Serie B

Cosa succede se il Bari viene promosso in Serie A: il regolamento sulla multiproprietà

Cosa succede se il Bari viene promosso in Serie A: il regolamento sulla multiproprietà
Iconsport / LaPresse

In serata il Bari ha acciuffato il pareggio per 1-1 in pieno recupero sul campo del Cagliari, portando a casa un risultato fondamentale per il possibile ritorno in Serie A, a distanza di 12 anni dall'ultima volta. Tuttavia, in casa pugliese, e non solo, in molti si stanno chiedendo, alla luce della situazione multiproprietà della famiglia De Laurentiis tra il Napoli e il club biancorosso, cosa potrebbe succedere nel caso in cui quest'ultimo arrivasse a giocare la massima serie insieme al primo. Il caso recente del 2021, che ha visto coinvolte Lazio e Salernitana, all'epoca entrambe di proprietà di Claudio Lotito, ha fatto giurisprudenza in tal senso.

Serie B, Cagliari-Bari 1-1: Antenucci risponde a Lapadula nella prima finale playoff

Multiproprietà: cosa dice l'articolo 16 bis delle NOIF

Il regolamento di riferimento per il caso multiproprietà è quello celeberrimo delle NOIF, e più precisamente l'articolo 16 bis, secondo il quale: “Non sono ammesse partecipazioni, gestioni o situazioni di controllo, in via diretta o indiretta, in più società del settore professionistico da parte del medesimo soggetto, del suo coniuge o del suo parente ed affine entro il quarto grado”. Divieto che si era programmato di estendere anche a categorie diverse entro la stagione 2024/2025, ma che alla fine è stato rimandato a quella 2028/2029. Appare quindi evidente come Aurelio e Luigi De Laurentiis, padre e figlio e proprietari rispettivamente di Napoli e Bari, non potrebbero continuare la propria attività nella stessa competizione, e di conseguenza sarebbe il club pugliese a essere ceduto ad altro proprietario.

Il precedente di Lazio e Salernitana con la gestione Lotito

Come accennato, in tal senso è successa una cosa analoga due anni fa, quando la Salernitana terminò il campionato di Serie B al secondo posto e fu conseguentemente promossa in Serie A, con l'allora duo presidenziale composto da Claudio Lotito e dal cognato Marco Mezzaroma che fu costretto a cedere la società campana, ricorrendo allo strumento giuridico del trust, incaricato di trovare un acquirente che rispettasse i requisiti richiesti dai cedenti entro il 31 dicembre. La squadra, costruita con poche risorse, giocò un girone d'andata praticamente con un piede in cadetteria, ma quando sembrava addirittura in procinto addirittura di fallire per mancanza di imprenditori realmente interessati, fu Danilo Iervolino a farsi avanti, salvando il club prima dalla scomparsa e poi dalla retrocessione, in seguito a una clamorosa rimonta. Di conseguenza, anche nel caso di Napoli e Bari è facile prevedere uno scenario analogo.


Michele Farina

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università della Calabria - UNICAL. Appassionato di calcio, cinema e tecnologia. Datemi una notizia e ve la approfondirò, con oggettività e in fede (calcistica e non solo).

Commenta

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

Lascia un commento

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A
# Squadra G V P S +/- Punti
1 Inter Milan

Inter Milan

38 29 7 2 67 94
2 AC Milan

AC Milan

38 22 9 7 27 75
3 Juventus

Juventus

38 19 14 5 23 71
4 Atalanta

Atalanta

38 21 6 11 30 69
5 Bologna

Bologna

38 18 14 6 22 68
6 Roma

Roma

38 18 9 11 19 63
7 Lazio

Lazio

38 18 7 13 10 61
8 Fiorentina

Fiorentina

38 17 9 12 15 60
9 Torino

Torino

38 13 14 11 0 53
10 Napoli

Napoli

38 13 14 11 7 53
11 Genoa

Genoa

38 12 13 13 0 49
12 Monza

Monza

38 11 12 15 -12 45
13 Verona

Verona

38 9 11 18 -13 38
14 Lecce

Lecce

38 8 14 16 -22 38
15 Udinese

Udinese

38 6 19 13 -16 37
16 Cagliari

Cagliari

38 8 12 18 -26 36
17 Empoli

Empoli

38 9 9 20 -25 36
18 Frosinone

Frosinone

38 8 11 19 -25 35
19 Sassuolo

Sassuolo

38 7 9 22 -32 30
20 Salernitana

Salernitana

38 2 11 25 -49 17

Rubriche

Di più in Serie B