Seguici su

Serie A

Serie A, i trasferimenti di calciatori italiani all’estero più cari della storia

Jorginho-Chelsea

Le cessioni più remunerative di  calciatori italiani fuori dalla Serie A da parte di club del massimo campionato italiano: Jorginho al comando

Questi primi giorni di mercato non sono stati particolarmente movimentati in Serie A. Sono poche ancora le ufficialità arrivate in sede di calciomercato, ma si moltiplicano sempre di più le voci che riguardano le cessioni. Una delle più gettonate è quella che vorrebbe Gianluca Scamacca lontano dall'Italia e dal Sassuolo durante questa sessione di calciomercato estiva.

Il giovane attaccante romano, che la scorsa estate è stato seguito con interesse da diversi top club del massimo campionato italiano, ed in particolare dalla Juventus, adesso sembra in procinto di lasciare la Serie A per la Ligue 1. Nei suoi confronti è infatti abbastanza marcato il pressing del Paris Saint-Germain, che ormai da diversi giorni è in contatto con la dirigenza del Sassuolo per provare a chiudere l'affare in tempi rapidi.

Il Sassuolo, per uno dei suoi gioiellini, chiede 50 milioni di euro. Si potrebbe chiudere a 40 come parte fissa più 10 legati a vari bonus (qui la trattativa nel dettaglio). In caso di chiusura della trattativa si potrebbe sbloccare anche la pista Mauro Icardi per il Monza di Berlusconi e Galliani (ne abbiamo parlato anche qui). Per Scamacca è invece pronto un quadriennale all'ombra della Torre Eiffel da 3,5 milioni di euro a stagione più bonus, un bel balzo in avanti rispetto allo stipendio percepito dal Sassuolo nel corso dell'ultima stagione. Ma, in attesa della concretizzazione vera e propria della trattativa tra neroverdi e parigini, andiamo a vedere quali sono state le cessioni di calciatori italiani da parte di club italiani all'estero più care di sempre. Con chiusura a 50 milioni Scamacca si piazzerebbe sul podio, al secondo posto.

Leggi anche: Il tabellone di acquisti e cessioni della sessione estiva di calciomercato del 2022

La classifica dei dieci calciatori italiani venduti all'estero più cari di sempre

11. Matteo Darmian – dal Torino al Manchester United: 18 milioni di euro (2015/16)

Come da consuetudine per questa particolare rubrica partiamo la nostra classificazione dall'ultima posizione. In questo caso è condivisa. Il decimo (undicesimo solo perché abbiamo deciso di non metterli insieme) trasferimento più caro della storia della Serie A di un calciatore italiano passato ad una squadra estera è quello di Matteo Darmian. Dopo una grande stagione con il Torino, nell'estate del 2015 il Manchester United lo portò in Premier League in cambio di 18 milioni di euro.

10. Patrick Cutrone – dal Milan al Wolverhampton: 18 milioni di euro (2019/20)

A condividere l'ultima posizione con Darmian c'è un altro calciatore che, come appunto Darmian, è rientrato in Italia dopo l'esperienza all'estero, stiamo parlando di Patrick Cutrone. Dopo l'esplosione in Serie A con la maglia del Milan, club con il quale aveva fatto anche tutta la trafila delle giovanili, nell'estate del 2019 il passaggio al Wolverhampton in Premier League, per provare a conquistarsi un ruolo di primaria importanza. Anche in questo caso per convincere il Milan servirono 18 milioni di euro.

9. Ciro Immobile – dal Torino al Borussia Dortmund: 18,50 milioni di euro (2014/15)

Tra la grande storia d'amore con la Lazio che va avanti ancora oggi, e la parentesi al Torino dove è esploso per la prima volta nel contesto della Serie A, Ciro Immobile ha avuto anche un'esperienza all'estero. Ed in particolare nell'estate del 2014, dopo appunto la prima vera esplosione con la maglia dei granata, passò al Borussia Dortmund in Germania in cambio di 18,50 milioni di euro. Prima di fare ritorno, dopo un passaggio in Spagna al Siviglia, in Italia proprio alla Lazio.

