Seguici su

Calciomercato

Calciomercato, il punto sulla Lazio: Marcos Antonio è sbarcato a Roma, per Romagnoli si cerca l’accordo

marcos-antonio-shakthar-donetsk

Tutte le trattative di questa sessione estiva di calciomercato dei biancocelesti: Luis Alberto e Milinkovic corteggiati, AAA portiere cercasi

Come ripete spesso chi se ne intende: il calciomercato non si fa durante le apposite finestre, si fa tutto l'anno. Ecco allora che a dieci giorni dall'ufficiale apertura della sessione estiva del calciomercato in preparazione della stagione 2022/23, la Lazio sta già muovendo le proprie pedine per allestire una rosa competitiva e soprattutto il più calzante possibile ai desideri di Maurizio Sarri, che nella sua prima stagione in biancoceleste si è trovato a fare i conti con un roster assemblato nel corso degli anni per un sistema di gioco e una filosofia completamente differenti dai suoi.

Calciomercato estivo Serie A: tabellone acquisti cessioni 2022

Marcos Antonio è sbarcato a Fiumicino

È sbarcato poco dopo le 7 di ieri mattina presso il Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino “Leonardo Da Vinci” il primo colpo del calciomercato estivo della Lazio. Lo hanno immortalato alla guida di un carrello colmo di valigie – l'abbondanza di trolley può far ben sperare i tifosi biancocelesti in quanto a longevità dell'accordo – i telefonini dei giornalisti appostati agli arrivi di uno dei due scali aerei che servono la Capitale, sebbene lui stesso non abbia nascosto affatto il buon esito della trattativa, anzi: in tempi social, stupisce fino a un certo punto che Marcos Antonio Silva Santon – meglio noto semplicemente come Marcos Antonio – abbia pubblicato una storia all'imbarco di un volo Alitalia domenica sera e poi un'altra con un'aquila che hanno reso totalmente inequivocabile la sua destinazione.

Chi è Marcos Antonio e cosa cambia al fantacalcio

Il centrocampista brasiliano è stato pagato 8 milioni più bonus allo Shakhtar Donetsk e avrà un ingaggio di 1,3 milioni di euro all'anno destinato a salire nelle prossime stagioni. Nato come mezzala, in realtà il classe 2000  sembrerebbe destinato a occupare il ruolo in mediana lasciato vacante dopo l'addio del suo connazionale Lucas Leiva. Sarebbe stato lo stesso De Zerbi, allenatore dello Shakhtar, ad aver rassicurato Sarri sulla possibilità di schierarlo davanti alla difesa. Non si tratterebbe dunque di un indizio verso l'addio di Luis Alberto.

Alto 166 cm, Marcos Antonio è un giocatore dinamico con grandi qualità di palleggio e un'ottima visione di gioco. Qualità che possono descrivere anche Jorginho, che proprio Sarri lanciò ad alti livelli in quella stessa mattonella di campo. Rispetto a Leiva, dunque, la Lazio potrebbe perdere qualcosa in quanto a esperienza e attenzione difensiva, ma può mettere nelle mani del proprio allenatore una pedina più funzionale alla sua idea di calcio, che possa dettare i tempi di gioco e superare anche palla al piede la prima pressione avversaria.

Romagnoli vuole tornare a casa

Nato ad Anzio, Romagnoli è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Roma, squadra con la quale ha anche debuttato in Serie A, ma non ha mai nascosto la propria fede biancoceleste. Dopo aver vinto lo scudetto, l'attuale capitano del Milan vedrà il proprio cartellino liberarsi da vincoli il prossimo 30 giugno e nella sua lista delle mete preferite sembrerebbe aver messo in prima posizione proprio quella metà della capitale di cui finora non ha ancora mai vestito la maglia (in gara ufficiale!).

L'occasione a parametro zero non dispiace a Lotito e Tare, ma tra il club e l'entourage del giocato sembra al momento non esserci ancora l'accordo definitivo sullo stipendio, la cui richiesta supera i 3 milioni annui. Per dimostrare le proprie buone intenzioni, però, Romagnoli avrebbe già declinato alcune offerte, tra cui una in Premier League.

Con un centrale mancino che potrebbe entrare, uno uscirà quasi sicuramente. Il rapporto tra Acerbi e la tifoseria biancoceleste si è incrinato, le prestazioni del giocatore sono calate e la separazione sembra al momento la soluzione preferita da entrambe le parti. Le squadre accostate al classe '88 sono state per ora le due milanesi: al Milan colmerebbe proprio il vuoto lasciato da Romagnoli, all'Inter riabbraccerebbe Simone Inzaghi, con cui ha fatto benissimo negli scorsi anni. La richiesta è tra i 5 e i 7 milioni, lo stipendio di oltre 2.

Le altre trattative

Partiamo in ordine di schieramento in campo per la raffica finale. Dopo dieci anni, Strakosha ha lasciato la Lazio a scadenza di contratto e per lui si parla di un interessamento da parte del Chelsea, che potrebbe farne il secondo di Mendy. Ma questo non riguarda più il mercato biancoceleste. Ci importa invece del sostituto, e le ipotesi sono molte. Si parte da Carnesecchi, 21enne neopromosso con la Cremonese ma di proprietà dell'Atalanta, si passa per Vicario, che l'Empoli ha riscattato ufficialmente pochi giorni fa dal Cagliari, ma anche da Audero della Sampdoria, fino a nomi meno più o meno noti al nostro campionato come Neto del Barcellona, Livakovic della Dinamo Zagabria e Luis Maximiano del Granada. In lista anche Karius, finalmente tornato a far parlare bene di sé dopo la sfortunata finale contro il Real.

In difesa può arrivare Romagnoli e manca solo l'ufficialità per i rinnovi di Patric e Radu, ma i biancocelesti sembrano comunque intenzionati a fare almeno un altro colpo visti gli addii di Acerbi e Luiz Felipe (in scadenza). Tra i profili attenzionati ci sono Casale dell'Hellas Verona, Ferrari del Sassuolo e Diop del West Ham. Sulle corsie esterne Hysaj non è certo di rimanere e Jony spera di poter restare allo Sporting Gijon. A destra piace Birindelli del Pisa, a sinistra Pedrinho, svincolato dal Santos, Emerson del Chelsea, Schulz del Borussia Dortmung e Galan del Celta Vigo.

A centrocampo preoccupano soprattutto le possibili uscite, con Luis Alberto non sicuro di voler rimanere e Milinkovic-Savic corteggiato da club di primissimo livello come il Chelsea. Per l'eventuale sostituzione del primo si fa il nome di Borigeaud del Rennes, per il secondo quello del 19enne Sucic del RB Salisburgo. Più vicino all'Atalanta invece Ilic dell'Hellas Verona.

Chiudiamo con l'attacco, dove Adekanye è a un passo dal trasferimento al Go Ahead Eagles, squadra dell'Eredivisie olandese, mentre il Mallorca sta cercando di trattenere Muriqi dopo il prestito degli ultimi sei mesi ma potrebbe dover battere anche la concorrenza dalla Turchia del Galatasaray. Per il ruolo di vice Immobile è corsa a due: conferma di Jovane Cabral, per cui non è stato esercitato il riscatto ma che si potrebbe tornare a trattare con lo Sporting Lisbona, o arrivo di Caputo dalla Sampdoria.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato