Mondiali Qatar 2022

Mondiali di Qatar 2022, Arabia Saudita-Messico: probabili formazioni, consigli fantamondiale e orario

30/11/22 - 20:00

Finito

1

-

2

Saudi Arabia - Mexico

Coppa del mondo 2022 - Lusail Iconic Stadium

3° Turno

Mercoledì 30 novembre andrà in scena Arabia Saudita – Messico, gara valida per la terza giornata della fase a gironi dei Mondiali di Qatar 2022. Ecco tutto ciò che devi sapere sul match del Lusail Iconic Stadium.

Arabia Saudita – Messico

L'Arabia Saudita arriva all'ultimo match del proprio girone con buone possibilità di qualificarsi agli ottavi di finale di Qatar 2022: dopo la storica vittoria in rimonta (2-1, reti di Al-Shehri e Al-Dawsari) contro l'Argentina di Leo Messi all'esordio la squadra allenata da Hervé Renard è uscita sconfitta contro la Polonia per 2-0, in una gara che ai punti avrebbe decisamente sorriso di più ai Figli del Deserto. La formazione araba, infatti, dopo essere andata in svantaggio al 39′ per la rete del napoletano Zielinski avrebbe potuto rimettere in pari il risultato allo scadere del primo tempo grazie ad un calcio di rigore concesso per un contatto tra il polacco Bielik e l'attaccante Al-Shehri: dal dischetto, però, Al-Dawsari si fa iptonizzare da Szczesny, ed al 37′ della ripresa Lewandowski raddoppia sfruttando un errore di Al-Malki; a fine partita le statistiche diranno 16 tiri a 9 in favore degli arabi, che vincono anche sui tiri in porta (5 a 3) e sul possesso palla (64-36%); per l'Arabia Saudita si tratta della quarta sconfitta nelle ultime 10 gare disputate, con altrettanti pareggi ed appena due vittorie. Con i due gol subiti contro la Polonia, inoltre, salgono a quattro anche le partite consecutive senza mantenere la propria porta inviolata, evento insolito per una nazionale che fa proprio della fase difensiva il proprio punto di forza e che prima di allora aveva subito appena tre reti in sette match; gli arabi, inoltre, non subivano due gol in una partita da quasi 10 mesi, ovvero dal match perso contro il Giappone del 1 febbraio scorso (2-0). Probabile che, contro il Messico, il ct Renard decida di affidarsi agli undici che hanno battuto l'Argentina all'esordio, con le sole eccezioni riguardanti gli infortunati Al-Shahrani e Al-Faraj e lo squalificato Al-Malki: in porta quindi ci sarà Al-Owais, mentre in difesa dovrebbero agire Abdulhamid, Al-Amri, Tambakti e Al-Burayk; in mediana spazio a Al-Nejei e Kanno, mentre alle spalle dell'unica punta Al-Shehri probabile l'inserimento di Al-Abed insieme a Al-Buraikan e Al-Dawsari.

Il Messico avrà bisogno di una vera e propria impresa per centrare la qualificazione agli ottavi, dopo aver raccolto appena un punto nelle prime due partite del proprio girone contro Polonia (0-0) e Argentina (2-0), senza riuscire a segnare una rete nell'arco dei primi 180 minuti. La nazionale tricolore non vive sicuramente un buon momento di forma, considerando che ha vinto soltanto una delle ultime cinque partite giocate, con ben tre sconfitte ed un pareggio nelle restanti quattro; ad eccezione del 4-0 rifilato all'Iraq lo scorso 9 novembre in amichevole, inoltre, la Verde ha segnato appena 8 reti nelle ultime 10 partite giocate. Numeri preoccupanti che confermano un calo di forma importante per la nazionale del ct Martino, che da quando siede sulla panchina della nazionale messicana ha ottenuto 41 vittorie, 12 pareggi e 12 sconfitte in 65 partite, segnando 124 gol e subendo 62 reti; l'allenatore argentino, inoltre, aveva iniziato la sua avventura sulla panchina del Messico con ben 18 vittorie nelle prime 19 partite disputate. Tra le cause dei problemi in attacco rientrano sicuramente anche le noie fisiche di Raul Jimenez, settimo miglior marcatore della storia del Messico, destinato a partire ancora una volta dalla panchina anche contro l'Arabia Saudita: in attacco è infatti favorito Martin al fianco di Lozano e Vega, mentre in mediana Edson Alvarez dovrebbe tornare titolare insieme a Hector Herrera e Chavez. Intoccabile Ochoa tra i pali, mentre la difesa dovrebbe essere composta da Kevin Alvarez, Montes, Moreno e Gallardo.

Orario di Arabia Saudita – Messico e dove vederla in TV o in streaming

La partita Arabia Saudita – Messico si giocherà mercoledì 30 novembre 2022 alle ore 20:00 al Lusail Iconic Stadium di Lusail. Tutti i Mondiali di Qatar 2022 saranno trasmessi in diretta e in esclusiva sulle reti Rai: più precisamente, la partita in questione sarà visibile su Rai Sport+ HD. Chi volesse invece seguire la partita in streaming potrà usufruire del servizio di Rai Play: gli utenti potranno accedere direttamente al sito tramite pc, oppure scaricando l’app; in alternativa, basterà accedere al sito Rainews.it.

