Seguici su

Calciomercato

Calciomercato, da Isco a Marcelo: il futuro dei giocatori in uscita dal Real Madrid e le squadre italiane sulle loro tracce

real madrid, maglia, nuova maglia, marcelo

Marcelo e Isco hanno detto addio al Real Madrid, i due giocatori saranno free-agent nella prossima sessione di calciomercato e potranno scegliere la loro prossima destinazione a parametro zero. Le indiscrezioni su tutte le squadre, in Italia e all’estero, pronte ad accogliere questi due grandi campioni.

Calciomercato, Isco annuncia il suo addio al Real Madrid dopo 9 anni

Alarcon Isco lascerà il Real Madrid, dopo nove anni di permanenza ai Blancos. Il calciatore andaluso era arrivato nell’estate del 2013, come uno dei prospetti più forti del calcio mondiale, dal Malaga per 30 milioni di euro. Era stato il primo acquisto di Carlo Ancelotti nella sua prima gestione al Santiago Bernabeu. Isco dirà addio dopo aver vinto 3 scudetti e 5 Champions League, anche se non ha ricevuto la medaglia nel trionfo di quest’anno in quanto non ha giocato neanche un minuto. Tra gli altri trofei, una Copa del Rey, quattro Mondiali per Club FIFA, tre Supercoppa UEFA e tre Supercoppa di Spagna. Il classe 1992 di Malaga ha giocato anche due finali di UCL, nel 2017 contro la Juventus e nel 2018 contro il Liverpool, dimostrando di essere un giocatore cruciale per il tecnico di allora, Zinedine Zidane.

L’addio di Isco e il ringraziamento ai Blancos

In un recente post di Instagram, Isco ha ringraziato il club “Il tempo trascorso al club mi ha permesso di realizzare tutti i sogni che avevo da bambino. Oltre a realizzare i sogni, ho vinto più titoli di quanto avessi mai immaginato, ho giocato con i più grandi giocatori, ho incontrato persone incredibili: Ho vissuto il periodo più bello di sempre e sono grato al Real Madrid. Voglio ringraziare i miei compagni di squadra, gli allenatori, lo staff tecnico, i fisioterapisti, i lavoratori di Valdebebas e del Santiago Bernabeu per tutto il lavoro, l'amore e il sostegno di cui tutti hanno bisogno e che a me non è mai mancato“. Negli ultimi anni l’importanza del trequartista classe 1992 si è ridotta, nell’ultima stagione ha collezionato soltanto 17 presenze e nel frattempo il Real Madrid ha raccolto i frutti dell’esplosione di Vinicius Jr. Con Zidane veniva impiegato più frequentemente, poi dal 2018 il suo minutaggio è sceso in maniera consistente. Lascia il Real dopo aver collezionato 353 presenze con 53 gol e 56 assist.

Calciomercato Roma: le strade di José Mourinho e Isco potrebbero finalmente incrociarsi 

Anche se ha giocato pochissimo nell’ultima stagione (427 minuti), Isco è ancora un giocatore di qualità che ha molto da offrire ad una squadra carente di creatività a centrocampo. Ancelotti gli ha sempre preferito giocatori del calibro di Valverde, Asensio, Rodrygo, Dani Ceballos e il nuovo arrivato Camavinga. Ad ogni modo quando è stato chiamato in causa, Isco ha mostrato sprazzi di classe che lo hanno reso uno dei migliori al mondo per anni nell’undici titolare del Real Madrid. “Credo che abbia giocato bene nei pochi minuti a disposizione. Non mi è sembrato così scarso da essere un escluso. Penso che sarebbe stato utile per giocare nelle partite in cui Modric e Kroos sono rimasti fuori. Non vedo l'ora di vederlo la prossima stagione in una nuova squadra“, ha detto Kiyan Sobhani, dirigente dei Blancos. A 30 anni il calciatore ex Valencia, dopo un anno di pausa, ha ancora tanto da offrire. José Mourinho è stato esonerato dal Real Madrid nel maggio del 2013, un mese prima che il club prendesse Isco dal Malaga. Ora le strade del calciatore andaluso e del tecnico portoghese potrebbero ritrovarsi. Lo Special One ha condotto la Roma alla conquista della Conference League e al sesto posto in campionato alla sua prima stagione come allenatore dei giallorossi. Tra le note positive, l’ottima stagione di Tammy Abraham, la sicurezza in difesa di Chris Smalling, la leadership a centrocampo di Lorenzo Pellegrini e il talento di Nicoló Zaniolo. Un progetto che potrebbe essere allettante per Isco, con un mix di “veterani” rigenerati da Mourinho e molti giovani che stanno crescendo sotto la sua guida, come ad esempio Zalewski. La concorrenza per il trequartista di Benalmádena è comunque agguerrita, a quanto pare Alarcon Isco ha un “accordo verbale” anche con il Betis, raggiunto circa un mese fa.

