Mondiali Qatar 2022

Guida al fantamondiale, la scheda dell’Olanda: giocatori consigliati, sconsigliati e la possibile sorpresa

Dopo aver saltato l’edizione della Coppa del Mondo in Russia, l’Olanda si presenta ai nastri di partenza come una delle possibili outsider per la vittoria finale del prestigioso trofeo. Tutto sull’Olanda: la rosa, la formazione tipo e i consigli per il fantamondiale.

Nella rosa dell’Olanda ci sono tanti giocatori interessanti in ottica fantamondiale. Gli oranje infatti presentano numerosi calciatori che giocano nei top 5 campionato e che rivestono un ruolo fondamentale nelle squadre in cui militano. Nel ranking della classifica mondiale FIFA, si trovano in 8ª posizione; i Paesi Bassi hanno occupato anche il primo posto nel 2011 dopo aver raggiunto la finale ai Mondiali del 2010 in Sudafrica, persa contro la Spagna per 1-0. 

Una nazionale prestigiosa che si è piazzata tre volte al secondo posto perdendo la finale (1974,1978,2010) e un terzo posto nel 2014. L’Olanda ha vinto anche il Campionato europeo nel 1988. Tuttavia, dal 2000 ad oggi non hanno centrato per 2 volte la qualificazione alla Coppa del Mondo (2002 e 2018), nell’agosto del 2017 gli oranje hanno ottenuto il peggior piazzamento nella graduatoria FIFA con il 36º posto.

La nazionale olandese guidata dal  Commissario Tecnico Louis van Gaal ha concluso al primo posto nel girone G di qualificazione davanti alla Turchia; 7 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta in 10 match disputati. Gli oranje fanno parte delle possibili sorprese che possono ambire alla vittoria della Coppa del Mondo, sullo stesso livello di Belgio, Germania e Portogallo. Come anticipato, nell’ultima edizione a Russia 2018, l’Olanda non ha raggiunto la qualificazione eliminata nel girone, concludendo al terzo posto dietro a Francia e Svezia. 

L’Olanda si troverà nel girone A, sulla carta sarà alla portata degli uomini di Van Gaal. Infatti gli oranje saranno insieme a Ecuador, Qatar e Senegal. Andiamo a vedere la scheda dell’Olanda per i mondiali Qatar 2022, la rosa dei convocati, la formazione tipo, il calendario della prima fase e i consigli per il fantamondiale.

La rosa dell’Olanda

Il CT Louis Van Gaal ha diramato la lista dei convocati che parteciperanno alla spedizione per i Mondiali Qatar 2022. Il tecnico olandese aveva selezionato i primi 39 calciatori tra i quali ha poi scremato fino ai 26, ossia coloro che parteciperanno ufficialmente alla Coppa del Mondo. Nella rosa dei convocati ci sono 4 giocatori del Campionato Italiano: Denzel Dumfries e Stefan de Vrij dell'Inter, Teun Koopmeiners e Marten de Roon dell'Atalanta. Presente anche l’ex Juve, Matthijs de Ligt che ora gioca nel Bayern Monaco che insieme a Virgil van Dijk del Liverpool, sarà alla ricerca di riscatto per allontanare le critiche e tornare a giocare ad alti livelli.

I 26 convocati dell'Olanda per Qatar 2022

Portieri: Bijlow (Feyenoord), Noppert (Heerenveen), Pasveer (Ajax);

Difensori: Aké (Manchester City), Blind (Ajax), De Ligt (Bayern Monaco), De Vrij (Inter), Dumfries (Inter), Frimpong (Bayer Leverkusen), Malacia (Manchester United), Timber (Ajax), Van Dijk (Liverpool);

Centrocampisti: Berghuis (Ajax), Frenkie De Jong (Barcellona), De Roon (Atalanta), Klaassen (Ajax), Koopmeiners (Atalanta), Simons (PSV Eindhoven), Taylor (Ajax);

Attaccanti: Bergwijn (Ajax), Depay (Barcellona), Luuk De Jong (PSV Eindhoven), Lang (Bruges), Malen (Borussia Dortmund), Weghorst (Besiktas).

