Seguici su

Serie A

Serie A, volata scudetto: i calendari di Milan e Inter a confronto

napoli inter

Il rush finale di rossoneri e nerazzurri a confronto: il Diavolo è a +2 in classifica, ma il suo calendario sulla carta è decisamente più complicato

Questo campionato di Serie A non vuole proprio smettere di regalarci sorprese e risultati imprevisti. È stato così tutto l’anno, ed è successo anche nei recuperi della 20^ giornata giocatasi ieri sera.

C’era ovviamente una gara in particolare con i riflettori puntati addosso, ovvero quella dell’Inter a Bologna. I nerazzurri avevano l’occasione d’oro per tornare da soli in testa alla classifica ed essere finalmente padroni del proprio destino. Ma non è andata.

I rossoblu, infatti, nonostante non avessero più molto da chiedere alla propria stagione, sono riusciti a mettere sotto i campioni d’Italia. Dopo il vantaggio di Perisic nei primi minuti, prima Arnautovic e poi Sansone nel finale – complice il clamoroso errore del secondo portiere Radu – hanno ribaltato tutto. Il Bologna ha vinto 2-1, lasciando così l’Inter ferma a 72 punti in classifica a 4 giornate dalla fine.

La squadra di Inzaghi poteva essere a questo punto a +1 sui cugini, ma il destino ha preferito uno scenario diverso. È il Milan ad essere in vantaggio, addirittura di 2 lunghezze. Con il Napoli tagliato fuori, lo scudetto si preannuncia essere un testa a testa serratissimo tra le due milanesi fino all’ultima giornata.

Le due formazioni si giocheranno ovviamente tutto in queste ultime 4 partite. Il Diavolo ha 2 punti in più, ma sulla carta sembra avere un calendario finale decisamente più impegnativo: domenica ci sarà la Fiorentina, poi Verona, Atalanta e Sassuolo. Rush finale di sicuro più abbordabile invece per l’Inter, anche se in mezzo ci sarà da giocare anche la finale di Coppa Italia contro la Juventus: subito Udinese, poi Empoli, Cagliari e Sampdoria.

Vediamo ora i calendari di Milan ed Inter a confronto in questo clamoroso rush finale.

 

Il calendario del Milan: Fiorentina, Verona, Atalanta e Sassuolo

Il Milan avrà subito una sfida molto complicata domenica 1 maggio. Alle 15 arriverà infatti a San Siro la Fiorentina di Italiano, avversario che ha già dimostrato di avere qualità molto importanti in questa stagione. Classifica alla mano, infatti, la Viola si gioca l’Europa. Il gioco propositivo ed offensivo del nuovo tecnico ha portato la Fiorentina ad oggi al 7^ posto in classifica – a pari merito con la Lazio 6^. Nonostante il clamoroso ko casalingo di ieri sera per mano dell’Udinese (0-4), i toscani inseguono un sogno da inizio stagione, ed hanno tutto per riuscire a raggiungerlo: sfumato l’obiettivo Champions e quarto posto, la qualificazione all’Europa League è più che fattibile.

Poi domenica 8 maggio il Milan andrà in trasferta a Verona contro l’Hellas. La squadra di Tudor ha già fermato più volte le grandi con un gioco spumeggiante e divertente, ma ormai non ha più molto da chiedere al proprio campionato. A metà classifica, gli scaligeri possono al massimo puntare a chiudere nella colonna di sinistra. Tuttavia, il Bentegodi è un campo ostico e vincere lì non sarà affatto semplice.

A metà maggio poi i rossoneri avranno un’altra sfida molto delicata, quella contro l’Atalanta. La Dea farà visita ai rossoneri a San Siro con un solo ed unico obiettivo in testa: vincere per continuare a sperare nell’Europa. Il rocambolesco pareggio di ieri sera contro il Torino ha infatti avvicinato i bergamaschi, anche se solo di un punto, alle avversarie: ora la classifica vede l’Atalanta all’8^ posto, con Fiorentina e Lazio a +1 e Roma a +3. Tutto può ancora succedere: la squadra di Gasperini farà l’impossibile per ottenere l’accesso ad una competizione europea.

