Ultime notizie

Guida al fantamondiale, la scheda della Croazia: giocatori consigliati, sconsigliati e la possibile sorpresa

L'obiettivo minimo è quello di eguagliare Russia 2018, andando anche oltre. Tutto sulla Croazia: la rosa, la formazione tipo e i consigli per il fantamondiale

A distanza di quattro anni, la Croazia, che vanta alcuni tra i profili più appetibili per il fantamondiale, si sta ancora leccando le ferite per quanto accaduto a Russia 2018. Dopo aver stravinto, a punteggio pieno, il proprio girone davanti a una corazzata come l'Argentina, gli uomini di Zlatko Dalic, selezionatore dei balcanici dall'anno precedente, riuscirono a prevalere anche su Danimarca e Russia, in seguito a una doppia, vincente lotteria dei calci di rigore, superando anche l'ostacolo Inghilterra in semifinale. Un cammino esaltante interrotto sul più bello, con l'impietosa sconfitta per 4-2 in finale contro la Francia. Una grandissima delusione per la selezione est-europea, da sempre competitiva e insidiosa nonostante abbia preso vita solo negli anni '90, in seguito alla scissione dalla Jugoslavia, nonostante la quale, tuttavia, è riuscita a mantenere buona parte dello zoccolo duro di quella squadra, annoverando tra le proprie fila diversi calciatori affermatisi a livello internazionale, con indosso le maglie dei club più importanti. Il cammino verso Qatar 2022 è stato contraddistinto da ben 7 vittorie su 10 partite disputate, con 2 pareggi e una sola sconfitta, terminando davanti alla Russia di un solo punto. L'obiettivo di quest'anno, senza ombra di dubbio, è quello di ripetere quanto fatto nella scorsa edizione, tentando di vincere il torneo per la prima volta nella propria storia. Ambizioni importanti, quindi, per i ragazzi del ct Dalic, che passeranno necessariamente dalle dirette avversarie del Gruppo F, ovvero Belgio, Marocco e Canada.

Di seguito la scheda della Croazia per i mondiali di Qatar 2022: la rosa dei convocati, la formazione tipo, il calendario della prima fase e i consigli per il fantamondiale.

La rosa della Croazia

La rosa dei convocati della Croazia che prenderanno parte alla spedizione mondiale è stata ufficializzata da Zlatko Dalic, il quale ha reso nota la lista definitiva dei 26 giocatori richiesta dalla FIFA. Come accennato precedentemente, tra gli uomini scelti dal commissario tecnico spiccano alcuni top player dei principali campionati europei, quali Josko Gvardiol del Lipsia e Andrej Kramaric dell'Hoffenheim, nonché alcune vecchie e attuali conoscenze del nostro campionato come Mateo Kovacic, Marko Livaja, Ivan Perisic e Ante Budimir, ex, rispettivamente, di Inter, Crotone e Sampdoria, oltre a Martin Erlic del Sassuolo nonché i centrocampisti Marcelo Brozovic dell'Inter, Mario Pasalic dell'Atalanta e Nikola Vlasic del Torino. Ultimo, ma non per importanza, il capitano dei balcanici e del Real Madrid Luka Modric, Pallone d'Oro 2018, pronto a guidare i propri compagni alla conquista del Qatar.

Portieri: Grbic (Atletico Madrid), Ivusic (Osijek), Livakovic (Dinamo Zagabria);

Difensori: Barisic (Rangers Glasgow), Erlic (Sassuolo), Gvardiol (Lipsia), Juranovic (Celtic Glasgow), Lovren (Zenit San Pietroburgo), Sosa (Stoccarda), Stanisic (Bayern Monaco), Sutalo (Dinamo Zagabria), Vida (AEK Atene);

Centrocampisti: Brozovic (Inter), Jakic (Eintracht Francoforte), Kovacic (Chelsea), Majer (Rennes), Modric (Real Madrid), Pasalic (Atalanta), Sucic (Red Bull Salisbutgo), Vlasic (Torino);

Attaccanti: Budimir (Osasuna), Kramaric (Hoffenheim), Livaja (Hajduk Spalato), Orsic (Dinamo Zagabria), Perisic (Tottenham), Petkovic (Dinamo Zagabria).

La formazione tipo della Croazia: il 4-3-3 per andare all'attacco

Il modulo utilizzato nella stragrande maggioranza dei match giocati con Zlatko Dalic in panchina è il 4-3-3. La retroguardia baserà tutto sulla freschezza del succitato difensore del Lipsia, Josko Gvardiol, affiancato dall'esperienza dell'ex Liverpool Dejan Lovren. Altissimo tasso di qualità nella linea mediana, composta da Mateo Kovacic, Marcelo Brozovic e Luka Modric, supportati dalla spinta sulle fasce di Josip Stanisic e Borna Barisic, con Borna Sosa pronto a subentrare. In attacco l'imprevedibilità di Nikola Vlasic e Ivan Perisic sarà fondamentale per rifornire il terminale offensivo Andrej Kramaric.

