La Classifica

La classifica, i migliori impatti dei nuovi acquisti nella storia della Serie A: kvaratskhelia sul podio

Impatto devastante in Serie A per Khvicha Kvaratskhelia del Napoli, che è sul podio dei migliori impatti per i nuovi acquisti nella storia del massimo campionato: la classifica dei migliori di sempre

Khvicha Kvaratskhelia del Napoli non smette di stupire. Nell'ultimo turno di Serie A il calciatore georgiano ha trovato un gol e due assist, le ennesime partecipazioni a gol della sua stagione. Il bottino nelle prime dodici di sempre nel massimo campionato italiano recita sei gol e cinque assist totali per lui. Undici partecipazioni a gol in 12 partite, niente male come presentazione ai nuovi tifosi ed al nuovo pubblico. Il georgiano è l'esordiente con più gol in questo avvio di Serie A (la classifica completa). Ma come impatto dei nuovi arrivi nella storia del massimo campionato italiano non sta andando nemmeno poi così male, anzi.

Grazie ai dati forniti da Opta, si vede come Kvaratskhelia è il terzo nuovo acquisto ad aver avuto il miglior impatto nella storia del massimo campionato italiano. Meglio di lui hanno fatto solamente Diego Milito appena approdato al Genoa e Cristiano Ronaldo appena approdato alla Juventus. Allora scopriamola questa particolare classifica, dei calciatori più incisivi per partecipazioni a gol (quindi considerando sia i gol che gli assist) nelle loro prime dodici partite di sempre in Serie A.

La classifica dei nuovi acquisti che hanno avuto il miglior impatto nella storia della Serie A

11. Domenico Berardi (Sassuolo): 9 partecipazioni a gol

Partiamo come di consueto dal basso e partiamo dicendo che per partecipazioni a gol (come specificato anche prima) si intende la somma dei gol e degli assist. E che per quanto riguarda gli assist si prende come riferimento quelli assegnati ufficialmente dalla Lega Serie A. Detto questo partiamo da Domenico Berardi, che ricopre l'undicesima posizione di questa speciale classifica. L'esterno del Sassuolo, che quest'anno sta facendo i conti con qualche problemino fisico, si era presentato alla grande in Serie A nella stagione 2013/14. Protagonista della promozione del Sassuolo, ha fatto il suo esordio nel massimo campionato nella quinta giornata a causa di una squalifica che gli ha fatto saltare le prime uscite. Nelle sue prime dodici di Serie A ben sette gol e due assist, non male come avvio per un giovane. Per lui la prima tripletta in A già alla settima presenza, nella gara contro la Sampdoria.

10. Krzysztof Piatek (Genoa): 9 partecipazioni a gol

Come dimenticare poi l'impatto devastante di Krzysztof Piatek nella stagione 2018/19. Una vera macchina da gol il polacco, che fu venduto dopo appena sei mesi dal Genoa al Milan. Per lui nove gol nelle prime dodici presenze di sempre in Serie A, tra i quali anche due doppiette. Dopo che aveva segnato sei gol nelle prime due presenze di Coppa Italia, con tanto di esordio con poker contro il Lecce.

9. Romelu Lukaku (Inter): 9 partecipazioni a gol

Fortemente voluto dal tecnico dell'Inter dell'epoca Antonio Conte, è stato ottimo anche l'impatto di Romelu Lukaku che, come Berardi, quest'anno sta passando più tempo in infermeria che in campo. Big Rom ci ha messo poco tempo a far capire perché Conte aveva insistito tanto per farlo approdare in Italia. Per il gigante belga nove gol nelle prime dodici di Serie A, tra i quali anche la rete nel derby della madonnina contro il Milan.

8. Ezequiel Lavezzi (Napoli): 9 partecipazioni a gol

Un po' come nel caso di Kvaratskhelia adesso, anche nell'estate del 2007 il Napoli aveva pescato un talento semi sconosciuto, che ci ha messo anche in quel caso poco a sbocciare nel nostro paese, stiamo parlando di Ezequiel “El Pocho” Lavezzi. Ottimo l'impatto italiano dell'argentino, più per quanto riguarda gli assist che i gol. Nelle sue prime dodici sono state nove le partecipazioni a gol, delle quali sei assist e tre reti.

