Seguici su

Perché si perché no

Perché si perché no: Icardi potrebbe davvero finire al Monza in questa sessione di mercato?

In questi giorni si sta parlando molto dell'interesse del Monza per Mauro Icardi del PSG: ecco perché la trattativa potrebbe veramente concretizzarsi e perché invece potrebbe rimanere solo una suggestione di mercato

Siamo ormai entrati a luglio e ci stiamo avvicinando sempre di più al via della stagione di Serie A 2022/23 (qui tutte le date e gli orari delle prime cinque partite). Da ieri è ormai ufficialmente aperta la sessione estiva di calciomercato, quindi oltre alle varie voci si iniziano a registrare anche le prime ufficialità. Tra le squadre che cambieranno di più il loro organico in vista dell'inizio del campionato ci sono ovviamente le neopromosse (Monza, Lecce e Cremonese), che devono adattare l'organico alla massima serie.

Tra le tre è il Monza quella più attiva. Il duo formato da Berlusconi e Galliani ha promesso ai tifosi una grande sessione di mercato e sta mantenendo le promesse, almeno in questi primi giorni. Dopo aver ufficializzato già quattro colpi: Alessio Cragno, Andrea Carboni, Andrea Ranocchia e Stefano Sensi (ecco come potrebbe cambiare il centrocampo di Stroppa con il suo innesto); i lombardi non sono ancora sazi, per niente. Oltre ad un centrocampista, un colpo che faranno sicuramente è un attaccante.

Dopo aver fatto qualche sondaggio con il Bologna per Emanuel Vignato, ed aver ricevuto una richiesta altissima dall'Inter per il cartellino di Andrea Pinamonti, l'attenzione della dirigenza del Monza sembrava essere orientata tutta su Joao Pedro del Cagliari. Con i sardi Galliani ha già chiuso due trattative ed, oltre che di Joao Pedro, sta parlando anche di Nahitan Nandez. Queste ultime due però, a differenza di quelle già chiuse, sembrano trattative a dir poco ostiche. Ecco dunque dove è nata la pazza idea Mauro Icardi.

Ad alimentare sogni e speranze di tutti i tifosi ci ha pensato direttamente l'amministratore delegato del Monza Adriano Galliani che, raggiunto dai microfoni di Sport Mediaset, negli scorsi giorni aveva dichiarato: “Icardi al Monza? Non è impossibile, ma è fuori portata“. Galliani che, oltre ad aver già avviato i contatti con Wanda Nara, moglie ed agente del bomber argentino, ha già avuto qualche contatto telefonico con Luis Campos, direttore sportivo del Paris Saint-Germain. Anche Berlusconi ha commentato in merito: “Sarebbe una grande opportunità avere Icardi a Monza e vi immaginate che storia se segnasse proprio contro l’Inter. Magari… Ma non mi fate però andare oltre: ho fiducia in Galliani“.

L'idea di Galliani è quella di proporre al PSG un prestito oneroso con ingaggio condiviso. Icardi al momento prende infatti 10 milioni di euro annui, ed ha ancora due anni di contratto con i parigini. In attesa di capire, nei prossimi giorni, se Galliani proverà ad affondare il colpo o se questa rimarrà solamente una suggestione di mercato, proviamo a capire perché il colpo potrebbe davvero avvenire e perché invece è solo utopia.

Icardi potrebbe davvero finire al Monza in questa sessione di mercato?
Perché si

Che Icardi abbia nostalgia dell'Italia e della Serie A non è di certo un mistero, anzi, proprio negli scorsi giorni tramite una storia Instagram l'attaccante argentino aveva lasciato trapelare una forte mancanza di giocare a San Siro. In Serie A ha inoltre avuto la grande chance di mettersi in mostra ed ha scritto il pezzo più importante della sua storia e della sua carriera. Quindi il suo legame con l'Italia e con il massimo campionato italiano non è in dubbio.

Ad ancora 29 anni fare il panchinaro non è di certo una cosa molto piacevole per nessuno, tanto meno per lui che è sempre stato abituato a giocare da titolare inamovibile nelle precedenti esperienze. Specialmente nell'anno del mondiale nessuno vorrebbe fare il panchinaro e non lottare nemmeno per provare a conquistare una chiamata dalla nazionale. Potrebbe inoltre essere il suo ultimo campionato del mondo, il che accresce maggiormente la sua voglia di trovare una soluzione che gli permetta di giocare con continuità e dimostrare di essere ancora eleggibile per un posto nell'attacco dell'albiceleste.

Passando al lato economico. È vero che per acquistarlo dall'Inter il Paris Saint-Germain ha sganciato 50 milioni di euro appena due anni fa, e che il calciatore ha ancora due anni di contratto – come detto prima – a 10 milioni di euro a stagione. Ed è anche vero che il Monza non è un top club ma una squadra promossa appena un mese fa per la prima volta nella sua storia nella massima serie italiana. Però le ambizioni della società sono chiare ed il duo formato da Berlusconi e Galliani è una sorta di garanzia, dopo quello che sono riusciti a fare sia con il Milan che adesso con il Monza. Inoltre la base economica non è di certo quella di una neopromossa, quindi se il PSG accetta di pagare una parte o metà dell'ingaggio dell'argentino e lui apre ad un possibile trasferimento al Monza, non sarebbe poi così impossibile vederlo tornare in Italia.

Icardi potrebbe davvero finire al Monza in questa sessione di mercato?
Perché no

Un attaccante del calibro di Icardi ha sempre abbastanza mercato. Di sicuro se decidesse di lasciare il Paris Saint-Germain durante questa sessione estiva di calciomercato i club interessati ad accoglierlo sarebbero non pochi. Di certo anche club che sono qualificati per la prossima edizione della Champions League. Giocare con continuità in una squadra che, per cause di forza maggiore, non può ambire a vincere nessun titolo e giocare invece per una squadra che disputerà la prossima Champions League potrebbe fare tutta la differenza del mondo, anche in ottica mondiale.

Inoltre è vero che il Monza è una neopromossa un po' inusuale, e che sta conducendo una gran bella sessione di calciomercato, ma è anche vero che si tratta pur sempre di una squadra promossa da pochissimo per la primissima volta nella massima serie, che quindi manca di esperienza. Mancanza di esperienza che potrebbe rappresentare un problema per Icardi, che in vista del mondiale potrebbe cercare una sistemazione che gli permetta anche di crescere ulteriormente.

Un passaggio ad una neopromossa potrebbe inoltre essere visto come un passo indietro per la sua carriera che, dall'approdo all'Inter in poi, sembrava essere destinata a tutt'altri traguardi. Potrebbe, da un certo punto di vista, “compromettere” la sua carriera, anche se ormai si appresta ad entrare nelle sue fasi finali. Tutte queste cose sommate fanno pensare che vederlo con la maglia del Monza nella prossima stagione più che difficile sarà quasi impossibile.

Leggi anche: Sta per uscire la nostra guida all'asta del fantacalcio. Vuoi sapere quando e conoscere tutte le novità? Clicca qui


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Perché si perché no