Mondiali Qatar 2022

La classifica, i calciatori che hanno segnato una tripletta nella fase ad eliminazione diretta di un Mondiale

La classifica dei calciatori che hanno segnato una tripletta nella fase ad eliminazione diretta di un Mondiale: Goncalo Ramos nella storia

Giocare un Mondiale è una fortuna che solamente pochi calciatori possono vantare di avere avuto nel corso della loro carriera. Farlo e rendersi protagonisti è poi ancora più difficile. Nella partita tra Portogallo e Svizzera, valida per gli ottavi di finale del Mondiale di Qatar 2022, un protagonista c'è stato eccome. Nome: Goncalo Ramos; età: 21 anni; presenze da titolare per il Portogallo dei grandi: 1.

Eh si, proprio così. Schierato da titolare al posto di Cristiano Ronaldo, alla sua prima partita in assoluto da titolare con la maglia del Portogallo, Goncalo Ramos ha lasciato un segno più che indelebile. Diciamo che non poteva scegliere regalo migliore di una tripletta. E segnare una tripletta ai Mondiali vale anche di più, vista l'esclusività del torneo. La sua è stata appena la 53esima tripletta nella storia della competizione, decima se si prendono in considerazione solamente le partite valide per la fase ad eliminazione diretta, lasciando quindi fuori quelle della fase a gironi.

Ed era stato proprio Cristiano Ronaldo l'ultimo a segnare tre gol nel corso della stessa partita per il Portogallo, con la tripletta messa a segno contro la Spagna nei gironi dei Mondiali di Russia 2018. In quel Mondiale furono due le triplette, oltre a quella di Cr7 anche quella di Harry Kane con l'Inghilterra, nel match contro il Panama valido sempre per la fase a gironi. Nel 2014 ci era invece riuscito Xherdan Shaqiri, questa sera avversario, nel match dei gironi contro l'Honduras. Per trovare l'ultima tripletta segnata in un match valido per la fase ad eliminazione diretta, bisogna andare invece indietro fino al 1990, con i tre gol messi a segno da Tomás Skuhravy per la Cecoslovacchia contro la Costa Rica.

Da citare ci sono poi quelle che – tecnicamente – sono state segnate agli ottavi, ma quando ancora i gironi non esistevano. Ed in particolare stiamo parlando di quelle delle edizioni che vanno dalla prima nel 1930 alla terza nel 1938. Sono 10, tre per le prime due edizioni e quattro per quella del 1938. Nello specifico: Berto Patenaude (Stati Uniti, 1930), Guglielmo Stabile (Argentina, 1930), Pedro Cea (Uruguay, 1934), Angelo Schiavio (Italia, 1934), Edmund Conen (Germania, 1934), Oldrich Nejeedly (Cecoslovacchia, 1934), Ernst Wilimowski (Polonia, 1938), Leonidas (Brasile, 1938), Gustav Wetterstrom (Svezia, 1938) e Tore Keller (Svezia, 1938).

Nella speciale classifica dei calciatori in grado di segnare una tripletta ai Mondiali possiamo anche annoverare nomi del calibro di Pelé. O calciatori che ci sono riusciti in più di una occasione, alcuni addirittura nel corso della stessa edizione della Coppa del Mondo. Qui ci limiteremo però a vedere, grazie ai dati forniti da Jugomobile, i calciatori che hanno segnato una tripletta nella fase ad eliminazione diretta del Mondiale.

La classifica dei calciatori che hanno segnato una tripletta nella fase ad eliminazione diretta di un Mondiale

10. Goncalo Ramos: Portogallo-Svizzera, ottavi di finale (2022)

Come da consuetudine per questo tipo di rubriche, partiamo dall'ultima posizione e facciamo insieme la scalata verso la prima. Questa volta, trattandosi di una classifica di pari merito, abbiamo deciso di ordinarla dalla più recente alla meno recente. E la più recente è proprio quella segnata in questa edizione dei Mondiali da Goncalo Ramos. Quella del giovane astro nascente del calcio portoghese è anche la prima tripletta in assoluto segnata nel corso di questa edizione. Come detto prima per il giovane attaccante del Benfica si trattava della prima partita da titolare con il Portogallo dei grandi, lui che in questo Mondiale aveva giocato due spezzoni contro Uruguay e Ghana, per un totale di 10 minuti. Prima di questo Mondiale, nel quale è stato convocato per la terza volta in carriera, aveva solo giocato in amichevole lo scorso 17 novembre contro la Nigeria, trovando un gol ed un assist. Adesso il suo bottino con la Nazionale maggiore recita quattro partite, quattro gol e due assist. Inizio decisamente niente male.

9. Tomás Skuhravy: Cecoslovacchia-Costa Rica, ottavi di finale (1990)

Prima di Goncalo Ramos con il Portogallo l'ultimo calciatore in grado di segnare una tripletta agli ottavi di finale era stato Tomas Skuhravy con la sua Cecoslovacchia (in quell'occasione fu anche la decima vittoria più larga nella storia per un ottavo di finale di un Mondiale). I tre gol di Skuhravy arrivarono contro la Costa Rica, e contribuirono di molto al suo bottino totale ai Mondiali. In carriera per lui furono infatti cinque le reti in Coppa del Mondo, in cinque presenze.

8. Emiliano Butragueno: Spagna-Danimarca, ottavi di finale (1986)

All'ottavo posto si piazza uno degli attaccanti più importanti nella storia del Real Madrid e della Nazionale spagnola, Emiliano Butragueno. Nel suo caso si tratta addirittura di un poker, fu infatti il mattatore principale nel 5-1 rifilato dalle furie rosse alla Danimarca. Non solo gol, perché Butragueno mise lo zampino anche nel quinto centro spagnolo con un assist, chiudendo la partita con quattro reti ed un passaggio vincente.

7. Igor Belanov: Unione Sovietica-Belgio, ottavi di finale (1986)

Restiamo nell'edizione del 1986 per presentarvi la settima posizione, ricoperta da Igor Belanov. Quando faceva ancora parte dell'Unione Sovietica, prima di diventare ucraino dopo lo scioglimento della stessa, Belanov si rese protagonista nel Mondiale del 1986. Dopo il gol segnato nella prima gara dei gironi contro l'Ungheria, Belanov mise a segno una tripletta decisiva contro il Belgio agli ottavi di finale, non riuscendo però a contribuire attivamente per il passaggio del turno. I suoi tre gol non bastarono infatti all'Unione Sovietica per avere la meglio del Belgio, che si impose per 4-3 dopo i tempi supplementari.

6. Geoff Hurst: Inghilterra-Germania Ovest, finale (1966)

Nel suo caso si tratta dell'unico calciatore nella storia a segnare una tripletta in una finale dei Mondiali. Prima di segnare quei tre gol nell'ultima partita, Hurst aveva segnato solamente un gol nel corso di quella edizione, nei quarti di finale contro l'Argentina. Nel corso della finale poi – dopo aver pareggiato il vantaggio iniziale dei tedeschi – Hurst si scatenò nei tempi supplementari, segnando un gol al primo minuto dei supplementari ed uno all'ultimo, mettendo dunque una firma pesante sulla vittoria dei suoi. Il suo nome è ancora più storico perché quel Mondiale è tutt'ora l'unico trofeo vinto nella storia dalla Nazionale maggiore inglese.

5. Eusebio: Portogallo-Corea del Nord, quarti di finale (1966)

In quinta posizione troviamo un altro portoghese, altro che ha fatto la storia della sua Nazionale e non solo: Eusebio. L'edizione è la stessa del sopracitato Hurst, nel suo caso però la tripletta arrivò ai quarti di finale contro la Corea del Nord. A dir la verità fu un poker. Nel 5-3 finale quattro dei gol portarono proprio la sua firma, due dei quali su calcio di rigore.

4. Just Fontaine: Francia-Germania Ovest, finale per il terzo e quarto posto (1958)

Nato in Marocco, a proposito di compagini che oggi hanno scritto pagine importanti di storia, ma naturalizzato francese, nel 1958 Just Fontaine segnò ben due triplette ai Mondiali. Una edizione a dir poco perfetta la sua, terminata però solamente con il terzo posto. Dopo aver aperto le danze con una tripletta nella prima partita dei gironi contro il Paraguay, il suo cammino continuò a suon di gol. A chiudere le danze un poker contro la Germania dell'Ovest nel match valido per la finale del terzo e quarto posto. In totale in quell'edizione della Coppa del Mondo, unica giocata in carriera, segnò 13 gol in sei partite.

3. Pelé: Brasile-Francia, semifinale (1958)

Ma se parliamo di storia legata ai Mondiali non possiamo non parlare di Pelé. Il fuoriclasse brasiliano è il calciatore che più ha impressionato nella storia della Coppa del Mondo. Oltre ad essere il calciatore ad averne vinte di più (3, nessuno come lui), Pelé è anche il marcatore più giovane di sempre nella storia dei Mondiali, unico a segnare da minorenne (qui la classifica completa). Se ci limitiamo alle sole triplette ne segnò “appena” una, quella nella semifinale contro la Francia nell'edizione del 1958. Tripletta che gli vale però il terzo posto di questa speciale classifica.

2. Josef Hugi: Svizzera-Austria, quarti di finale (1954)

Per entrare in seconda posizione dobbiamo fare un salto indietro all'edizione precedente, quella del 1954. Una delle partite più assurde di sempre nella storia dei Mondiali fu quella tra Svizzera ed Austria, valida per i quarti di finale. Partita a dir poco rocambolesca terminata 7-5 in favore degli svizzeri. In quella partita le triplette furono due, una per parte. Dal lato dei vincitori, quindi per la Svizzera, a metterla a segno fu Josef Hugi.

1. Teodoro Wagner: Austria- Svizzera, quarti di finale (1954)

L'altra tripletta, quindi quella dell'Austria, fu invece messa a segno da Teodoro Wagner. Dopo aver iniziato nel paragrafo precedente con le curiosità su questa partita, terminiamo in questo. Il 7-5 maturò nei 90 minuti regolamentari, e la cosa bella fu anche il minutaggio delle due triplette. Mentre Hugi segnò al 25′ ed al 27′ del primo tempo ed al 53′ del secondo, Wagner segnò al 17′ ed al 19′ del primo tempo ed al 58′ del secondo tempo; quindi per entrambi doppietta nel primo tempo, con i due gol separati due minuti tra loro, e gol nel secondo tempo a cinque minuti di distacco. Quella di Wagner, per motivi puramente di tempistiche, è anche la prima tripletta della storia segnata nella fase ad eliminazione diretta.


Classe '96, siciliano. Innamorato delle statistiche, forse tanto quanto del calcio. Appassionato di cinema e serie tv, oltre che di tutto quello che ha a che fare con numeri e record, di qualsiasi genere e categoria!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Mondiali Qatar 2022