8. Alberto Aquilani – dalla Roma al Liverpool: 20 milioni di euro (2009/10)

L'unico colpo presente in classifica antecedente al 2010 è quello di Alberto Aquilani. Dopo una più che positiva parentesi alla Roma anche lui tentò il grande salto in Premier League, ed in particolare al Liverpool, che in quegli anni vantava un centrocampo niente male. Per lui i Reds sborsarono 20 milioni di euro. Anche nel suo caso, a distanza di un anno, ci fu un ritorno nel massimo campionato italiano.

7. Mario Balotelli – dal Milan al Liverpool: 20 milioni di euro (2014/15)

Mario Balotelli è l'unico calciatore presente in classifica ben due volte. La seconda delle due, più vicina in ordine di tempo, è la cessione del suo cartellino da parte del Milan nell'estate del 2014. Anche nel suo caso un trasferimento al Liverpool, un altro Liverpool rispetto a quello di Aquilani. Per prenderlo dal Milan i Reds pagarono 20 milioni di euro.

6. Emerson Palmieri – dalla Roma al Chelsea: 20 milioni di euro (2017/18)

Ci avviciniamo alle posizioni che scottano di più, al sesto posto si piazza il primo naturalizzato italiano della classifica, Emerson Palmieri. Dopo un bel campionato con la Roma, sulle sue tracce finì il Chelsea che, nell'estate del 2017, sborsò 20 milioni di euro per convincere i giallorossi a privarsene.

5. Pietro Pellegri – dal Genoa al Monaco: 20,90 milioni di euro (2017/18)

Al quinto posto un giovane talento italiano che sembrava destinato a fare una gran bella carriera ma che, dal passaggio proprio al Monaco nell'estate del 2017, si è un po' perso. Dopo la deludente esperienza francese, con il Monaco che aveva puntato forte su di lui sborsando 20,90 milioni nelle casse del Genoa, è rientrato in Italia per rinforzare il reparto offensivo del Milan. Anche l'esperienza rossonera si è però rivelata deludente e quindi a gennaio il passaggio al Torino, che qualche giorno fa lo ha acquistato a titolo definitivo proprio dal Monaco per cinque milioni di euro.

4. Davide Zappacosta – dal Torino al Chelsea: 25 milioni di euro (2017/18)

In molti ricorderanno il super gol segnato con la maglia del Chelsea in Champions League contro il Qarabag qualche giorno dopo l'ufficialità del suo trasferimento in Premier League. Fatta eccezione per quel gol e per qualche prestazione, anche la sua esperienza londinese non è stata delle migliori. Per lui, prima del ritorno in Italia, il Chelsea aveva sborsato 25 milioni di euro al Torino nell'estate del 2017.

3. Moise Kean – dalla Juventus all'Everton: 27,50 milioni di euro (2019/20)

Arriviamo finalmente al tanto atteso podio. Al terzo posto si piazza Moise Kean, un altro che (chi lo avrebbe mai detto?!) dopo l'esperienza estera ha fatto ritorno in Serie A. Dopo l'esplosione con la maglia della Juventus ed un bel po' di record battuti proprio con i bianconeri, pur di non perderlo a zero i dirigenti juventini decisero di venderlo all'Everton nell'estate del 2019 in cambio di 27,50 milioni di euro, prezzo che – se non fosse stato in scadenza di contratto – sarebbe stato anche superiore.

2. Mario Balotelli – dall'Inter al Manchester City: 29,50 milioni di euro (2010/11)

In seconda posizione si piazza il secondo, primo in ordine di tempo, trasferimento di Mario Balotelli dall'Italia all'estero. Dopo aver esordito in Italia con la maglia dell'Inter nell'anno del triplete. Qualche settimana dopo la vittoria della Champions League firmò il contratto con il Manchester City, che per prelevarlo dall'Inter sborsò 29,50 milioni di euro.

1. Jorginho – dal Napoli al Chelsea: 57 milioni di euro (2018/19)

Il calciatore italiano venduto per la cifra più alta di sempre ad un club straniero è invece Joriginho. L'italo-brasiliano nell'estate del 2018, dopo diverse ottime stagioni di Serie A tra Hellas Verona e Napoli, salutò il massimo campionato italiano per unirsi al Chelsea in cambio di ben 57 milioni di euro.

Leggi anche: Sta per uscire la nostra guida all'asta del fantacalcio. Vuoi sapere quando e conoscere tutte le novità? Clicca qui


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A