Seguici su

Calciomercato

Calciomercato, il punto sul Milan: De Ketelaere si avvicina, torna calda la pista Renato Sanches

Zeki Çelik Renato Sanches Lille, Marcos Acuña Siviglia

Il trequartista belga vuole il Diavolo, ma il Bruges non è convinto. Si torna a lavorare sul centrocampista del Lille, ma il giovane portoghese chiede tanto

Tutte le squadre di Serie A stanno cominciando i propri raduni casalinghi, per poi partire con i ritiri pre-stagionali veri e propri. I dirigenti stanno cercando di fare il possibile per regalare ai rispettivi allenatori una rosa competitiva ben prima dell’inizio del vero raduno, ma non sempre le tempistiche vengono rispettate. Ci sono trattative che, per un motivo o per l’altro, vanno per le lunghe.

Ne sa qualcosa il Milan, che in questi giorni sta faticando a concludere gli affari su cui ha messo gli occhi: dopo l’arrivo di Origi dal Liverpool, il Diavolo è un po’ fermo. Salutati Kessié e Romagnoli, c’è da occupare i buchi lasciati da due ragazzi che – ognuno a modo suo – hanno dato tanto a questo club negli anni. Inoltre, Pioli ha richiesto almeno un trequartista – magari in grado anche di ricoprire il ruolo di esterno destro offensivo.

Le piste sondate, un po’ in ogni reparto, sono molteplici. Le difficoltà ci sono, ma Maldini e Massara stanno facendo importanti passi avanti su tutti i fronti. Vediamo quindi ora le principali trattative della settimana del Milan.

Calciomercato estivo Serie A: il tabellone acquisti e cessioni del 2022

Il Milan ha scelto il suo trequartista: De Ketelaere si avvicina

Dopo aver valutato diversi profili sul fronte avanzato, il Milan ha deciso: Charles De Ketelaere è l’obiettivo numero 1 della società. Il giovane talento belga mette d’accordo un po’ tutti: non solo le richieste tattiche di mister Pioli, ma anche la disponibilità economica del club.

Negli ultimi giorni, la trattativa ha fatto importanti passi avanti. Ieri il Milan ha incontrato l’agente del ragazzo, ribandendo quanto la società creda in lui e voglia metterlo al centro del progetto rossonero a partire dalla prossima stagione. A dimostrazione di ciò, Maldini e Massara hanno fatto intendere al procuratore del classe 2001 che il tempo stringe, e che non hanno nessuna intenzione di far andare questa trattativa per le lunghe. Il ragazzo sembra ormai convinto, sia da un punto di vista tecnico che economico: le opzioni inglesi Leeds, Southampton e Leicester sembrano esser state messe in secondo piano nella lista delle sue preferenze.

Discorso diverso invece per il club che detiene il cartellino del ragazzo. Il Bruges chiede una cifra intorno ai 30-35 milioni di euro: non poco sicuramente per la casse rossonere. La scorsa settimana il Milan aveva messo sul piatto 20 milioni di euro per acquistare De Ketelaere: offerta che però è stata subito rispedita al mittente. Ecco quindi che il Diavolo sta già preparando una controproposta ufficiale, decisamente più elevata tra parte fissa e bonus. Inoltre, l’ultima idea della dirigenza sarebbe quella di inserire un paio di contropartite tecniche per cercare di abbassare le richieste del Bruges: si pensava a due prodotti del vivaio che quest’anno hanno giocato in Primavera, ovvero Emil Roback e Andreas Jungdal – rispettivamente un attaccante esterno ed un portiere.

Vedremo ciò che accadrà nei prossimi giorni. Una cosa è certa: De Ketelaere vuole il Milan, e il club sembra esser intenzionato finalmente a fare un vero e proprio sforzo economico per assicurarsi uno dei principali talenti del panorama calcistico europeo.

 

Sempre a caccia del centrocampista: torna calda la pista che porta a Renato Sanches

Kessié è diventato ufficialmente un nuovo giocatore del Barcellona. Il Milan deve quindi colmare il buco lasciato lì in mezzo dall’addio di uno dei migliori centrocampisti della Serie A della scorsa stagione. L’ivoriano aveva caratteristiche ben precise, e ritrovarle in un altro profilo sarà tutt’altro che semplice per Maldini e Massara.