Croazia (4-3-3): Livakovic; Stanisic, Lovren, Gvardiol, Barisic; Kovacic, Brozovic, Modric; Vlasic, Kramaric, Perisic. All.: Zlatko Dalic

Consulta anche:

Il calendario della Croazia

La Croazia è inserita nel Gruppo F, come accennato, insieme a Belgio, Canada e Marocco. Appare superfluo sottolineare come, nonostante il Marocco e il Canada non saranno clienti certamente facili da gestire, i balcanici e i centroeuropei siano i principali favoriti per il passaggio del turno e il conseguente accesso agli ottavi di finale. Tuttavia, come sempre, spetterà al campo il verdetto finale in tal senso.

L'esordio è previsto per il 23 novembre alle 11:00 contro il Marocco di Achraf Hakimi, mentre il 27 alle ore 17:00 ci sarà la sfida contro il Canada. Il girone della Croazia si chiuderà poi il 1° dicembre, stavolta alle ore 16, nel probabile match decisivo per il primato del raggruppamento, contro il Belgio.

23 novembre ore 11:00 Marocco-Croazia (Rai)
27 novembre ore 17:00 Croazia-Canada (Rai)
1° dicembre ore 16:00 Croazia-Belgio (Rai)

I giocatori consigliati per il fantamondiale

  • Luka Modric: i riconoscimenti personali e i numerosi trofei vinti con la maglia del Real Madrid potrebbero parlare da soli per lui. E invece il numero 10 croato preferisce da sempre far parlare il campo, con giocate dalla classe sopraffina che solitamente si trasformano in assist per i compagni e gol. Un rendimento che non varia a seconda della maglia indossata, e anche in Nazionale Modric è sempre stato un leader, trovando anche la via della porta in 23 occasioni. Di certo il suo nome sarà uno dei più ambiti all'asta del fantamondiale.
  • Ivan Perisic: l'esterno offensivo del Tottenham è sempre stato uno dei giocatori più incisivi di questa Nazionale, a prescindere da quale fosse il rendimento nel proprio club, come accertato dalle ottime prestazioni a Russia 2018, in controtendenza con le luci e le ombre con indosso la maglia dell'Inter. Eppure dopo aver vinto il Triplete col Bayern Monaco, e sotto la guida sapiente di Antonio Conte, Perisic è diventato un giocatore costante nelle prestazioni, sia dal punto di vista atletico che qualitativo. Un punto fermo per qualsiasi rosa che ambisca a vincere il fantamondiale.
  • Andrej Kramaric: l'attaccante dell'Hoffenheim, tra tutti i compagni di reparto, è quello che vanta il miglior feeling con la porta avversaria. Tra Premier League e Bundesliga il trentunenne nativo di Zagabria ha sempre garantito un contributo importante, e anche con la maglia della Croazia questo non è venuto meno, sia in fase di qualificazione che nei vari tornei disputati dagli est-europei. Per completare il proprio attacco, il suo nome potrebbe essere decisamente uno dei più appetibili.

I giocatori sconsigliati per il fantamondiale

  • Dejan Lovren: pur vantando un'esperienza importante tra Inghilterra e Russia, nonché un buon rendimento dal punto di vista dei malus, il difensore classe 1989 non è mai riuscito a incidere con continuità in ottica bonus. Allo stesso tempo si potrebbe anche dire che non è sicuramente questo il suo compito principale, ma in una competizione nella quale non ci saranno tante partite da disputare è quantomai necessario affidarsi a profili maggiormente duttili e capaci di dare garanzie sotto tutti i punti di vista.
  • Josip Stanisic: il terzino destro è cresciuto sin da giovanissimo nel Bayern Monaco, fino ad arrivare a vestire, con buona continuità, la maglia da titolare della prima squadra. Prestazioni che sono andate di pari passo con quelle in Nazionale, ma che, come già detto per il collega di reparto, non possono essere abbastanza in una competizione breve nella quale occorre essere incisivi dall'inizio alla fine. Stanisic avrà tempo e modo di diventare un top player, ma al momento è meglio guardare altrove.
  • Mateo Kovacic: dopo essere partito da Milano alla volta di Madrid, il centrocampista incompreso con la maglia dell'Inter ha cominciato a collezionare una sfilza di trofei con le maglie di Real e Chelsea, accumulando anche diverse presenze tra le varie competizioni e offrendo sempre un buon contributo, così come in Nazionale, ma senza mai essere decisivo in ottica bonus. In mezzo a tanti campioni con i quali ha avuto modo di giocare, infatti, non ha mai dato l'impressione di poter recitare un ruolo di protagonista indiscusso, e proprio per questo, dovendo scegliere tra i titolari della mediana croata, sicuramente lui parte dal gradino più basso.

La possibile sorpresa per il fantamondiale

  • Borna Sosa: pur partendo dietro nelle gerarchie rispetto al compagno di squadra Barisic, il terzino sinistro di Zagabria ha avuto modo di diventare un grande specialista di assist con la maglia dello Stoccarda, fornendo ben 31 passaggi decisivi per i propri compagni negli ultimi quattro anni. Se, come da pronostico, la Croazia dovesse andare oltre la fase a gironi, il contributo di Sosa sarà sicuramente essenziale, e potrebbe rivelarsi l'arma in più di Dalic e dei fantallenatori che punteranno su di lui.

CONSULTA TUTTE LE FANTASCHEDE DELLE NAZIONALI


Laureato in Giurisprudenza presso l'Università della Calabria - UNICAL. Appassionato di calcio, cinema e tecnologia. Datemi una notizia e ve la approfondirò, con oggettività e in fede (calcistica e non solo).

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Ultime notizie