Seguici su

Perché si perché no

Perché si perché no: la Juventus dovrebbe vendere De Ligt?

Matthijs de Ligt Juventus

In caso di mancato accordo per il rinnovo la Juventus potrebbe vendere Matthijs De Ligt durante questa sessione di mercato: ecco perché potrebbe essere una decisione giusta e perché invece potrebbe rappresentare un errore

L'apertura ufficiale della sessione estiva di calciomercato si avvicina sempre di più ed un po' tutte le squadre sono al lavoro con i loro dirigenti per provare a costruire una squadra il più competitiva possibile in vista della prossima stagione di Serie A. Tra quelle decisamente più attive c'è la Juventus, in una fase un po' di rivoluzione se vogliamo.

Dopo aver salutato Giorgio Chiellini per la fine del contratto, con lo storico numero 3 bianconero che proseguirà la sua carriera nella Major League Soccer americana, e dopo aver salutato anche due dei protagonisti delle ultime stagioni: Paulo Dybala e Federico Bernardeschi, i cui contratti non sono stati rinnovati; i bianconeri stanno pensando invece a quei calciatori i cui contratti vanno rinnovati. Ufficializzato l'accordo con De Sciglio, il prossimo nella lista di Cherubini ed Arrivabene è Matthijs De Ligt.

Il contratto del difensore olandese è in scadenza a giugno del 2024, ma per non trovarsi nella stessa situazione avuta recentemente con Paulo Dybala, i piani alti della Continassa stanno provando a muoversi per tempo. In occasione dell'incontro con Rafaela Pimenta, legale facente parte della scuderia Raiola che, dalla tragica scomparsa del procuratore, sta curando gli interessi dei suoi assistiti, oltre che di Paul Pogba (ormai prossimo a firmare il contratto con la Juventus, ecco come cambiano i bianconeri con il centrocampista francese), si è parlato anche proprio di De Ligt.

La volontà della Juventus è molto chiara, i bianconeri vogliono blindare il giovane difensore olandese ed affidargli maggiori responsabilità già a partire dalla prossima stagione, dato che verrà a mancare un difensore del calibro di Chiellini. Dal canto suo De Ligt non sembra invece ancora convintissimo di estendere il suo contratto con la Vecchia Signora. Ecco dunque che le prime società stanno iniziando a bussare alla porta della Juve, la prima è stata il Chelsea.

Nelle ultime ore – stando a quanto riportato da Sky Sport – la dirigenza dei londinesi avrebbe fatto intendere di essere pronta ad offrire una cifra vicina ai 40 milioni di euro più il cartellino di Timo Werner. Pur non disdegnando Werner, che potrebbe essere un buon vice Vlahovic con esperienza anche europea, la Juventus spingerebbe però per aumentare la parte di cash. Dopo averlo pagato 85,50 milioni di euro tre estati fa dall'Ajax, i bianconeri vorrebbero una cifra che si avvicini il più possibile alla clausola rescissoria presente nel suo contratto, clausola rescissoria che è fissata a 120 milioni di euro. In attesa di capire di più sul futuro del difensore olandese, vediamo perché potrebbe convenire alla Juventus cederlo in caso di mancato rinnovo e perché invece potrebbe rappresentare un errore.

In caso di mancato rinnovo la Juventus dovrebbe vendere De Ligt?
Perché si

Il motivo da mettere in cima alla lista è molto semplice e riguarda i soldi. Vendendo un difensore di 22 anni, tra i più promettenti del panorama europeo con già diversi anni di esperienza in un top club e nella massima competizione internazionale per club (la Champions League), la Juventus potrebbe portare a casa un bel bottino. Specialmente perché l'olandese ha ancora due anni di contratto. In caso di mancato rinnovo durante l'estate, nell'estate del 2023 i bianconeri si troverebbero infatti in una situazione difficile, con De Ligt che potrebbe decidere definitivamente di non rinnovare e con lo spettro dell'addio a parametro zero dietro l'angolo. Quindi in caso di cessione, la finestra di mercato nella quale la Juventus potrebbe trarre il maggior profitto dalla sua cessione è proprio quella attuale.

In realtà, motivi economici a parte, non sono tantissimi i motivi che potrebbero spingere la Juventus a cedere un difensore come De Ligt. Un altro potrebbe essere al massimo rappresentato da una questione di progetto, ma è un'idea molto utopistica. In questo caso dovrebbe essere proprio l'allenatore a comunicare alla dirigenza di non voler puntare più su De Ligt per il futuro. Ma quest'ultima non sembra essere né l'idea di Massimiliano Allegri né tantomeno l'idea della dirigenza bianconera.

In caso di mancato rinnovo la Juventus dovrebbe vendere De Ligt?
Perché no

Per spiegare il motivo principale per il quale la Juventus non dovrebbe vendere De Ligt bisogna riprendere un po' il discorso fatto prima. Ovvero i bianconeri in questo momento si trovano in casa uno dei giovani difensori più forti del mondo, che può fare ancora potenzialmente una crescita notevole. Inoltre è già da tre anni nell'ambiente Juve, di cui ormai conosce tutti i meccanismi, ed ha esperienza da vendere anche in campo europeo, avendo iniziato a giocare in Champions League già in giovanissima età con la maglia dell'Ajax e – tra le altre cose – anche con la fascia da capitano al braccio.

Poi, nell'estate in cui hai già perso il perno della difesa (Giorgio Chiellini), perdere anche De Ligt sarebbe una bella batosta per la Juventus. I bianconeri si troverebbero infatti costretti ad intervenire ed anche pesantemente nel mercato dei difensori. A quel punto bisognerebbe trovare non uno, ma ben due difensori in grado di fare i titolari in un top club, missione non semplicissima e di certo per nulla economica.

Perdere inoltre un calciatore così importante e con questa grande considerazione anche in campo internazionale, potrebbe non giovare nella finestra di calciomercato. Potrebbe infatti far perdere un po' di appeal sul mercato alla società, specialmente per quanto riguarda i giovani talenti in rampa di lancio in giro per l'Europa. Per intenderci i futuri De Ligt.

Infine, dopo aver fatto un investimento grosso tre stagioni fa con l'intenzione di farlo crescere ulteriormente accanto all'esperienza di Bonucci e Chiellini, per trasformarlo in un signor difensore ed affidargli a lungo termine le chiavi della difesa, con magari anche un futuro da capitano. E dopo aver fatto di tutto per provare a convincerlo a rinnovare il suo contratto con la Vecchia Signora, essere costretti a venderlo sarebbe una grossa batosta per il morale un po' di tutta la dirigenza bianconera, che chiaramente su De Ligt punta molto.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Perché si perché no