Calciomercato estivo Serie A: tabellone acquisti cessioni 2022

Addio Marcelo al Real Madrid, il difensore saluta il Santiago Bernabeu in lacrime

È stata un'avventura meravigliosa. Oggi vado via da qui come il calciatore che ha vinto il maggior numero di titoli nella storia della migliore squadra del mondo. Lascio il Real Madrid a testa alta. Dico grazie a compagni, allenatori e tutte le persone che lavorano dietro le quinte. Un grazie speciale a Raul, che mi ha aiutato tanto e che è stato il mio ‘esempio’. Sono pronto a giocare contro i Blancos, sono un grande professionista. Per 16 anni ho avuto la gioia di giocare per il miglior club del mondo.Vado via a testa alta: non è un addio, non mi sento come se stessi lasciando Madrid. Mi sono svegliato tutti i giorni, in questi sedici anni, con la gioia di essere nel miglior club del mondo; i miei figli hanno visto che ho giocato nella miglior squadra del mondo. Se non mi darete un biglietto, quando ve lo chiederò, ci saranno problemi (ha scherzato il brasiliano)“. Queste le parole di un Marcelo in lacrime, che annunciano l’addio del terzino sinistro brasiliano, dopo 16 stagioni in cui ha vinto ben 25 trofei con i Blancos. Marcelo non smetterà con il calcio giocato, a 34 anni andrà a caccia di una nuova avventura nella sua gloriosa carriera. Alla cerimonia di addio a Valdebebas c’erano personaggi di spicco, del presente e del passato per il Real. Dal presidente Florentino Perez all’allenatore Carlo Ancelotti – fino alla stella Raul. Il classe 1988 di Rio de Janeiro sarà libero a parametro zero il 30 giugno 2022 dopo 25 trofei con la camiseta blanca. Marcelo arrivò dal Fluminense per 6,50 milioni di euro nel 2007, ereditando il ruolo di Roberto Carlos, con il Real Madrid ha disputato 545 partite – “sei insostituibile, sii fiero della tua eccezionale carriera”. Queste le parole di Florentino Perez sul terzino brasiliano.

Marcelo in Serie A, tutte le ipotesi possibili

Secondo i recenti rumors di calciomercato, ancora nessuna squadra in serie A ha avanzato proposte concrete per Marcelo. Juventus, Milan e Inter stanno comunque monitorando la situazione e ben presto potrebbero iniziare a chiedere informazioni per il campione brasiliano. Il classe 1988 con la sua esperienza e la carriera ricca di successi in campo internazionale potrebbero far comodo a queste tre compagini italiane. La Juventus in realtà ha il suo “punto debole” proprio sulla corsia di sinistra dove, di fatto, il titolare è ancora Alex Sandro, connazionale di Marcelo che sta vivendo una parabola discendente della sua carriera. Sandro potrebbe anche partire e il terzino ex Fluminense potrebbe fare da “chioccia” al giovane Pellegrini o ad un altro possibile acquisto della società bianconera. I rossoneri e i nerazzurri sono sicuramente messi meglio, Marcelo al Diavolo sarebbe una riserva di lusso, una sorta di vice Hernandez. Stesso discorso se dovesse approdare all’Inter, avrebbe un ruolo di vice Gosens. Ma il terzino sinistro brasiliano è un bersaglio anche di numerosi club nel mondo. Non è da escludere anche un suo ritorno in patria, alla squadra dove è cresciuto, il Fluminense. In Ligue 1 anche l’Olympique Marsiglia ha mostrato interesse per il 34enne di Rio. Infine c’è il Fenerbahce in Turchia, ma anche in questo caso si tratta soltanto di rumors per ora.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato