Mondiali Qatar 2022

Mondiali Qatar 2022: la situazione nel gruppo D dopo la 1^ giornata

Mondiali Qatar 2022, i verdetti dopo la prima giornata nel girone D: Danimarca e e Tunisia non vanno oltre lo 0-0 nel match di esordio del gruppo; la Francia passeggia contro l'Australia

Mondiali Qatar 2022, risultati girone D – 1^ giornata

Danimarca – Tunisa: 0-0

La partita parte subito forte per i tunisini, spinti dalla bolgia del pubblico presente sugli spalti. La prima occasione del match capita nei piedi di Drager, che al quinto minuto trova una deviazione di Christensen su una conclusione dalla distanza che per poco non beffa Schmeichel insaccandosi all'angolino. Fatta eccezione per questa conclusione, i ritmi rimangono abbastanza bassi. Entrambe le squadre sembra abbiano leggermente paura di scoprirsi. A grandi linee, è però la Tunisia quella delle due che sembra essere più in palla. I ritmi tornano a salire solamente sul finire della prima frazione, ci prova prima Laidouni, non impensierendo più di tanto la difesa danese; una manciata di minuti dopo tocca a Jebali, che trova la straordinaria parata di Schmeichel che mette in calcio d'angolo. La prima frazione si chiude quindi a reti inviolate, con una interpretazione perfetta della partita da parte della Tunisia.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora la Tunisia che prova a prendere in mano le redini del gioco, ma questa volta la Danimarca è più combattiva. Al 55′ la prima vera occasione per i danesi, che trovano il gol del vantaggio con l'ex Bologna Skov Olsen, gol però annullato per un fuorigioco ad inizio azione. Un paio di minuti dopo è Dolberg a chiamare Dahmen al primo vero intervento della partita. La Tunisia riesce a ricompattarsi dietro bene, chiudendo gli spazi che si erano creati nei primi minuti della ripresa. A metà secondo tempo la Danimarca torna però ad alzare i giri del motore. A farlo è il leader tecnico, Christian Eriksen, che lascia partire un gran tiro dalla distanza che costringe Dahmen al miracolo per togliere la palla dall'angolino. Ma l'occasione più grande arriva un paio di minuti dopo, al 70′, sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla arriva nelle zone di Cornelius (da poco entrato in campo), l'ex attaccante di Parma e Atalanta da due passi mette però clamorosamente sul palo di testa. I ritmi tornano quindi a calare e rimangono più bassi fino al fischio finale.

Francia – Australia: 4-1

Contro le aspettative a partire meglio è l'Australia, che spaventa i campioni del mondo in carica e si porta in vantaggio dopo appena 9′ minuti di gioco. Souttar lancia nella fascia Leckie, che salta secco Lucas Hernandez e metto un pallone velenoso in mezzo, pallone che viene raccolto sul secondo palo da Goodwin, che batte Lloris e spacca la porta. La Francia prova a reagire ma è ancora l'Australia a rendersi pericolosa, il tiro dalla distanza di Duke fa però solo la barba al palo. La qualità della Francia è però nettamente superiore e poco prima della mezzora i francesi trovano il pari: cross di Theo Hernandez (entrato al posto del fratello infortunato) e colpo di testa vincente di Rabiot, gol che porta la firma della Serie A. Così come la firma della Serie A lo porta anche il secondo, arrivato appena cinque minuti dopo: è ancora una volta un ispirato Rabiot che recupera palla, scambia con Mbappé e mette un pallone perfetto per Giroud che deve solo spingere in rete. La Francia continua a premere e nel finale sbaglia una clamorosa occasione con Mbappé, palla perfetta di Griezmann per il numero 10 che in spaccata spara alto da due passi. L'Australia torna a farsi viva nei minuti finali con un colpo di testa di Irvine che si spegne sul palo. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 2-1.

Nel secondo tempo c'è solo una squadra in campo, la Francia. Francia che dopo pochi minuti sfiora già il terzo gol, con una rovesciata pazza di Giroud. I ragazzi di Deschamps continuano la pressione alla ricerca del tris, ci prova anche Mbappé ma il suo tiro viene deviato in angolo. Ed è proprio il numero 10 dei transalpini che sigla la terza rete al 68′, con un colpo di testa su cross di Dembele. Passano tre minuti e la Francia cala anche il poker, Mbappé non fa amici nella fascia e mette un grande pallone in mezzo per la testa di Giroud, che sigla la doppietta personale ed il 51esimo gol in maglia francese, eguagliando Henry. Dopo il 4-1 la Francia smorza il ritmo e addormenta la partita fino al fischio finale.

La situazione del girone D

La Francia come da aspettative si prende la testa del girone grazie alla bella vittoria sull'Australia. Danimarca e Tunisia non vanno oltre lo 0-0 e portano a casa solamente un punto. Nel prossimo turno i tunisini proveranno il colpaccio da secondo posto contro l'Australia, per la Francia la gara più tosta del girone.

Classifica girone D

  1. Francia: 3
  2. Danimarca: 1
  3. Tunisia: 1
  4. Australia: 0

Calendario girone D

1^ giornata

22/11 Danimarca – Tunisia: 0-0

22/11 Francia – Australia: 4-1

2^ giornata

26/11 Tunisia – Australia (ore 11:00)

26/11 Francia – Danimarca (ore 17:00)

3^ giornata

30/11 Tunisia – Francia (ore 16:00)

30/11 Australia – Danimarca (ore 16:00)


Classe '96, siciliano. Innamorato delle statistiche, forse tanto quanto del calcio. Appassionato di cinema e serie tv, oltre che di tutto quello che ha a che fare con numeri e record, di qualsiasi genere e categoria!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022