Seguici su

Calciomercato

Come cambia la Juventus con Pogba: Allegri ha il suo centrocampista d’oro

Paul Pogba Francia

Il francese avrà in mano le chiavi del centrocampo bianconero: vestirà i panni della mezzala o del mediano, a seconda del calciomercato della Juventus e delle scelte di Allegri

Ormai è fatta, manca solo l’ufficialità: Paul Pogba torna alla Juventus. Il centrocampista francese lascia così a parametro zero il Manchester United – per la seconda volta in carriera – ed approda a Torino in maglia bianconera, sempre per la seconda volta in carriera.

Dopo una seconda avventura poco felice ai Red Devils, il Campione del Mondo ha scelto di tornare a casa. Alla Juventus è infatti cresciuto, sia a livello personale che sportivo, diventando l’uomo ed il fenomeno indiscusso che è oggi. Torna da Max Allegri, il suo “padre” calcistico, colui che l’ha visto crescere e fatto sbocciare definitivamente, quell’allenatore che l’ha reso per qualche anno uno dei centrocampisti più forti al mondo.

Ora il tecnico livornese ha finalmente il suo centrocampista d’oro. Rimane però da capire come verrà utilizzato a livello tattico, anche se molto dipenderà dal calciomercato estivo della Vecchia Signora. È ancora presto per dirlo, ma di sicuro Allegri potrà sbizzarrirsi con il classe 1993, che ha la qualità e le caratteristiche fisiche per ricoprire quasi ogni ruolo in mezzo al campo: da mediano a mezzala, da esterno a trequartista.

Queste le 3 alternative principali nello scacchiere del mister bianconero.

 

Pogba da mezzala nel 4-3-3

Questa è di gran lunga la soluzione più probabile, sia per le caratteristiche del ragazzo che per quelle dei suoi compagni in rosa. Il “Polpo” – chiamato così per le sue lunghe leve – è dotato di grande fisicità, oltre che di una classe sopraffina. Già nella sua prima esperienza bianconera ha ricoperto il ruolo di mezzala sinistra nel centrocampo a rombo, con Pirlo davanti alla difesa, Marchisio sulla destra e Vidal trequartista.

Le sue qualità tecniche e fisiche sono perfette per quella posizione: al centro del gioco, abbastanza vicino alla difesa da potersi andare a prendere il pallone ed altrettanto nei pressi dell’attacco da poter far male – con un assist o uno dei suoi soliti bolidi dalla distanza. Alla Juventus li ricordano bene.

Nel 4-3-3 sarebbe abbastanza libero di svariare, magari allargandosi sulla fascia di tanto in tanto ed accentrandosi poi sul destro – il suo piede forte. In quella zona di campo, avrà lo spazio ed il tempo per inventare, ma anche la gamba per difendere e rincorrere un minimo gli avversari sull’esterno – anche se ovviamente è tutt’altro che un giocatore difensivo.

Da capire poi chi saranno i suoi compagni di reparto. Alla luce del calciomercato attuale, Locatelli sarà il titolare in cabina di regia. L’altra mezzala titolare invece dovrebbe essere uno tra Zakaria e McKennie, ognuno con le sue caratteristiche – così da completare alla perfezione il terzetto di centrocampo.

Oltretutto, il 4-3-3 sembra proprio essere il modulo verso cui è orientato Allegri. Senza più il “problema tattico” di Dybala, probabilmente la Juventus la prossima stagione si schiererà proprio con questo schema tattico – forte anche del ritorno dall’infortunio di Federico Chiesa.

 

Pogba da mediano nel 4-4-2

Non è detto però, anzi, che non possano esserci delle varianti in corso d'opera. Un modulo tanto caro ad Allegri è infatti il buon vecchio e classico 4-4-2. Ovviamente dipende dagli interpreti e non dai numeri, ma contro un certo tipo di squadre particolarmente votate all’attacco due linee di 4 giocatori potrebbero essere la soluzione migliore.

Ecco quindi che Pogba potrebbe ritrovarsi anche a giocare in un centrocampo a 2, insieme ad esempio a Locatelli o a chiunque altro. D’altronde, le caratteristiche del francese garantiscono sia qualità che fisicità, aspetti fondamentali nel campionato italiano.

Alla sua prima esperienza non gli è quasi mai capitato, ma ora è un ragazzo e un giocatore molto più maturo. Arriverà quindi preparato anche dal punto di vista tattico. Oltretutto, quello è il suo ruolo anche con la Francia.

Negli ultimi anni la nazionale francese ha dominato il calcio mondiale, e Pogba ne è stato un assoluto protagonista: prima la finale persa agli Europei contro il Portogallo nel 2016, poi il Mondiale vinto nel 2018 contro la Croazia e infine anche la Nations League sollevata l’anno scorso contro la Spagna. In tutte queste competizioni, la selezione di Deschamps ha sempre proposto un centrocampo centrale con 2 giocatori davanti alla difesa – prima in una sorta di 4-2-3-1, ed ora in un più stravagante 3-4-1-2. Da anni, il classe 1993 è il titolare di quel ruolo insieme a Kantè del Chelsea.

 

Pogba da trequartista del 4-3-1-2

Infine, un'ultima idea è quella di rivedere la Juventus con il trequartista. Chiaramente questa è l’opzione meno probabile, vista la rosa della Juventus già ricca di esterni offensivi e considerati anche i nomi caldi sul mercato. Tuttavia, in situazioni d’emergenza, Allegri potrebbe ricorrere a questo modulo – che tante soddisfazioni gli ha dato all’inizio della sua carriera da allenatore.

Stavolta però, Pogba potrebbe ricoprire in questo caso proprio il ruolo di trequartista dietro alle due punte. Tra le linee, non avrebbe più compiti difensivi o quasi, e sarebbe libero di svariare ed inventare. D’altronde, classe ed eleganza non gli mancano per nulla. Il francese ha tutto per giocare in quella zona di campo, soprattutto in Italia – dove i ritmi non sono quelli della Premier League.

Alle sue doti balistiche e fisiche, ci aggiunge anche grandi capacità di inserimento: non ama correre senza palla, ma sa farsi trovare nello spazio e poi, anche nello stretto, la sua rapidità di gambe è davvero impressionante. Insomma, con un centrocampo che ben lo copre dietro, Pogba al limite dell’area avversaria è un pericolo costante ogni volta che prende palla: può segnare, far segnare ed anche regalare spettacolo.

Le alternative dunque non mancano ad Allegri, che con un talento così potrà sbizzarrirsi a trovare la soluzione tattica ideale per lui e per il resto della squadra. Di certo, con Paul Pogba in rosa, il tecnico ha finalmente il suo pezzo da 90 che tanto voleva. Salvo imprevisti, fra pochi giorni il centrocampista francese tornerà a vestire la maglia bianconera per la seconda volta nella sua carriera.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato