fino a questo momento. Per rimanere in attacco pensiamo al duo napoletano Insigne-Oshimen, passando per Abrhahm della Roma o Morata della Juventus. Stesso discorso vale a centrocampo per calciatori come Candreva o Pasalic, diventati veri e propri top del ruolo e che al momento valgono più di Chiesa o Milinkovic-Savic. Seppur con un po' di amarezza è il momento di lasciare chi ha overperformato fino ad ora e puntare su chi invece può esplodere nella seconda parte di campionato.

Questa per noi è la strategia migliore per “riparare” la squadra a metà stagione. Al contrario crediamo che liberarsi di chi ci ha un po' deluso visti i tanti infortuni o prestazione non all'altezza del nome, sia un errore per il motivo opposto. Andremo a fare una minusvalenza (Chiesa vale molto meno ora che a inizio anno) e non siamo certi di trovare calciatori altrettanto e forti e soprattutto performanti con lo stesso numero di crediti.

 

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Fantacalcio