La formazione tipo dell’Olanda: il “Modulo van Gaal”

Da sempre il modulo di Louis van Gaal è sempre stato unico, come dichiarato dal CT olandese ciò che contraddistingue il suo schema di gioco è una vera e propria filosofia. Possiamo quindi aspettarci di tutto per quanto riguarda il modulo utilizzato, anche se il più utilizzato “ultimamente” è il 4-3-3, probabilmente vedremo ai Mondiali Qatar 2022 un 3-4-1-2.

Secondo l’ex allenatore di Ajax e Barcellona, lo schieramento si può adattare in base agli interpreti a disposizione, basta guardare le scelte di van Gaal negli ultimi anni, dal 3-3-1-3 con i lancieri al 2-3-2-3 con i blaugrana, fino al 4-2-3-1 ai tempi del Bayern Monaco. 

Da sempre il commissario tecnico nativo di Amsterdam ha basato il suo “Modulo van Gaal” anche sulla preparazione tattica. Tutti i giocatori devono essere disciplinati sul rettangolo di gioco e conoscere alla perfezione quale posizione occupare in campo, come contribuire ad aiutare i compagni in difesa e a partecipare alla manovra offensiva.

La sua concezione calcistica si basa inoltre sulla preparazione tattica: ogni calciatore deve sapere quale posizione occupare sul rettangolo di gioco, come aiutare i propri compagni e come battere l'avversario. Tutto ciò richiede disciplina.

In porta il titolare sarà Pasveer dell’Ajax; la difesa a tre sarà composta da Van Dijk, Timber e De Ligt, con Sven Botman e Nathan Aké pronti a giocarsi un posto da titolare. I quattro a centrocampo dovrebbero essere da destra verso sinistra, Dumfries, de Jong, Koopmeiners e Blind. Il trequartista che farà da collante sarà probabilmente l’esperto Davy Klaassen che agirà dietro alle due punte: Bergwijn e Depay.

Olanda (3-4-1-2): Pasveer; van Dijk, Timber, de Ligt; Dumfries, de Jong, Koopmeiners, Blind; Klaassen; Bergwijn, Depay

Allenatore: Louis van Gaal

Il calendario dell’Olanda

L’Olanda sarà nel gruppo A, come anticipato, con Ecuador, Qatar e Senegal. Tre squadre difficili da decifrare ma che non vanno sottovalutate. I sudamericani e gli africani (privi della loro stella Sadio Mané infortunato) probabilmente si contenderanno il secondo posto per accedere agli ottavi ma attenzione anche al Qatar, paese ospitante che ci terrà a fare bella figura davanti al suo pubblico. L’esordio degli oranje è previsto per lunedì 21 novembre alle ore 17:00 contro il Senegal. Venerdì 25 novembre la nazionale dei Paesi Bassi giocherà contro l’Ecuador alle 17:00 e l’ultimo incontro del girone sarà contro il Qatar, martedì 29 novembre alle ore 16:00

  • 21 novembre (ore 17:00): Senegal – Olanda
  • 25 novembre (ore 17:00): Olanda – Ecuador
  • 29 novembre (ore 16:00): Qatar – Olanda

I giocatori dell’Olanda consigliati per il fantamondiale

Virgil van Dijk: sará il perno della difesa olandese e anche il capitano. Come accennato, viene da una stagione sottotono, dopo l’infortunio al crociato che lo ha tenuto lontano dal rettangolo di gioco nel 2020. Il forte difensore centrale si sta lentamente riprendendo e potrebbe essere una garanzia di buon voto per il fantamondiale. Inoltre potrebbe essere pericoloso in fase offensiva, soprattutto nel gioco aereo non è da escludere che possa portare qualche +3.

Frenkie de Jong: il centrocampista del Barcellona è stato al centro dei rumors di calciomercato che lo volevano al Manchester United in estate. Alla fine è rimasto con i blaugrana e sarà uno dei giocatori fondamentali nel centrocampo di van Gaal. De Jong è un centrocampista completo, in grado di essere determinante anche in termini di bonus per il fantamondiale. Con il Barça quest’anno ha realizzato 2 gol e 1 assist, ci si aspetta da lui un rendimento sopra alla sufficienza in nazionale.