Infine i ragazzi di Pioli chiuderanno la stagione a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Come il Verona, i neroverdi non si giocano più nulla, ma quando vogliono sanno davvero essere molto fastidiosi – chiedere a Juventus ed Inter. La squadra di Dionisi gioca infatti molto bene ed è in grado, con la qualità dei giocatori che si ritrova, di mettere sotto chiunque in Italia. Per il Milan, giocarsi lo scudetto all’ultima giornata nella gara contro il Sassuolo non sarebbe un grande affare: Berardi e compagni giocheranno liberi di testa senza nulla da perdere, diversamente dai rossoneri.

 

Il calendario dell’Inter: Udinese, Empoli, Cagliari e Sampdoria

Calendario invece, sulla carta, più “tranquillo” per l’Inter. La squadra di Inzaghi comincerà domenica sera con la trasferta ad Udine. I friulani sono più o meno a metà classifica ed ora si stanno letteralmente divertendo. Il grande lavoro di mister Cioffi ha portato i bianconeri a vivere una seconda parte di stagione molto più leggera e spensierata: ne sa qualcosa ad esempio proprio la Fiorentina, che nel recupero di ieri sera al Franchi ne ha presi addirittura 4. L’Udinese sa fare male alle grandi, ma non si gioca nulla di importante a livello di risultato.

Discorso molto simile per l’avversario seguente, l’Empoli. La sera di venerdì 6 maggio, i nerazzurri ospiteranno i toscani a San Siro. Quella sarà una grande occasione poiché avranno la possibilità di sfidare e battere una squadra che non si gioca nulla in classifica. La squadra di Andreazzoli è infatti salva ormai già da mesi, e non giocherà probabilmente con il coltello fra i denti – anche se, come ha scoperto a sue spese il Napoli, sottovalutare questi ragazzi potrebbe essere un gravissimo errore. Inoltre, giocando l’anticipo di giornata, con una vittoria l’Inter potrebbe sorpassare momentaneamente il Milan ed andare a +1 in attesa della sua gara.

Pochi giorni dopo, però, i nerazzurri avranno – per loro merito – un impegno in più. Mercoledì 11 maggio, infatti, allo Stadio Olimpico di Roma, la squadra di Inzaghi si giocherà la finale di Coppa Italia contro la Juventus. Dopo aver eliminato proprio il Milan in semifinale, i nerazzurri hanno la grande chance di dare un grosso dispiacere anche alla Vecchia Signora. Di contro, però, questa partita tiratissima potrebbe anche essere un’arma a doppio taglio: la finale con la Juve potrebbe infatti causare un dispendio di energie fisiche e mentali non da poco.

Il fine settimana seguente, l’Inter sarà di scena a Cagliari. Molto dipenderà da quello che accadrà ai sardi in queste settimane, ma questa potrebbe essere una partita molto delicata per entrambe le squadre. L’Inter ovviamente spera che il Cagliari arrivi all’appuntamento bello sereno e sicuro della salvezza, ma sembra difficile visto il trend preso ultimamente dalla Salernitana. Probabilmente la squadra di Mazzarri si giocherà la permanenza in Serie A fino all’ultima giornata, cosa che ovviamente non aiuterà l’Inter. Joao Pedro e compagni saranno quindi molto agguerriti, pronti a strappare almeno un punto all’Inter.

Infine l’ultima partita della stagione, quella in casa a San Siro contro la Sampdoria. I blucerchiati stanno un po’ vivendo a sorpresa una situazione simile a quella del Cagliari. Al momento infatti i liguri sono stati risucchiata nella lotta per la salvezza: +5 punti sul terzultimo posto, ma con una partita giocata in più, non lasciano ovviamente tranquilla la Samp. Dipende molto da cosa accadrà nelle prossime gare: tutto lascia pensare che la formazione di Giampaolo possa salvarsi almeno con una giornata d’anticipo, ma nulla è scontato. Anzi. La Doria potrebbe arrivare tranquilla e serena a San Siro, così come desiderosa e alla forzata ricerca di un punticino.

 

Il calendario di Serie A di Milan ed Inter

35^ giornata

Milan-Fiorentina

Udinese-Inter

36^ giornata

Verona-Milan

Inter-Empoli

37^ giornata

Milan-Atalanta

Cagliari-Inter

38^ giornata

Sassuolo-Milan

Inter-Sampdoria


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A