Le idee sono molteplici, ma nelle ultime ore è arrivata una notizia positiva. Torna infatti calda la pista che porterebbe al preferito di Pioli, quel giocatore seguito già da mesi ma che fino a qualche giorno fa veniva ormai già dato al Paris Saint Germain: si tratta ovviamente di Renato Sanches, centrocampista portoghese classe 1997 di proprietà del Lille.

Fino a settimana scorsa il Milan ci aveva puntato forte, salvo poi accettare la spietata concorrenza del Psg e virare quindi su altro. Ora però il club francese sembra principalmente concentrato su Gianluca Scamacca del Sassuolo: a Parigi vogliono l’attaccante italiano, e sarebbero pronti ad accettare la richiesta neroverde di ben 50 milioni di euro. Questo porterà via, oltre che soldi, molto tempo alla società francese, che ora non sembra proprio esser focalizzata sulle operazioni a centrocampo.

Il raffreddamento della pista Sanches-Psg ha quindi riportato a galla il Milan. Anche perché il giovane portoghese, grande amico di Leao, non ha mai nascosto di provare interesse per i colori rossoneri. L’apertura da parte sua c’è, ma ora bisogna mettere sul piatto i soldi sufficienti per convincere il suo agente. L’impressione è che il giocatore non si accontenterà dei 3,5 milioni di euro all’anno offerti dal Diavolo, anche perché nelle ultime ore Jorge Mendes sta un po’ giocano al rialzo.

Poi c’è il discorso Lille, che vorrebbe almeno 15 milioni di euro più bonus per il suo cartellino: al momento il Milan è fermo a 10 milioni di euro, a cui devono però aggiungersi diversi bonus facilmente raggiungibili a determinate condizioni. Una piccola arma a vantaggio di Maldini e Massara, però, è proprio il contratto di Renato Sanches. Il ragazzo andrà in scadenza a giugno 2023, ciò significa che i francesi non potranno spingersi troppo oltre nelle richieste o rischierebbero di perderlo a zero l’estate prossima – Psg permettendo.

Il Milan intende quindi proseguire e portare a termine la trattativa. Dotato di fisico, tecnica e personalità, Renato Sanches è il preferito per sostituire Kessié a centrocampo.

 

Le altre operazioni

Oltre alla cessione in prestito del giovane Lorenzo Colombo al Lecce, il Milan si è mosso parecchio nella giornata di ieri. In serata è infatti arrivata l’ufficialità del riscatto di Junior Messias. L’esterno brasiliano ha ben figurato l’anno scorso in maglia rossonera, risultando molto importante in alcune partite – segnando anche gol pesantissimi.

Ecco quindi che il Diavolo ha deciso di riscattarlo a titolo definitivo dal Crotone per 4,5 milioni di euro – un piccolo sconto rispetto ai 5,5 richiesti inizialmente dai calabresi. Il ragazzo ha appena firmato un contratto biennale fino al 30 giugno 2024.

Il suo futuro dovrebbe essere al Milan. A Pioli il giocatore piace molto come esterno offensivo sulla destra: lui e Saelemaekers rappresentano una staffetta valida ed affidabile nel 4-2-3-1 del mister. Tuttavia, il club sa di avere almeno una pedina da sacrificare qualora volesse tentare in extremis il grande colpo: ad esempio, Hakim Ziyech.

Al momento, però, il marocchino rimane in stand-by. L’arrivo di Sterling al Chelsea lo spinge ancor più lontano da Londra, ma quello che frena il Milan è proprio l’ingaggio del ragazzo. Senza una considerevole riduzione dello stipendio, al di là delle richieste dei Blues, non se ne parla neanche per il Diavolo.

Intanto, proseguono i contatti per Japhet Tanganga, difensore centrale classe 1999 di proprietà del Tottenham. Mercoledì il Milan ha incontrato l’agente del ragazzo per sondare il terreno: l’esito del primo approccio sembra esser stato positivo. In ogni caso, dopo l’addio di capitan Romagnoli, il club rossonero ha bisogno di almeno un centrale da affiancare ai titolari Tomori e Kalulu e alle riserve Kjaer e Gabbia, se dovesse rimanere.

Fantacalcio, quando esce la guida all'asta di Calciodangolo: date, novità e anticipazioni


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato