Mondiali Qatar 2022

Mondiali di Qatar 2022, Spagna – Germania: probabili formazioni, consigli fantamondiale e orario

spagna-ferran-torres-azpilicueta-asensio-mondiali-qatar-2022

Domenica 27 novembre andrà in scena Spagna – Germania, gara dei Mondiali di Qatar 2022, valida per la seconda giornata della fase a gironi . Ecco tutto ciò che devi sapere sul match del Al-Bayt Stadium di Doha.

Spagna – Germania

La prima giornata del girone E ci ha regalato una Spagna travolgente che ha avuto ragione della Costa Rica senza il minimo sforzo. Un 7-0 che, per quanto largo, rispetta perfettamente i valori in campo e quanto si è visto nel pomeriggio di Doha. Le furie rosse sono state padrone assolute del manto verde e hanno dettato ritmi e tempi di gioco a piacimento, come è nella loro indole. A tutti questi complimenti, va aggiunta solo una postilla: gli avversari non hanno fatto assolutamente nulla per impedire tutto questo. Contro la Germania, ferita dalla sconfitta all'esordio, ci aspettiamo tutt'altra musica. Luis Enrique confermerà praticamente tutti gli uomini visti nella prima giornata, magari inserendo Morata al centro dell'attacco e uno tra Pau Torres e Carvajal in difesa. Centrocampo confermato con i due baby Pedri e Gavi ad affiancare il veterano Busquets. Una vittoria vorrebbe dire qualificazione, ma agli iberici potrebbe andar bene anche un pari per poi finire l'opera nella giornata conclusiva del girone.

Se per la Spagna, l'esordio è stato un trionfo, per la Germania la partita contro il Giappone è molto vicina ad un incubo. Per i primi 70 minuti i teutonici hanno dominato il gioco in lungo e in largo, gestendo la partita con il proprio modo di giocare. Soprattutto dopo il vantaggio su rigore, la squadra di Flick si è sciolta sfiorando il raddoppio a più riprese. Il Giappone però non si è disunito e ha cercato con le proprie armi di contenere le avanzate tedesche per poi provare a pareggiare nel finale. Una tattica che ha premiato i Samurai che non solo hanno ottenuto il pareggio ma sono addirittura riusciti a ribaltare il match, in dieci minuti di trance agonistica. Ora per la Germania la sfida alla Spagna è praticamente un dentro o fuori. Un'altra sconfitta infatti, costringerebbe i tedeschi a sperare in combinazioni dettate dai risultati delle altre partite per approdare agli ottavi. Difficilmente mister Flick cambierà molto rispetto a quanto visto mercoledì pomeriggio. Si candida a giocare dal 1′ Goretzka in mezzo al campo, così come Klostermann che reclama un posto sulla fascia destra.

Consulta anche:

Spagna – Germania: orario e dove vederla in TV o in streaming

Il Match Spagna – Germania si giocherà domenica 27 novembre 2022 alle ore 20:00 all'Al-Bayt Stadium di Doha.

Tutte le partite dei Mondiali Qatar 2022 verranno trasmesse in diretta ed esclusiva sulle reti Rai.  Nello specifico Spagna – Germania andrà in onda su Rai 1.

La gara Spagna – Germania sarà visibile anche in diretta streaming, attraverso l’app di Rai Play; gli utenti potranno accedere direttamente al sito tramite pc, oppure scaricando l’app.

Spagna – Germania: probabili formazioni

Spagna (4-3-3): Unai Simon; Carvajal, Pau Torres, Laporte, Jordi Alba; Gavi, Busquets, Pedri; Ferran Torres, Asensio, Olmo.

Allenatore: Luis Enrique

Germania (4-2-3-1): Neuer; Klostermann, Rüdiger, Süle, Raum; Kimmich, Gundogan; Gnabry, Müller, Musiala; Havertz.

Allenatore: Hans-Dieter Flick

Mondiali di Qatar 2022, la situazione del Gruppo E

Germania e Spagna sono state inserite nel Gruppo E dei Mondiali, insieme a Giappone e Costa Rica. Nella prima giornata la Spagna di Luis Enrique ha travolto la Costa Rica con un sonoro 7-0. In testa al girone assieme agli iberici troviamo a sorpresa il Giappone che nella gara d'esordio ha battuto la Germania con un 1-2 ottenuto in rimonta. Le altre due nazionali del raggruppamento si sfideranno sempre domenica 27 novembre ma alle ore 11 allo stadio Ahmed bin Ali Stadium di Doha.

Spagna – Germania: consigli fantamondiale

Per tutti i fantallenatori che si apprestano a fare la formazione vediamo quali sono i giocatori da schierare nelle file di Qatar ed Ecuador, con alcuni suggerimenti per questa partita.

Pedri: il Qatar potrebbe essere la sublimazione della sua ascesa come stella del calcio mondiale seguendo le orme di un'icona come Iniesta. Nella sua Spagna è il centrocampista con più propensione all'inserimento e di conseguenza ai bonus. A questo vanno aggiunte visione di gioco e qualità nello smistamento del pallone fuori dal normale. Proprio queste caratteristiche potrebbero risultare fondamentali per mandare a vuoto il centrocampo tedesco e prendere possesso del gioco.

Antonio Rudiger: il centrale del Real Madrid, è senza paura di esagerare uno dei top difensori in questa rassegna Mondiale. L'ex Roma e Chelsea migliora il suo rendimento anno dopo anno e anche in questa stagione è andato in crescendo di condizione. Baluardo sicuro per la vostra difesa anche per il fantacalcio, Rudiger non è neanche nuovo a qualche bonus sia quando si stacca dalla linea ricordando il passato da terzino, sia sulle palle inattive. Se la Germania ha una possibilità di far risultato contro la Spagna, questa passa dalla solidità difensiva.

Spagna – Germania: precedenti, statistiche e curiosità

La sfida non ha di certo bisogno di presentazioni, in quanto si affrontano due tra le squadri migliori d'Europa e del Mondo. Sono 4 i titoli mondiali e 3 i titoli europei della Germania, così come per la Spagna, che però di Mondiale ne ha vinto uno soltanto. I precedenti tra le due Nazionali sono ben 25 e vige un sostanziale equilibrio. I tedeschi sono avanti 9 a 8 nelle vittorie, sono 8 invece le sfide finite in parità. L'ultimo incontro, disputato nel novembre 2020, premia gli spagnoli, che nei gironi di Nations League inflissero un rotondo 6-0 alla squadra allora allenata da Low. Anche l'ultima sfida ai Mondiali premia gli iberici che con il punteggio di 0-1 nel 2010 eliminarono la Germania in semifinale per poi avviarsi alla conquista della Coppa del Mondo. L'ultima vittoria della Germania in una partita di una competizione internazionale – non in amichevole quindi – risale agli Europei del 1988 quando nei gironi iniziali una doppietta di Voeller, castigò gli iberici.

 


30 anni, nato e (soprav)vissuto a Bari, ingegnere civile ma solo per sbaglio. Appassionato di qualsiasi sport o forma di competizione esistente, calcio e fantacalcio in primis. Se c'è una palla che rotola c'è sempre un bimbo che le corre dietro.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022