7. M'Bala Nzola (Spezia): 9 partecipazioni a gol

Arrivato nella sessione invernale di calciomercato del 2020 dal Trapani e catapultato a campionato ben avviato in Serie B, Nzola non si è fatto per niente scoraggiare, anzi, si è reso protagonista della promozione dello Spezia in Serie A. Ed anche nel massimo campionato il suo avvio non è stato per niente negativo: nelle prime dodici ha messo a referto otto reti ed un assist, gol anche pesanti come quello vittoria contro il Napoli e le doppiette contro Benevento e Bologna.

6. Milos Krasic (Juventus): 9 partecipazioni a gol

Molti lo ricorderanno più in maniera negativa che in maniera positiva, sia perché si è poi rivelato un flop in merito alle grandi attese, sia per come è finita la sua avventura italiana con la Juventus. L'avvio di avventura bianconera di Milos Krasic però, vedendo esclusivamente i numeri, non era stato per nulla da buttare. Per il serbo nove partecipazioni a gol nelle prime dodici, cinque gol e quattro assist. Tre dei cinque sono stati messi a segno grazie alla tripletta contro il Cagliari, tripletta replicata due giornate dopo contro il Lecce, questa volta però di assist.

5. Nikola Kalinic (Fiorentina): 10 partecipazioni a gol

Lasciamo la soglia delle nove partecipazioni a gol per entrare in doppia cifra, ed il primo – ed anche unico a quota 10 – tra i migliori cinque è Nikola Kalinic. Approdato alla Fiorentina nell'estate del 2015, impatto devastante quello avuto dal croato, che nelle prime dodici partite ha trovato la maggior parte dei bonus portati a casa nell'intera prima stagione italiana. Nello specifico nove gol ed un assist, tra i quali anche la tripletta segnata all'Inter.

4. Mauro Zarate (Lazio): 11 partecipazioni a gol

I più giovani probabilmente non lo conosceranno, ma Mauro Zarate ha passato diversi anni in Serie A, la maggior parte dei quali anche abbastanza positivi. Come positivo è stato il suo avvio di avventura italiana. Sette gol e quattro assist nelle prime dodici presenze di sempre nel massimo campionato italiano, anche nel suo caso però dopo l'ottimo avvio poco altro nella prima stagione.

3. Khvicha Kvaratskhelia (Napoli): 11 partecipazioni a gol

Ed eccoci arrivati al tanto atteso podio che, come anticipato nell'introduzione, vede nel suo gradino più basso proprio la new entry, Khvicha Kvaratskhelia. Anche se per scrivere nome e cognome guardiamo ancora su Wikipedia, questa situazione potrebbe durare in realtà molto poco. Se continuiamo infatti a scriverlo con questa frequenza lo impareremo ben presto a memoria. Sono sei i gol e cinque gli assist trovati in queste sue prime dodici presenze italiane, e la sensazione è che – a differenza dei due sopracitati – nel suo caso continueranno ad aumentare ancora.

2. Cristiano Ronaldo (Juventus): 13 partecipazioni a gol

Si è vero che a sbloccarsi ci ha messo quattro partite, ma è anche vero che da quando si è sbloccato Cristiano Ronaldo non ha smesso di segnare per la Juventus. Nonostante le prime tre giornate non molto positive, il fenomeno portoghese ha avuto il secondo miglior impatto nella storia del massimo campionato per un nuovo acquisto. Tredici partecipazioni a gol nelle prime dodici per il portoghese, frutto di otto gol e cinque assist.

1. Diego Milito (Genoa): 15 partecipazioni a gol

In prima posizione tra i nuovi acquisti che hanno avuto il miglior impatto nella storia della Serie A troviamo Diego Milito. Approdato al Genoa in maniera definitiva nell'estate del 2008, l'argentino è stato un vero e proprio matador nelle prime dodici, nelle quali ha trovato addirittura 11 gol e quattro assist, per 15 partecipazioni a gol complessive. Anche una tripletta per lui, alla decima presenza contro la Reggina.


Classe '96, siciliano. Innamorato delle statistiche, forse tanto quanto del calcio. Appassionato di cinema e serie tv, oltre che di tutto quello che ha a che fare con numeri e record, di qualsiasi genere e categoria!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in La Classifica