Seguici su

Perché si perché no

Perché si perché no: Balotelli può rientrare nel gruppo Nazionale per i mondiali?

Balotelli-Italia

Mario Balotelli è stato convocato dal commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini per lo stage in vista dei playoff mondiali: ecco perché potrebbe essere un'arma in più o perché sarebbe meglio non portarlo

Sono passati addirittura tre anni e mezzo dall'ultima volta in cui Mario Balotelli ha indossato la maglia della Nazionale italiana. Era il settembre del 2018 e l'Italia stava giocando la Nations League, con Balotelli che giocò 62′ minuti della partita contro la Polonia. Poi tre anni difficili, vissuti tra campionato francese, Brescia, Monza in Serie B e adesso la Turchia, che gli sta facendo ritrovare serenità e condizione fisica.

Proprio quando le sue speranze di tornare a vestire la maglia azzurra si stavano facendo sempre più scarse, è arrivata puntuale la chiamata del commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini. D'altronde il Mancio lo aveva fatto capire in più di una occasione di stare monitorando anche Balotelli, ed aveva anche chiaramente dichiarato che le porte della Nazionale sono e devono essere aperte a tutti, proprio in occasione di una domanda su un possibile ritorno di Balotelli in azzurro: “La speranza di giocare in Nazionale ce l’hanno tutti e tutti devono averla, ci mancherebbe altro. Non sono esclusi degli inserimenti, giocatori nuovi“.

Eccola dunque la nuova chance di Super Mario, molto probabilmente l'ultima occasione di riconquistare un posto fisso in Nazionale. C'è anche l'attaccante dell'Adana Demirspor infatti tra i convocati di Mancini per lo stage della Nazionale che si terrà durante questa pausa dal campionato. A due mesi dai palyoff per i mondiali di Qatar 2022, che vedranno la nazionale italiana impegnata nella gara da dentro o fuori contro la Macedonia e poi, eventualmente, nella gara decisiva per l'accesso ai gironi del campionato del mondo contro la vincente della sfida tra Portogallo e Turchia, il commissario tecnico azzurro sta iniziando a studiare la probabile formazione che si giocherà l'accesso ai mondiali. Persa una pedina importante come Federico Chiesa in avanti, serve un sostituto. E quel sostituto potrebbe essere proprio Super Mario Balotelli. Scopriamo allora perché Mario Balotelli dovrebbe rientrare nel gruppo Nazionale in vista del Mondiali di Qatar 2022 e perché invece potrebbe non essere una buona idea.

Puntare di nuovo su Balotelli per la Nazionale? Perché si

Nonostante un periodo di assenza che si avvicina ai tre anni e mezzo, Mario Balotelli è ancora il secondo miglior marcatore nella storia della Nazionale italiana tra i calciatori ancora in attività. Solamente Ciro Immobile ha segnato più gol dell'attaccante palermitano con la Nazionale maggiore. Per l'attaccante della Lazio 15 reti in 54 presenze, mentre sono 14 i gol di Balotelli nelle 36 partite disputate per l'Italia. Una media di 0,39 gol a partita per Super Mario, che potrebbe aiutare e non poco in vista delle prossime partite molto importanti.

Un attaccante come Balotelli potrebbe servire in questa Nazionale, che negli ultimi anni ha avuto un po' troppe difficoltà sotto porta. Anche un attaccante super cinico come Immobile, quando veste la maglia azzurra sembra vedere meno la porta rispetto a quando veste la maglia della Lazio. Potrebbe servire anche la personalità di Super Mario a questa Italia. Poi, la doppietta segnata nella semifinale degli Europei del 2012 contro la Germania è ancora impressa vivamente nella memoria di tutti. Lampi del genere potrebbero essere una manna dal cielo per questa Nazionale, soprattutto in occasione di partite chiuse e difficili da sbloccare.

Balotelli è anche dotato di un potente tiro da fermo, il che lo rende pericoloso praticamente da qualsiasi posizione del campo ed in qualsiasi momento. Buon rigorista, è anche bravo a calciare le punizioni. Insomma, un calciatore con un mix di qualità che potrebbe far comodo alla squadra di Mancini, che è orfana proprio di questo tipo di calciatori, soprattutto tra le file degli attaccanti.

Inoltre quando si fanno le convocazioni per la Nazionale bisogna tener conto del momento di forma dei calciatori. Ed il momento di forma di Mario Balotelli è più che positivo. Super Mario è alle prese con la migliore stagione degli ultimi tre anni, a mani basse. Sta infatti guidando l'Adana Demirspor di Vincenzo Montella ed in stagione ha già segnato nove gol e fornito cinque assist in 21 presenze tra tutte le competizioni in Turchia. L'attaccante azzurro si sta inoltre giocando il primato nella classifica dei capocannonieri del campionato turco con altre conoscenze del campionato italiano come Cornelius ed Okaka. Infine, in caso di finale playoff contro la Turchia, la sua conoscenza del campionato turco e del calcio turco in generale potrebbe servire per provare a superare l'ultimo ostacolo prima dei mondiali.

Puntare di nuovo su Balotelli per la Nazionale? Perché no

Anche se adesso ha superato la soglia dei 30 anni ed è più tranquillo rispetto al passato ed in particolare ai primi anni di carriera, Mario Balotelli rimane comunque una testa calda. Un calciatore dalla personalità un po' forte, forse troppo, che potrebbe stonare all'interno di un gruppo come quello creato da Mancini. In caso di discussioni con qualche compagno o magari con il mister stesso, potrebbe far creare all'interno del gruppo squadra un clima non benevolo, soprattutto quando la posta in palio è così importante.

Nel corso della sua carriera inoltre Super Mario ha già steccato in delle occasioni importanti, nelle quali era richiesto anche il suo contributo. La pressione sulle spalle dei ragazzi di Mancini in questi playoff sarà molto pesante, soprattutto perché l'Italia arriva dall'accesso mancato all'ultimo campionato del mondo e dalla vittoria degli ultimi Europei. I riflettori saranno tutti puntati sulla Nazionale azzurra, che non può permettersi di fallire, non di nuovo.

Per finire, in alcune occasioni Balotelli ha dimostrato poca professionalità in alcune occasioni nelle quali invece ne serviva molta. Alcune leggerezze, qualche tocco di fino di troppo, quando invece era meglio essere più concreti e giocare semplici. Insomma, nonostante il buon momento di forma e la maturità acquisita, quantomeno a livello di età, Balotelli potrebbe non essere l'uomo giusto per provare a centrare l'obiettivo mondiali.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Perché si perché no