Mondiali Qatar 2022

La classifica, i marcatori più giovani nella storia del Mondiale

La classifica dei marcatori più giovani di sempre in un Mondiale: Bellingham entra in undicesima posizione, Pelé unico minorenne

Pochi calciatori hanno la fortuna ed il privilegio di giocare un Mondiale in carriera. Per i giovanissimi si tratta quasi di un'utopia. Come per ogni cosa esistono però delle eccezioni, ed alcune di queste sono eccezionali. L'esempio numero uno da questo punto di vista, specialmente parlando dei Mondiali, è un certo Edson Arantes do Nascimento, per gli amici Pelé. È proprio il fuoriclasse brasiliano, modello di numerosi giovani nel corso dei decenni, il primo giovane ad aver attirato su di sé l'attenzione del mondo intero. Per farlo gli è bastato diventare il più giovane vincitore di sempre di una Coppa del Mondo ed anche il più giovane marcatore di sempre in un Mondiale. Facile, no?

Se quel Mondiale è diventato solo l'inizio di una gloriosa carriera per uno dei più grandi giocatori di sempre, lo stesso potrebbe essere (glielo auguriamo) nel caso di Jude Bellingham. È stato proprio il talentino inglese di proprietà del Borussia Dortumnd ad inaugurare le danze per la Nazionale inglese in questo Mondiale di Qatar 2022, lui che – per nostra fortuna – ha visto solo dalla panchina la finale degli Europei contro l'Italia. Un battesimo di fuoco in un Mondiale, che gli ha consentito di diventare l'undicesimo marcatore più giovane di sempre nella competizione.

Davanti a lui nella speciale classifica, oltre al già citato Pelé, c'è anche un altro calciatore poi diventato discretamente forte: Lionel Messi. Ma non vi illudete, non sono mica tutti e dieci così. Anzi, ce ne sono alcuni che la carriera non l'hanno quasi mai cominciata a certi livelli. Tanto per citarne uno, Julian Green. Quanti di voi lo ricordano? Googlare non vale! Beh, allora scopriamoli – grazie ai dati forniti da Transfermarkt – chi sono gli altri calciatori che precedono Bellingham in classifica.

La classifica dei marcatori più giovani di sempre ai Mondiali

11. Jude Bellingham (Inghilterra): 19 anni e 145 giorni

Come anticipato prima, Bellingham gioca in Germania nel Borussia Dortmund. Si tratta dell'ennesimo talento lanciato al grande pubblico dal sottomarino giallo, che oggi si è preso la scena davanti agli occhi del mondo intero, dopo un avvio di stagione da protagonista con i tedeschi. Il gol di Bellingham all'Iran rappresenta un po' un passaggio generazionale, si tratta infatti del primo calciatore nato nel nuovo millennio a segnare un gol in un Mondiale.

10. Martin Hoffmann (Germania): 19 anni e 87 giorni

Mantiene salda, quantomeno per il momento (dato che al Mondiale ci sono anche cinque calciatori nati nel 2004), la sua decima posizione in classifica il tedesco Martin Hoffmann. Il suo primo gol in una Coppa del Mondo arrivò ai Mondiali del 1974, nella seconda partita dei gironi contro il Cile. Unico gol di quell'edizione ed in carriera, avendo giocato sei partite in un Mondiale ma tutte nella stessa edizione.

9. Divock Origi (Belgio): 19 anni e 64 giorni

Al nono posto troviamo una conoscenza attuale del calcio italiano, l'attaccante belga del Milan Divock Origi. Il primo dei suoi tre gol totali con la Nazionale maggiore arrivò proprio in un Mondiale, quello del 2014, nella seconda giornata dei gironi contro la Russia. Si tratta anche nel suo caso dell'unico centro nelle cinque presenze in una Coppa del Mondo. Dopo non essere stato inserito nell'elenco dei convocati per il Mondiale del 2018, Origi è stato infatti lasciato fuori anche per questi del 2022.

8. Julian Green (Stati Uniti): 19 anni e 24 giorni

Se avete googlato il suo nome dopo la citazione di prima sapete già di chi stiamo parlando, altrimenti ve lo spieghiamo in breve. Centrocampista centrale con una presenza ed un gol in carriera ai Mondiali, anche nel suo caso quelli del 2014. Gol trovato nei 15′ minuti giocati contro il Belgio, nella partita valida per gli ottavi di finale che vide passare alla fase successiva proprio la Nazionale belga. Attualmente gioca nella Serie B tedesca con la maglia del Greuther Fürth, ma in carriera può “vantare” anche quattro presenze ed un gol con il Bayern Monaco, squadra nella quale militava ai tempi del Mondiale. Nonostante abbia ancora 27 anni, è ormai fuori dal giro della Nazionale.