Arabia Saudita – Messico: probabili formazioni

Probabile formazione Arabia Saudita (4-2-3-1): Al-Owais; Abdulhamid, Al-Amri, Tambakti, Al-Burayk; Al-Nejei, Kanno; Al-Buraikan, Al-Abed, Al-Dawsari; Al-Shehri. All. Renard

Probabile formazione Messico (4-3-3): Ochoa; K. Alvarez, Montes, Moreno, Gallardo; Herrera, E. Alvarez, Chavez; Lozano, Martin, Vega. All. Martino

Mondiali di Qatar 2022, la situazione del Gruppo C

Dopo le prime due giornate del girone la Polonia si posiziona in testa al Gruppo C con 4 punti, grazie alla vittoria contro l'Arabia Saudita ed il pareggio ottenuto contro il Messico. Inseguono, a quota 3 con una vittoria ed una sconfitta, Argentina ed Arabia Saudita, mentre il Messico si posiziona all'ultimo posto in classifica con 1 punto. Nel prossimo turno, oltre ad Arabia Saudita – Messico, è in programma anche il match tra Polonia e Argentina, che andrà in scena mercoledì 30 novembre alle ore 20:00 allo Stadium 974.

Arabia Saudita – Messico: consigli fantamondiale

Per tutti i fantallenatori che si apprestano a fare la formazione vediamo quali sono i giocatori da schierare nelle file di Arabia Saudita e Messico, con alcuni suggerimenti per questa partita.

Salem Al-Dawsari

Il rigore sbagliato contro la Polonia non deve condizionarvi riguardo al numero 10 dell'Arabia Saudita: giocatore dalla tecnica sopraffina, leggenda dell'Al-Hilal (71 gol e 62 assist in 311 presenze) e della nazionale araba, anche in questa giornata la nostra scelta in casa Arabia Saudita ricade su di lui. Protagonista sia dello storico gol al 95′ contro l'Egitto a Russia 2018, che consentì alla sua nazionale di vincere un match ai Mondiali dopo 24 anni, che di quello – bellissimo – all'Argentina all'esordio in Qatar (per un totale di 2 reti in 5 partite ai Mondiali), il numero 10 è l'uomo del destino per i Figli del Deserto. In nazionale conta 16 gol e 3 assist in 57 presenze, e contro il Messico sarà capitano (in assenza di Al-Faraj) e rigorista designato.

Henry Martin

Il Messico arriva all'ultima partita del proprio girone in una situazione complicata, con appena un punto conquistato nelle prime due gare e costretta a vincere contro l'Arabia Saudita (capace di battere l'Argentina all'esordio) e sperare in un risultato positivo nell'altro match del girone. La nazionale allenata dal ct Martino ha disperato bisogno di gol, dopo non essere riuscita a segnarne neanche uno nei primi 180 minuti: chi meglio, allora, di Henry Martin, esperto attaccante classe 1992 del Club America destinato a partire dall'inizio contro l'Arabia Saudita per via della forma fisica non ottimale di Raul Jimenez, titolare nel ruolo di prima punta nel Messico. Martin in questa stagione viaggia a 13 gol e 6 assist in 21 partite con il proprio club, mentre in nazionale ha segnato 6 reti e servito 2 assist in appena 1219 minuti collezionati in campo.

Arabia Saudita – Messico: precedenti, statistiche e curiosità

Arabia Saudita e Messico si sono affrontate in totale cinque volte nel corso della propria storia: in ben quattro occasioni sono stati i messicani ad aver avuto la meglio, con un pareggio e zero vittorie in favore dei i Figli del Deserto.

Tutte i cinque precedenti tra queste due nazionali si sono svolti nel periodo tra il 1995 e il 1999: il primo risale al 6 gennaio del 1995 in Confederations Cup, e vide il Messico superare l'Arabia Saudita per 2-0 grazie ad una doppietta di Luis Garcia nel secondo tempo; nell'ottobre dello stesso anno, in amichevole, la nazionale tricolore ebbe ancora la meglio in rimonta per 2-1.

Tra il 1997 e il 1999 le due squadre si affrontarono ancora in Confederations Cup: i due scontri terminarono entrambi in goleada in favore del Messico, rispettivamente per 5-0 e 5-1; grande protagonista dei due match fu Cuauhtémoc Blanco, autore di sei gol nel corso delle due partite. In mezzo, nel giugno del 1998, ci fu un'amichevole terminata con il risultato finale di 0-0: questo, fino ad ora, è l'unico precedente tra le due nazionali non favorevole ai messicani.


Sud pontiniano, 23 anni, malato di calcio, fantacalcio e pallacanestro. Amo scrivere, raccontare, informare.. e il rumore dei tasti premuti freneticamente che scheggia il flusso di parole nella mia testa.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022