Steven Bergwijn: l’ala sinistra ex Spurs è tornato all’Ajax e sta vivendo una grande stagione Eredivisie. Bergwijn è pronto a mettersi in mostra anche nel panorama internazionale con l’Olanda. Tra campionato olandese, Champions League e Johan Cruijff Schaal ha messo a segno 10 gol e anche 3 assist in 20 partite. Interessante sarà sapere se verrà listato come centrocampista anziché come attaccante, allora sarà ancora più consigliato averlo nella propria fantarosa per il fantamondiale.

I giocatori dell’Olanda sconsigliati per il fantamondiale

Blind: anche lui, come Bergwijn ha lasciato la Premier League e il Manchester United per tornare all’Ajax. L’esperto difensore oranje è a caccia della 100esima presenza in nazionale, gli mancano 6 partite per centrare questo traguardo. Sulla carta sarà il titolare sulla corsia di sinistra ma potrebbe presto perdere il posto per il più vivace e giovane Malacia. Blind non è neanche un giocatore da bonus, con compiti prettamente difensivi e potrebbe anche prendere qualche cartellino di troppo. Sono state infatti ben 6 le ammonizioni nelle 23 partite di qualificazione ai mondiali Qatar 2022 per il classe 1990.

Marten de Roon: il lavoro in fase difensiva del centrocampista dell’Atalanta è encomiabile e senza ombra di dubbio è un giocatore fondamentale per gli equilibri, sia per la dea che per l’Olanda. Tuttavia de Roon non è stato mai un giocatore che segna molto e anche per quanto riguarda gli assist il suo bottino è piuttosto magro. Per il ruolo che ricopre prende anche parecchie ammonizioni, quest’anno 3 in 13 partite di Serie A. Consigliamo di puntare su qualche profilo più incline ai bonus, inoltre ci sono tante alternative a centrocampo negli oranje e l’ex Middlesbrough e Sparta Rotterdam potrebbe essere scalzato dai vari Gravenberch e dal suo compagno all’Atalanta, Koopmeiners.

Memphis Depay: i sondaggi lo danno titolare al fianco di Bergwijn, ma il suo rendimento negli ultimi anni è calato vistosamente. Quest’anno ha giocato appena 2 partite nella Liga con il Barcellona e 15 minuti in Champions League, senza mai incidere con i suoi gol. In nazionale vanta 42 reti in 81 partite ma il posto da titolare è tutt’altro che garantito secondo noi. Louis Van Gaal potrebbe preferirgli “il cobra” Danjuma, giustiziere della Juventus l’anno scorso in UCL o il giovane in rampa di lancio del PSV, Gakpo.

La possibile sorpresa dell’Olanda per il fantamondiale

Xavi Simon: il 19enne del PSV sta incantando in Eredivisie e potrebbe essere la rivelazione degli oranje in ottica fantamondiale. Parte dietro nelle gerarchie ma ha dimostrato di avere estro e fiuto del gol, in patria ha realizzato 10 reti e 4 assist tra tutte le competizioni. Un’arma in più per van Gaal che potrà impiegarlo come centrocampista, trequartista o seconda punta. Nel caso dovesse entrare a gara in corso e cambiare le sorti di una partita potrebbe aumentare il suo minutaggio e diventare uno dei protagonisti di questi mondiali Qatar 2022.

Consulta anche:

 


Copywriter con la passione per il calcio e la scrittura sportiva. Dal 2017 vivo tra Terni, Lisbona e il resto del Mondo. Sono autore per Calciodangolo da quasi un anno, scrivo anche per altre aziende e web agency, in Italia e all’estero. Piatto preferito: spaghetti aglio & olio Ultima città visitata: Tbilisi Squadra Preferita: Ternana Fonte d’ispirazione: Corrado Guzzanti Prossima meta: Marte

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022