7. Aleksander Tirnanic (Yugoslavia): 18 anni e 364 giorni

Al settimo posto troviamo il giovane più vecchio della classifica. Diventato il marcatore più giovane di sempre ad un Mondiale grazie al gol segnato contro il Brasile nei Mondiali del 1930, il suo primato durò la bellezza di cinque giorni. E fu battuto da un altro calciatore che troveremo più avanti, ma niente spoiler.

6. Lionel Messi (Argentina): 18 anni e 357 giorni

Si piazza invece al sesto posto Lionel Messi. Il capitano e numero 10 dell'Argentina è ormai un veterano della competizione, questo sarà infatti il suo quinto Mondiale in carriera. Il primo fu quello del 2006, nel quale totalizzò tre presenze ed un gol, alla seconda dei gironi contro Serbia e Montenegro (confederazione costituitasi nel 2003 comprendente i territori delle ex repubbliche jugoslave di Serbia e di Montenegro, che si sciolse proprio pochi giorni prima dell'inizio della Coppa del Mondo). Nel corso degli anni il suo bottino è ovviamente migliorato, e Messi si appresta ad iniziare il suo quinto Mondiale forte di 19 presenze e sei gol nella competizione. Messi è anche il sesto miglior marcatore tra quelli ancora in attività (la classifica completa), ed il primo per presenze, sempre tra quelli ancora in attività (la classifica completa).

5. Dmitri Sychev (Russia): 18 anni e 231 giorni

In quinta posizione un altro calciatore sconosciuto ai più, che si è ritirato solo da tre anni: Dmitri Sychev. Per lui il primo gol arrivò alla terza presenza di sempre in un Mondiale, nell'ultima gara dei gironi contro il Belgio in quelli del 2002. Terza ed ultima in carriera.

4. Nicolas Kovacs (Romania): 18 anni e 197 giorni

Per parlare della quarta posizione bisogna fare un bel salto indietro nel tempo, fino al lontano 1930. Eh no, non si tratta ancora del calciatore che tolse dopo soli cinque giorni il record a Tirnanic; ma si tratta del terzo calciatore in classifica tra quelli dell'edizione 1930, la più prolifica di sempre per i giovani. Considerando gli anni di attività si hanno poche informazioni su di lui o sulla sua carriera, è noto però che prese parte a tutte e tre le edizioni dei mondiali antecedenti la seconda guerra mondiale. Il primo dei quali proprio nel 1930.

3. Michael Owen (Inghilterra): 18 anni e 190 giorni

Arriviamo finalmente al tanto atteso podio, e cominciamo con un ex Pallone d'Oro, Michael Owen. Uno dei più grandi attaccanti che il calcio inglese abbia mai conosciuto. Al debutto nell'edizione del 1998, dopo i 5 minuti trovati nella prima dei gironi, nei 18 della seconda timbrò subito il cartellino, chiudendo l'edizione con quattro presenze e due gol. In totale per lui ai Mondiali 12 presenze e quattro gol.

2. Manuel Rosas (Messico): 18 anni e 92 giorni

Sappiamo che lo stavate aspettando ed eccolo qui, Manuel Rosas, il messicano che tolse dopo cinque giorni il primato a Tirnanic. L'edizione la conoscete ormai meglio di noi, quella del 1930. Edizione in cui fece un po' il bello ed il cattivo tempo per il suo Messico, che uscì sconfitto in tutte e tre le gare dei gironi. Dopo il debutto contro la Francia, subito autogol alla seconda contro il Cile. Ma il riscatto arrivò già alla terza, nella quale segnò addirittura una doppietta ed il primo rigore nella storia dei Mondiali. Furono le uniche tre presenze in Nazionale.

1. Pelé (Brasile): 17 anni e 238 giorni

Il calciatore più giovane di sempre ad aver segnato un gol nella storia dei Mondiali è Pelé. Il brasiliano ci riuscì addirittura da minorenne, unico della storia ad averlo mai fatto. In questo caso l'edizione era quella del 1958, da lì il resto è storia. Sono quattro i Mondiali giocati in carriera, addirittura tre quelli vinti, unico calciatore nella storia ad averne vinti così tanti. Lui che in un Mondiale può vantare 14 presenze e 12 gol.


Classe '96, siciliano. Innamorato delle statistiche, forse tanto quanto del calcio. Appassionato di cinema e serie tv, oltre che di tutto quello che ha a che fare con numeri e record, di qualsiasi genere e categoria!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022