Seguici su

Altre Competizioni

Cosa succede se la Roma vince la Conference League? Chi si qualifica in Europa League 2022/2023

Roma

Se i giallorossi vincono la Conference League accedono ai gironi di Europa League, ma per le altre cambia tutto: ecco gli scenari dei piazzamenti europei per la Serie A

Ieri è stata un’altra serata dedicata alle coppe europee. La Roma ha eliminato il Leicester in semifinale e quindi accede alla finale di Conference League: prima ed unica squadra italiana nella competizione nata quest'anno per volere dell'Uefa.

Mercoledì 25 maggio 2022 quindi la Roma sfiderà a Tirana il Feyenoord, che ha eliminato ieri sera in semifinale il Marsiglia. Gara storica per i giallorossi, che non arrivavano a giocarsi una finale europea dalla Coppa Uefa persa nel 1991 contro l'Inter.

Ma cosa succede alla nostra Serie A e ai piazzamenti europei se la Roma vince la Conference League? Dipende dal piazzamento in campionato dei giallorossi. Facciamo un po’ di chiarezza su cosa accade alla squadra di Mourinho e alle altre formazioni italiane.

 

Se la Roma non vince la Conference League

Nel caso in cui la Roma perda la finale contro il Feyenoord, allora resterà valido il regolamento standard previsto per le coppe europee. Le prime 4 squadre classificate in Serie A (Milan, Inter, Napoli e Juventus), indipendentemente dall'ordine, accederanno ai gironi di Champions League; la quinta e la sesta classificata andranno ai gironi di Europa League; la settima invece si giocherà i preliminari di Conference League, come accaduto proprio alla Roma lo scorso agosto con il Trabzonspor.

Questo è un incastro abbastanza chiaro in virtù della Coppa Italia. La vittoria della nostra coppa nazionale, infatti, darebbe accesso di diritto all'Europa League, ma visto che la finale si giocherà tra due squadre (Inter e Juventus) che parteciperanno già di sicuro alla prossima Champions League, questo problema non si pone più.

Se la Roma quindi non dovesse vincere la Conference League, verrà trattata come tutte le altre squadre italiane. Se arriva quinta o sesta andrà in Europa League, settima ai playoff di Conference. Ottava o oltre, invece, non disputerà le coppe europee.

 

Se la Roma vince la Conference League

Discorso un po' più articolato invece se la Roma dovesse vincere la Conference League con il Feyenoord. A questo punto, tutto dipenderà dal suo piazzamento in campionato. Le squadre interessate in questo caso, cioè quelle che possono in qualche modo ambire ad un posto in una prossima competizione europea, sono diverse a 3 giornate dalla fine: oltre ai giallorossi, ci sono Lazio, Fiorentina, Atalanta e anche il Verona.

Il primo aspetto da chiarire è molto semplice: da regolamento, se la Roma vince la Conference League accederà di diritto ai gironi della prossima Europa League. Indipendentemente dal suo posizionamento a fine stagione in Serie A. In base a questo, però, si decideranno le sorti europee delle altre formazioni italiane.

 

Se la Roma vince la Conference League e arriva quinta o sesta

La prima opzione è quella in cui la Roma, oltre a vincere la Conference League, guadagni il pass per l'Europa League anche tramite il campionato (arrivando cioè quinta o sesta in classifica).

In questo caso, saranno sempre due le squadre che si giocheranno la competizione: la Roma più l'altra, che può essere indifferentemente la quinta o la sesta. La settima invece andrà ai preliminari di Conference League.

In questo scenario, le formazioni italiane saranno così suddivise nelle competizioni europee: prime 4 in Champions League, Roma e quinta o sesta in Europa League, settima ai preliminari di Conference League.

 

Se la Roma vince la Conference League e arriva settima

La seconda opzione invece prevede che la Roma, dopo aver vinto la Conference League, chiuda il campionato al settimo posto in classifica.

Questa situazione implica che la prossima Europa League avrà 3 squadre italiane, mentre nessuna andrà in Conference League. Oltre alla Roma vincitrice della terza competizione, infatti, in Europa League ci andranno la quinta e la sesta classificate (tra cui appunto non figura la Roma, arrivata settima). In questo scenario, ci sarebbe una squadra in più in Europa League (quella di Mourinho che, nonostante abbia chiuso al settimo posto il campionato, ha diritto a giocare la competizione) e una in meno in Conference League.

Il totale delle italiane in Europa deve infatti essere sempre 7: in questo caso, 4 in Champions League, 3 (Roma, quinta squadra e sesta squadra) in Europa League e nessuna in Conference League.

 

Se la Roma vince la Conference League e arriva ottava o nona

L'ultima opzione è quella in cui, al di là della vittoria della Conference League, la Roma arrivi ottava o nona in classifica – quindi del tutto fuori dai posti europei.

In questa situazione, la Roma giocherà l'Europa League insieme solo alla quinta classificata in Serie A. La sesta squadra invece scenderà nei playoff di Conference League. Niente Europa quindi per la settima classificata.

In questo scenario, le italiane saranno così divise: prime 4 in Champions League, Roma e quinta classificata in Europa League, sesta classificata ai playoff di Conference League.

 

In ogni caso, alla luce della nuova esclusione di club russi dalle competizioni Uefa, non è detto che non vengano messi nuovi posti a disposizione per le squadre qualificate. Soprattutto nel caso in cui la Roma vinca la Conference League.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Altre Competizioni